Logo MotorBox
Cool Factor

Triumph Scrambler 1200 X: piacere di guida, stile, qualità e prezzo giusto... made in Hinckley


Avatar di Alessandro Perelli , il 29/03/24

2 settimane fa - Prova della bicilindrica dal look neo-retrò, costruita bene e dinamica

La famiglia delle scrambler fa spazio al nuovo modello che si distingue per la qualità costruttiva, il design e le doti di guida con un listino accessibile

Se dite scrambler non possono che venire in mente moto ricche di fascino, che hanno segnato un’epoca, dove il mito americano anni ’50/’60 e ’70 era vigoroso anche al di qua dell’Oceano e il piacere di guidare si fondeva con l’essenza della libertà. Moto di media cilindrata e versatili, che portavano semplicemente al bar, ma anche su un bel sentiero fuoristrada per arrivare dove le altre non potevano e capaci di trasmettere le giuste vibrazioni ai polsi e al cuore. Dopo oltre mezzo secolo da quel romanticismo d’altri tempi, le scrambler sono tornate sulla breccia perché è tornata la voglia di moto alla mano, facili da guidare e belle da vedere, che trasmettono emozioni alla portata di tutti. Proprio come la nuova Triumph Scrambler 1200 X, ovvero come la Casa di Hinckley interpreta versatilità e piacere di guida con qualità, un bel look neo-retrò, a un prezzo alla portata di tante tasche. Questo, per me è il cool factor della bicilindrica inglese.

Triumph Scrambler 1200 X: tutto lo stile neo-retrò della bicilindrica inglese Triumph Scrambler 1200 X: tutto lo stile neo-retrò della bicilindrica inglese

Look piacevole e ''evergreen''

Parto con lo stile, che trovo super azzeccato poiché si ispira al passato ma, come accennato, in una chiave di lettura moderna. Che belli il serbatoio con la fascia in alluminio e il tappo della benzina old style, il cruscotto LCD/TFT completo di tutte le informazioni per la guida, il faro tondo a LED e il manubrio largo. E potevano mancare su una scrambler ruote a raggi da 21” e 17”, tubi di scarico alti in perfetto stile e sella bella dritta? Tutto essenziale e ben costruito.

Triumph Scrambler 1200 X: motorone tutta coppia e tanto gusto con l'acceleratore Triumph Scrambler 1200 X: motorone tutta coppia e tanto gusto con l'acceleratore

Tanta qualità percepita

Lato ciclistica, a Hinckley hanno abbinato al telaio in tubi d’acciaio una forcella Marzocchi upside-down con escursione di 170 mm e un doppio ammortizzatore posteriore, sempre Marzocchi, regolabile nel precarico e sempre con escursione di 170 mm. L’impianto frenante sfrutta un doppio disco anteriore da 310 mm con pompa Brembo e pinze Nissin a due pistoncini. Dietro c’è un disco da 255 mm con pinza mono-pistoncino sempre Nissin. Il peso in ordine di marcia è di 228 kg. E se nel 2024 la Scrambler 1200 X diventa la entry level della gamma al posto della XC lasciando la più raffinata 1200 XE al top; ebbene, non ha nulla da invidiarle lato tecnologia. Infatti, troviamo piattaforma inerziale, ABS e traction control cornering disinseribile, ride by wire e cinque mappe motore – Road, Sport, Off-Road, Rider, Rain - per plasmare la moto sulla vostra guida e sul percorso.

Triumph Scrambler 1200 X: l'immancabile tubo di scarico sdoppiato con piastra paracalore Triumph Scrambler 1200 X: l'immancabile tubo di scarico sdoppiato con piastra paracalore

Fidarsi di lei è semplice

Una volta in sella, la sensazione è di avere tutto sotto controllo. La seduta è comoda e a soli 820 mm da terra, io sfioro il metro e 80 e tocco bene. Il manubrio è largo, il cavallo è bello stretto e le pedane non costringono a piegare troppo le ginocchia. Voto più alla posizione. Lato motore, Triumph si affida al suo milledue Bonneville monoalbero, raffreddato a liquido con una potenza di 90 CV a 7.000 giri e una coppia di 110 Nm a 4.250 giri. Numeri che, vedremo, regalano una bel vigore alla “Scramblerona”. Piace come borbotta il bicilindrico al minimo, corposo e fluido nell’erogare potenza e coppia fin da basso regime. E piace anche come sia ben sintonizzato con la frizione leggera e il cambio preciso: niente spigoli nella guida. Si viaggia senza un pensiero e questo è un gran pregio della Scrambler 1200 X, sia nel traffico, sia su strade più libere. Insomma, posso trotterellare con lei che mi dà corda fin da appena 2.000 giri, senza problemi. Altrimenti mi accompagna con una bella spinta, allungando il passo fuori da un tornante.

VEDI ANCHE



Triumph Scrambler 1200 X: 228 kg di peso... piuma, traction off e avantreno che punta il cielo Triumph Scrambler 1200 X: 228 kg di peso... piuma, traction off e avantreno che punta il cieloUNA MOTO EQUILIBRATA E FACILE Scarse le vibrazioni, almeno fino a medio regime, poi qualcosa lo trasmette, ma nulla di fastidioso, anzi… la sentite viva. L’escursione e la taratura delle sospensioni assicurano un assetto equilibrato, che non mette in difficoltà. E se è vero che su pavé cittadino o piccole sconnessioni in rapida sequenza qualche vibrazione di troppo arriva a braccia e fondoschiena, sugli avvallamenti più profondi sembra di viaggiare sul velluto. Il peso della moto e il cerchio davanti da 21” non sono un limite all’agilità. Certo non è un fuscello, ma una volta capite le reazioni fra le curve, troverete la Scrambler anche piuttosto stabile. Semmai, le gomme leggermente scolpite - qui ci sono delle Metzeler Karoo Street - non offrono il top della confidenza quando piegate di più su asfalto, ma un compromesso va pur trovato.

Triumph Scrambler 1200 X: sterrati e mulattiere si affrontano senza problemi Triumph Scrambler 1200 X: sterrati e mulattiere si affrontano senza problemiIN FUORISTRADA SA DIVERTIRE Al contrario, grazie al leggero tassello e alla mappa Off-Road, le strade bianche entrano di diritto nella comfort zone dell’inglese. Vero, nuovamente i 228 kg non aiutano, ma l’altezza della sella permette di appoggiare i piedi per una zampettata d’emergenza e anche se vi sollevate sulle pedane non avrete problemi a tenere a bada la moto. Volete un difetto? Quasi impossibile abituarsi ai collettori alti. Il rischio ustione è dietro l’angolo e il calore emanato è piuttosto sgradevole. Qui, il look ha la meglio sulla praticità, ma tant’è… Chiudiamo sulla dinamica con un cenno su ABS e traction control. Il primo è sembrato un pizzico invasivo nelle frenate più energiche: vince la sicurezza, ma bene così. Ottima, invece, la taratura del traction, che quando interviene lo fa con attenzione e delicatezza. E alla voce consumi il bicilindrico inglese non delude con un dato interessante di quasi 21 km/litro dopo una scorpacciata di km su asfalto e un po’ di piacevole off-road.

Triumph Scrambler 1200 X: se la cava bene fra le curve nonostante la ruota davanti da 21'' Triumph Scrambler 1200 X: se la cava bene fra le curve nonostante la ruota davanti da 21''

Per il 2024 prezzi più bassi

Cosa chiedere ancora alla 1200 X? Per esempio, un prezzo giusto: qui Triumph centra l’obiettivo con un listino che nel colore nero parte da 14.995 euro franco concessionario, quindi più basso di ben 1.200 euro della XC dell'anno scorso. Ma se la preferite grigia o rossa aggiungete 350 euro. C’è anche una ricca lista di accessori per personalizzare la moto sia lato estetico sia pratico con borse e molto altro.

Triumph Scrambler 1200 X: il robusto ed efficiente bicilindrico parallelo Bonneville da 90 CV Triumph Scrambler 1200 X: il robusto ed efficiente bicilindrico parallelo Bonneville da 90 CV

Scheda tecnica

Motore bicilindrico parallelo frontemarcia, Euro 5
Cilindrata 1.200 cc
Potenza max 90 CV/7.000 giri
Coppia max 110 Nm/4.250 giri
Telaio tubolare in acciaio a doppia culla chiusa
Sospensioni ant. forcella USD, post. doppio ammortizzatore
Freni  ant. doppio disco 310 mm, post. disco 255 mm
Autonomia EV 228 kg a secco
Prezzo da 14.995 euro f.c.

Pubblicato da Alessandro Perelli, 29/03/2024
Tags
Gallery
Listino Triumph Scrambler 1200
Allestimento CV / Kw Prezzo
Scrambler 1200 1200 XE 90 / 66 16.595 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Triumph Scrambler 1200 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Triumph Scrambler 1200
Vedi anche