Autore:
Matteo Larini

REA CAMPIONE Dopo quattro anni di dominio incontrastato della Kawasaki e di Rea, all'inizio del 2019 la WSBK sembrava aver trovato un degno avversario per il campione in carica: lo spagnolo Alvaro Bautista, cui va concesso l'onore delle armi. Nonostante un vero e proprio dominio ad inizio stagione per il binomio Bautista-Ducati, nel corso dei mesi la classifica ha iniziato a cambiare, tanto che mentre il dominatore della prima parte dell'anno si rendeva protagonista di cadute a ripetizione, il rivale nordirlandese recuperava terreno, fino a ribaltare la situazione, accumulando novanta punti di vantaggio, diventati cruciali oggi per la conquista del quinto titolo iridato. Rea entra nella storia, battendo Carl Fogarty e diventando il centauro con più campionati vinti nel mondo delle derivate di serie ( ma detiene anche i record di punti e vittorie conquistate).

LA GARA A differenza della gara di ieri e della superpole race (vinte entrambe da Toprak Razgatlioglu), questa corsa non è stata particolarmente appassionante, e si è conclusa già nel secondo giro, quando il turco ha perso l'anteriore, coinvolgendo nella caduta il malcapitato Bautista, che ha visto cosi sfumare del tutto la flebile speranza residua di vincere il titolo mondiale. Rea, dopo la caduta dei due principali contendenti alla vittoria odierna, si è scambiato la leadership con Van der Mark, prima di imprimere una forte accelerazione al ritmo della corsa e fuggire in solitaria verso la vittoria.

GLI ALTRI  Terza posizione per l’altra Yamaha, quella di Alex LowesChaz Davies replica il quarto posto della corsa sprint, ma non è mai stato in lotta per la vittoria. Alle spalle del gallese della Ducati si piazza Loris Baz, autore di un’altra buona gara. Marco Melandri torna nella zona alta della classifica terminando al sesto posto, davanti ad Haslam ed a Tom Sykes. I due giovani italiani Alessandro Delbianco e Michael Ruben Rinaldi, rispettivamente sedicesimo e diciassettesimo, hanno chiuso la classifica della corsa.

WSBK Magny-Cours, gara-2: ordine d'arrivo e distacchi

Pos No. Rider Moto Distacco
1 J.  REA Kawasaki ZX-10RR  
2  M. VAN DER MARK Yamaha YZF R1 0.862
3  A. LOWES Yamaha YZF R1 1.702
4 C. DAVIES Ducati Panigale V4 R 4.014
5 L.  BAZ Yamaha YZF R1 4.989
6 M. MELANDRI Yamaha YZF R1 19.939
7  L.  HASLAM Kawasaki ZX-10RR 20.130
8 T.  SYKES BMW S1000 RR 20.305
9  L.  CAMIER Honda CBR1000RR 26.564
10 J.  TORRES Kawasaki ZX-10RR 27.855
11  L.  MERCADO Kawasaki ZX-10RR 30.190
12  E. LAVERTY Ducati Panigale V4 R 32.283
13 S. BARRIER Ducati Panigale V4 R 48.000
14 R. KIYONARI Honda CBR1000RR 48.298
15  M. REITERBERGER BMW S1000 RR 48.703
16 A. DELBIANCO Honda CBR1000RR 54.384
17 M. RINALDI Ducati Panigale V4 R 3 Giri
Ritirati      
RIT 11 S. CORTESE Yamaha YZF R1 11 Giri
RIT 19 A. BAUTISTA Ducati Panigale V4 R 19 Giri
RIT 54 T.  RAZGATLIOGLU Kawasaki ZX-10RR 20 Giri


 


TAGS: titolo ducati kawasaki rea Magny-Cours wsbk Bautista WSBK 2019 WSBK Magny-Cours