Logo MotorBox
Cool Factor

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, stile e tanta sostanza. La prova


Avatar di Danilo Chissalé , il 28/04/23

1 mese fa - Cambia nel look e nella dotazione, la Interceptor 650 Blackout alla prova

Il nero sta bene su tutto, anche sulla Royal Enfield Inteceptor 650 Blackout. La prova video della modern classic con pregi e difetti

Quanto conta l’estetica in una motocicletta? La risposta è tanto, poche storie. Praticità, costi di gestione e il piacere di guida sono importanti, ma per certe tipologie lo stile è fondamentale, la moto deve far venire le palpitazioni e catturare gli sguardi. Nasce con proprio con questo intento la Royal Enfield Interceptor Blackout, una versione dell’ormai affermata modern classic indiana che punta ad essere più cool che mai con il suo stile… che è anche il suo “Cool Factor” secondo noi, andiamo a scoprirla insieme, dai che si va!

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, 3/4 anteriore Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, 3/4 anteriore

COME CAMBIA

A catturare gli sguardi ci pensa la nuova livrea della Interceptor Blackout, con grafiche che portano la mente al finire degli anni ’70- inizio anni '80, gli anni della TV a colori e della disco music anche in Italia, il Barcellona Blue è perfetto per giocare con il giallo e l’arancione presenti sul serbatoio. Ma come lascia intendere il nome il protagonista è il colore nero, utilizzato per coprire tutto ciò che solitamente è cromato sulla Interceptor tradizionale: scarichi, motore, telaio e anche i cerchi in lega con pneumatici tubless che vanno a sostituire i cerchi a raggi. Il risultato è un look più aggressivo e contemporaneo ma sempre molto distintivo.

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, la livrea Barcelona Blue non passa certo inosservata Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, la livrea Barcelona Blue non passa certo inosservata

QUALITÀ MIGLIORATA Ma la Interceptor Blackout non ha semplicemente fatto un giro dal carrozziere, con l’occasione Royal Enfield ha lavorato ancora di più sulla qualità percepita, introducendo alcune modifiche che abbiamo apprezzato già sulle piccole 350 e più di recente sull’ammiraglia Super Meteor 650 (qui il link alla prova). Nello specifico ci sono nuovi blocchetti elettrici, decisamente più curati rispetto a quelli di precedente generazione, nuove manopole oltre a leve regolabili per frizione e freno e un faro a LED di gran lunga più efficiente rispetto al caro e vecchio alogeno: tranquilli, lo stile non ne risente! Anche la sella è stata rivista, l’imbottitura è nuova e promette di offrire maggior confort sulle lunghe percorrenze. Rimane la strumentazione a doppio quadrante analogico più un piccolo display digitale, ok lo stile tradizionale ma forse qui avrei preso in prestito dalla Super Meteor 650 l’accoppiata strumento e navigatore Tripper, per meglio sposarsi con il look più contemporaneo, la possibilità di usare lo smartphone come navigatore tenendolo comodamente in tasca e ottenere qualche informazione in più dal piccolo schermo LCD, che sulla Interceptor mostra solamente il livello del carburante, l’odometro e due trip.

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, la meccanica è ora verniciata di nero come il telaio Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, la meccanica è ora verniciata di nero come il telaio

BASE CONSOLIDATA Cambio di look ma non di sostanza e forse è anche giusto così dato che la Interceptor nel segmento d’appartenenza gode già di tanto apprezzamento. Il motore bicilindrico parallelo frontemarcia da 647 cc, per 47 CV di potenza massima a 7.250 giri/min e 52 Nm di coppia a 5.100 giri/min, è abbracciato da un classicissimo telaio a doppia culla in acciaio, rigorosamente nero, a cui si abbinano una forcella telescopica da 41 mm, al posteriore una coppia di ammortizzatori regolabili nel precarico su 5 posizioni. Per quanto riguarda i freni troviamo un impianto Bybre composto da un disco da 320 mm con pinza assiale davanti, disco da 240 pinza a due pistoncini al posteriore. Con il pieno da 13,7 l la moto pesa 217 kg.

VEDI ANCHE



COME VA

In sella alla nuova Interceptor Blackout non ci sono sorprese, l’ergonomia è quella tipicamente naturale e rilassata, con il busto eretto e le braccia distese verso il manubrio, tipica delle classiche. Per notare le modifiche alla sella mi ci sono voluti un po’ di chilometri, non che la vecchia fosse scomoda ma questa offre un buon sostegno anche dopo diverse ore trascorse alla guida, l’unico appunto lo faccio al rivestimento un po’ scivoloso. Molto bene la facilità con cui si tocca terra, la sella è alta 830 mm ma è snella al cavallo e anche chi non è un corazziere tocca con agio, così come le leve regolabili per frizione e freno.

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, le leve di frizione e freno sono regolabili Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, le leve di frizione e freno sono regolabili

A SPASSO IN CITTÀ… L’habitat naturale della Interceptor, come tutte le moto d’altronde, sarebbe una bella strada tutta da guidare circondata di paesaggi meravigliosi da ammirare, in compagnia del motore generoso e fluido nell’erogazione, appagando praticamente tutti i sensi ma a dirla tutta con quel suo outfit da aperitivo la Interceptor in città non sta poi così male, anzi. Il motore rapportato corto la rende vispa al semaforo, la frizione è leggera allo stacco e le sospensioni assorbono a dovere le asperità grazie ad una taratura piuttosto morbida. Caratteristico il suono dei soffietti sulla forcella che quando lavorano sulle buche sembrano quasi sbuffare… finti perdigiorno! Non è agilissima, questo è vero, il baricentro è piuttosto alto e l’interasse piuttosto lungo, ma rimane comunque facile da maneggiare anche a bassa velocità. Insomma, niente ritardo all’happy hour e se anche arrivaste con il quarto d’ora accademico vi perdoneranno vedendovi arrivare con una moto tanto cool, e se non lo faranno peggio per loro.

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout in azione durante la prova Royal Enfield Interceptor 650 Blackout in azione durante la prova

… E A SPASSO ANCHE FUORI Ecco, se c’è una parola che stona con Royal Enfield è fretta. Una caratteristica condivisa da tutti i modelli in gamma, ci sali e ti viene voglia di goderti il momento, quasi dimenticandoti di che ore sono (anche perché sulla strumentazione di orologio non c’è nemmeno l’ombra). Ad andatura rilassata tutto sembra funzionare al meglio: il motore è nel suo range d’uso ideale, la ciclistica non va in crisi, i freni non devono fare gli straordinari e il cambio lavora senza stress. Ciò non vuol dire che se volete godervi un po’ di guida dinamica la Interceptor vi faccia il dito medio, questo no, ma bisogna mettere in conto un po’ di vibrazioni in più agli alti regimi e un maggior impegno nella guida dato che il peso non propriamente contenuto e le ruote da 18 pollici non la rendono fulminea nella discesa in piega, se da una parte i cerchi in lega aumentano la rapidità, dall’altra il profilo piuttosto piatto dei Pirelli Phantom Sportcomp remano in senso opposto. In compenso sul veloce la ciclistica sana permette d’impostare i curvoni senza patemi d’animo.

PREZZO

Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, il suo design è inconfondibile Royal Enfield Interceptor 650 Blackout, il suo design è inconfondibile

E ora parliamo di prezzi che, come da tradizione Royal Enfield, sono accessibili e ottimamente rapportati alla qualità offerta e sulla Interceptor Balckout più che mai. Infatti, entrambe le colorazioni di Interceptor Blackout, Barcelona Blue o Black Ray sono proposte a 6.900 euro fc., solo 200 euro in più rispetto alle colorazioni base della Interceptor 650, un vero affare. Se il vostro animo è più da racer allora non perdete l’occasione di valutare la sorella sportiva Continental Blackout che porta con se tutte le migliorie che abbiamo visto sulla Interceptor. 

SCHEDA TECNICA

ROYAL ENFIELD  INTERCEPTOR 650 BLACKOUT
MOTORE Bicilindrico parallelo frontemarcia, Euro 5
CILINDRATA 648 cc
POTENZA 48 CV a 7.250 giri/min
COPPIA 52 Nm a 5.250 giri/min
PESO 217 kg o.d.m.
PREZZO Da 6.900 euro

Pubblicato da Danilo Chissalè, 28/04/2023
Gallery
Listino Royal Enfield Interceptor 650
Allestimento CV / Kw Prezzo
Interceptor 650 47 / 35 6.600 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Royal Enfield Interceptor 650 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Royal Enfield Interceptor 650
Vedi anche