Prova video

Seat Mò: in sella al primo scooter elettrico della casa spagnola


Avatar di Danilo Chissalé , il 23/06/21

5 mesi fa - Seat Mò e-Scooter: prova, prezzo e autonomia dello scooter EV in video

In sella al Seat Mò e-Scooter 125:vivacità, dinamismo e poche emissioni per la mobilità del futuro. Prova, pregi e difetti, prezzo

Città intasate, rumorose e puzzolenti, il futuro con queste caratteristiche è tutt’altro che sostenibile. Seat, il marchio più giovane e “vivace” della grande famiglia del Gruppo Volkswagen, ha da tempo abbracciato il tema della mobilità sostenibile, non solo con le quattro ma anche con le due ruote. Poco tempo fa, infatti, vi abbiamo raccontato del monopattino elettrico e oggi, a completare l’offerta, è arrivato anche Seat Mò e-Scooter 125, elettrico e con caratteristiche molto interessanti. Con lui ho scorrazzato per Verona e dintorni (a emissioni zero) e ora vi dico come è andata. Vamos (che poi sarebbe dai che si va… o no?)

Seat Mò e-Scooter 125: una delle tappe in sella allo scooter nei dintorni di Verona Seat Mò e-Scooter 125: una delle tappe in sella allo scooter nei dintorni di Verona

  • Seat Mò e-Scooter 125: com’è fatto
  • Seat Mò e-Scooter 125: come va
  • Seat Mò e-Scooter 125: quanto costa
  • Seat Mò e-Scooter 125: scheda tecnica

COM’È FATTO

Se il design vi ricorda vagamente un altro scooter elettrico non vi state sbagliando, per entrare in un modo complesso come quello delle due ruote Seat ha fatto squadra con i concittadini di Silence, esperti di mobilità elettrica a due ruote. Il tocco della Casa di Barcellona – Silence, ovviamente – c’è, dato che la base tecnica del Seat Mò è condivisa con quella del Silence S01, ma anche i tecnici di Seat hanno ricoperto un ruolo importante nello sviluppo.

A MODO NOSTRO Infatti, non si tratta semplicemente di uno “scambio di loghi” dato che per la messa a punto del veicolo gli uomini Silence e quelli Seat hanno lavorato a stretto contatto per due anni dettagli tutt’altro che secondari. Ad esempio le mappature motore, che sono Eco, City e Sport, o la taratura delle sospensioni e l’altezza della sella, che sul Seat Mò e-Scooter 125 è di 805 mm.

Seat Mò e-Scooter 125: la meccanica è in collaborazione con Silence Seat Mò e-Scooter 125: la meccanica è in collaborazione con Silence

PRESTAZIONI BRILLANTI Il punto forte del Seat Mò e-Scooter sono sicuramente le sue prestazioni brillanti, equiparabili a quelle di un rivale termico di 125 cc di cilindrata se non addirittura maggiori: 0-50 km/h in 3,9 secondi, velocità massima autolimitata a 95 km/h lo rendono appetibile anche per i giovani in cerca di qualcosa di frizzante. Il merito è del motore elettrico capace di erogare 7 kW di potenza (9 kW di potenza massima), e 240 Nm di coppia alla ruota, e del peso contenuto in 152 kg.

AUTONOMIA E TEMPI DI RICARICA A proposito di peso, circa 40 kg sono a carico della batteria da 5,6 kWh che permette di percorrere in sella al Seat Mò 137 km secondo il ciclo omologativo WLTP. Per la ricarica ci sono due opzioni: lasciare la batteria nel veicolo e attaccarla ad una colonnina (ma anche alla presa elettrica domestica in garage) o rimuoverla tramite un pratico e singolare “trolley” e trasportata in casa o in ufficio... a patto di avere un ascensore. Per la ricarica completa collegandosi alla rete domestica sono necessarie dalle 6 alle 8 ore e dando un colpetto in stile Fonzie con il suo magico jukebox saprete anche lo stato di carica della batteria grazie a dei led luminosi.

VEDI ANCHE



Seat Mò e-Scooter 125: dettaglio della batteria Seat Mò e-Scooter 125: dettaglio della batteria

CICLISTICA Il comparto ciclistico dell’e-scooter Seat è composto da ruote da 120/70-15 davanti e 140 / 70-14 dietro con dischi freno da 260 mm e 240 mm controllati dal sistema CBS. La frenata rigenerativa è presente e permette di gestire al meglio la carica della batteria. Completano il quadro la forcella telescopica tradizionale e l’ammortizzatore posteriore.

TECNOLOGIA La tecnologia elettrica va a braccetto con la connettività e l’interattività, e il Seat Mò non fa eccezione. Grazie all’apposita app per smartphone My SEAT MÓ, una volta scaricata e registrata, s’accede a una serie di funzioni e a ulteriori informazioni sul veicolo, ad esempio la geolocalizzazione in tempo reale per ricordarsi sempre dove è parcheggiato il proprio scooter, consultare l’autonomia residua o addirittura accendere e spegnere il veicolo a distanza semplicemente premendo un pulsante, attraverso la digital key.

PRATICITÀ Uno scooter, come ben saprete, ha come caratteristica principale la praticità… anche se è alimentato a batteria. Il Seat Mò non ha un vero e proprio vano retroscudo – sono presenti comunque due prese USB vicino al piantone – in compenso, però, grazie alla batteria posizionata molto in basso e all’assenza del serbatoio del carburante la pedana è piatta e nel vano sottosella c’è posto anche per due caschi jet.

COME VA

In sella la leggerezza e le misure compatte si avvertono subito, fin da quando lo si tira giù dal cavalletto. Il piano di seduta è abbastanza imbottito e la triangolazione sella/pedana/manubrio ben riuscita. Un dettaglio spesso sottovalutato, ma che lascia intendere l’ottima qualità costruttiva, sono le leve dei freni regolabili, cosa non comune nemmeno tra gli scooter termici. Bene anche la strumentazione LCD, chiara nel mostrare tutte le informazioni (riding mode, autonomia residua, temperatura motore e batterie) e furba nel mostrare quanta energia si sta utilizzando o recuperando in decelerazione. Per andar d’accordo con le batterie bisogna imparare uno stile di guida diverso e ben vengano aiuti come questo.

Seat Mò e-Scooter 125: le leve regolabili sono una rarità Seat Mò e-Scooter 125: le leve regolabili sono una rarità

BELLO DA GUIDARE Le misure XL degli pneumatici – almeno confrontate con quelle dei rivali termici – il buon bilanciamento dei pesi e l’assetto abbastanza sostenuto sono gli ingredienti segreti della ricetta del Seat Mò e-Scooter, che sui colli che circondano Verona s’è dimostrato anche piacevole da guidare quando si abbandona la città e si affrontano le strade extraurbane. Pronta e ben modulabile la frenata, che richiamata all’azione con la leva sinistra aziona contemporaneamente entrambi i freni (quella di destra controlla solamente il freno anteriore). Anche il motore, se usato in mappa Sport, la più pronta, si dimostra a proprio agio in questo frangente senza mostrare cali evidenti di prestazioni anche quando la strada è in salita. Piacevole la sensazione di freno motore (effetto della frenata rigenerativa) utile a chiudere le traiettorie e recuperare briciole di energia.

AGILE MA… Il rovescio della medaglia è l’assorbimento delle sconnessioni, che in generale è convincente ma quando la situazione è particolarmente impegnativa l’ammortizzatore inizia a mostrare qualche difficoltà… ma in queste situazioni solo le maxi enduro se la cavano a dovere. Colpa delle strade italiane, non del Seat. Se tra le curve sorprende, il comportamento in città non lascia altrettanto stupiti, non perché non sia valido sia chiaro, anzi, ma perché le dimensioni compatte (come quelle di un SH125 per capirci) e i vantaggi dell’elettrico sono conosciuti: spunto vivace, silenziosità e zero calore… mica male se la strumentazione indica 32°C di temperatura. Vera chicca la retromarcia, utile per chi non ha la fisionomia di un gorilla come me per spostare lo scooter se parcheggiato in contropendenza.

Seat Mò e-Scooter 125 Seat Mò e-Scooter 125

AUTONOMIA REALE Il nostro test non è arrivato a mettere a dura prova il pacco batterie del Seat Mò e-Scooter, a fine giro (circa 40 km) la percentuale di batteria residua era del 58%, ma non ho lesinato sull’acceleratore e ho utilizzato spesso la mappa Sport. L’autonomia reale è dunque molto vicina a quella dichiarata, specialmente se si utilizza la mappa City, la più versatile, o ancor di più la Eco, a patto di rinunciare a qualche km/h di velocità massima.

QUANTO COSTA

Già ordinabile in Italia in tre diverse colorazioni (Rosso Fuoco, Grigio Alluminio o Bianco Ossigeno) con un prezzo di listino di 6.750 Euro, grazie agli incentivi statali SEAT MÓ eScooter 125 è disponibile con uno sconto del 40% in caso di rottamazione e con la possibilità di fruire di una formula finanziaria a 99 Euro al mese per 48 mesi senza dover versare nessun anticipo. Ovviamente ci sono accessori utili che esaltano la praticità come il parabrezza maggiorato, il bauletto da 39 litri, la coperta per le gambe, il porta cellulare e capi d’abbigliamento come guanti invernali o estivi e due tipologie di casco.  

SCHEDA TECNICA

SEAT MÓ eScooter 125

Motore Motore elettrico sincrono a magneti permanenti
Potenza 7 kW (picco di potenza 9 kW)
Coppia 240 Nm
Capacità della batteria 5,6 kWh
Peso della batteria 41 kg
Velocità massima 95 km/h
Autonomia ciclo urbano Fino a 137 km
Tempi di ricarica 6-8 ore

Pubblicato da Danilo Chissalè, 23/06/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox