Autore:
Lorenzo Centenari

TEMA LIBERO "Lasciatevi andare". Così si sono sentiti dire gli uomini del Centro stile Renault al momento di disegnare la Zoe E-Sport Concept, il prototipo che al Salone di Ginevra sta facendo riflettere pubblico e addetti ai lavori sulle immense potenzialità della propulsione elettrica.

FORMULA ZOE Realizzata sulla base della Zoe di serie, la E-Sport Concept si distingue per una carrozzeria talmente corsaiola che sembra essere uscita da un cartone animato. Il colore, innanzitutto: lo stesso della monoposto campione in carica di Formula E, la Renault e.dams. Livrea in blu satinato e dettagli in giallo su calotte specchi retrovisori e sui profili dei paraurti. Grigi invece sono spoiler, mascherine dei gruppi ottici e prese d'aria.

PROFUMO DI PISTA Preso nota di cerchi neri diamantati con dado centrale, apriamo la portiera sfiorando semplicemente la zona provvista di sensori tattili e ci immergiamo in un abitacolo racing fino al midollo: sedili Recaro, volante rettangolare per non ostacolare la vista, plancia provvista di comandi per gestire l'energia e il gruppo motopropulsore. 

ELETTROSHOCK Ma il bello deve ancora venire, perché i due motori elettrici di Renault Zoe E-Sport Concept, uno montato sotto il cofano, uno al posteriore, erogano in combinata un monte di 340 kW di potenza, equivalenti a circa 462 cavalli. A trasmettere loro energia ci pensano due batterie con capacità di stoccaggio di 40 kWh.

FULMINE Altezza ribassata, telaio tubolare mutuato dai prototipi per cronoscalate, inoltre un peso con pilota incluso di soli 1.460 kg. Non vi stupirete se vi dico che la Zoe da combattimento copre lo 0-100 km/h in 3,2 secondi e che per raggiungere la quota massima di 210 km/h l'auto impiega 10 secondi netti. Chissà questo elettro-mostro che futuro avrà...


TAGS: renault concept elettrico anteprima renault zoe zero emissioni auto salone di ginevra