Prova video

Yamaha Tracer 700 2020: il video della prova su strada


Avatar di Danilo Chissalé , il 24/02/20

1 anno fa - La prova video della nuova Yamaha Tracer 700 2020 con pregi e difetti

Nel 2020 la Yamaha Tracer si presenta molto rinnovata. Sarà ancora un successo? Scoprilo nel nostro video con pregi, difetti e prezzo

RILANCIO! Tre anni e non sentirli! La Tracer 700, arrivata sul mercato nel 2016, non ha conosciuto flessioni nelle vendite conquistando oltre 16.000 appassionati, catturati dal suo carattere brioso e dalla sua versatilità. L’assist dell’Euro5, però, era troppo ghiotto per farselo sfuggire, ecco perché gli ingegneri di Yamaha hanno lavorato alla Tracer 700 2020, presentandola profondamente rinnovata nel look, nella dotazione ciclistica, senza dimenticare anche un pizzico di tecnologia.

VERSATILITÀ La parola chiave del modello 2020, manco a dirlo, è versatilità. Il DNA della Tracer 700 2020 non cambia: è una moto facile e comoda per essere sfruttata nel quotidiano, ma sa divertire quando si vuol fuggire dalla noia. Il merito va a quel portento di bicilindrico parallelo che ora è anche ecologico, essendo omologato Euro5, ma senza perdere il suo brio: 74 cv e 68 Nm bastano a fare divertire gli esperti e a non intimorire i neofiti.

VEDI ANCHE

MIGLIORA LA CICLISTICA L’altra grande novità è da cercare senza dubbio nel reparto ciclistico. Le nuove sospensioni regolabili permettono alla Tracer 700 di fare un bel balzo in avanti. La componentistica non è esagerata, ma permette a tutti di cucirsi ancor meglio addosso la moto senza dover ricorrere a componenti aftermarket. L’agilità la fa ancora da padrone, anche grazie al peso ridotto in 196 kg in ordine di marcia. Yamaha Tracer 700 2020: il posteriore è rimasto invariato Yamaha Tracer 700 2020: il posteriore è rimasto invariato

BENE MA Convince senza se e senza ma la nuova strumentazione digitale, ricca e di facile lettura, oltre che consultazione grazie ai nuovi comandi posti sul blocchetto invece che alla base dello strumento. Alcune pecche, però, rimangono: la protezione dall’aria è buona ma solo per gambe e busto con il parabrezza di serie e la mancanza del Traction Control si fa sentire, specialmente per chi la moto la usa tutto l’anno, anche con freddo e pioggia. Il prezzo però è una parziale discolpa: a 8.499 euro. La dotazione è ricca, le finiture buone, pretendere di più influirebbe sensibilmente sul prezzo. Scopri nel video tutte le sue caratteristiche, pregi, difetti e opinioni dopo la guida.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 24/02/2020

Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox