Autore:
Federico Maffioli

SUPERPOLE Jonathan Rea chiude Superpole 2 con il crono di 1.56.356, conquistando la pole qui in Qatar e siglando il record della pista. Un inizio che fa pensare ad una gara in discesa per l’inglese attuale leader in Campionato, che dovrà cercare di far meglio della quattordicesima posizione per laurearsi Campione del Mondo 2016 con una gara di anticipo. Secondo posto, invece, per Nicky Hayden autore di un gran giro ed in ritardo su Rea di 205 millesimi. Chiude la prima fila Chaz Davies, terzo davanti alla Honda numero 69 per soli 41 millesimi. Seconda file per entrambe le Yamaha ufficiali con Sylvain Guintoli, quarto davanti a Tom Sykes, a Losail non particolarmente competitivo ed in ritardo di 579 millesimi dal compagno di squadra, ed Alex Lowes, sesto per soli 79 millesimi dalla Kawasaki numero 66. Xavi Fores apre invece la terza fila con la settima posizione davanti all’Aprilia di Lorenzo Savadori ottavo e alla Honda di Michael van der Mark nono. Nettamente più in ritardo Davide Giugliano, undicesimo a 1.4 secondi dal compagno di squadra ed in mezzo alla Bmw del Team Althea di Jordi Torres decimo e alla MV Agusta di Leon Camier dodicesimo ad oltre due secondi dal best lap di oggi. Da sottolineare la tredicesima posizione di Raffaele De Rosa, neo Campione della Stock 1000 ed in pista con la terza Bmw eccezionalmente in pista qui in Qatar.

CAVALCATA SOLITARIA Uno strabiliante Chaz Davies vince gara uno, dopo una corsa dominata e guidata spanne sopra a tutti. La Ducati numero sette parte bene, si mette davanti nel giro di un paio di curve e li rimane fino a passare sotto la bandiera a scacchi in solitaria rifilando 3.9 secondi al secondo Jonathan Rea. Con questo risultato la Kawasaki numero 1 si conferma così Campione del Mondo per il secondo Anno consecutivo, dopo una Stagione sempre in testa alla classifica, dominata all’inizio e meno incisiva nella seconda parte. Opposto, invece Chaz Davies che con questa vittoria conclude in prima posizione la sesta gara consecutiva e domani lotterà fino alla fine per provare a togliere all’ultima gara la seconda posizione in Campionato a Sykes, oggi quarto e a sette punti di vantaggio in classifica generale su Davies, che adesso è a dieci vittorie 2016, una in più sulle nove di Rea!

PECCATO IL FINALE Nicky Hayden è protagonista di un’ottima prima parte di gara, corsa in terza posizione e conclusa poi quinto al traguardo dopo il sorpasso di Guintoli, prima e Sykes dopo. La Yamaha ufficiale, con la terza posizione di oggi, conquista così il suo primo podio del 2016 su un tracciato su cui il pilota francese è sempre stato particolarmente competitivo. Giù dal podio, invece Tom Sykes, per cui scatta l’allarme rosso: domani dovrà cercare di essere più competitivo perché richia di perdere il titolo di Vice Campione del Mondo 2016

CONTATTO INIZIALE Davide Giugliano rientra ai box nella parte finale di gara uno, lamentando dolore alla spalla già infortunata a causa di un contatto avvenuto subito dopo la partenza con Lorenzo Savadori. I due italiani iniziano così nelle ultime posizioni la gara, ma se la Ducati numero 34 si ritira, Lorenzo Savadori è autore di una bella rimonta e chiude in decima posizione, davanti alla Honda di Michael van der Mark, nono. Chiudono i piloti della top ten Xavi Fores, sesto e Jordi Torres ottavo. Da sottolineare anche la prestazione di Raffaele De Rosa, neo campione della Stock 1000 e dodicesimo alla gara d’esordio.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara uno a Losail in Qatara: 1) Chaz Davies, Ducati; 2) Jonathan Rea, Kawasaki; 3) Sylvain Guintoli, Yamaha; 4) Tom Sykes, Kawasaki; 5) Nicky Hayden, Honda; 6) Xavi Fores, Ducati; 7) Alex Lowes, Yamaha; 8) Jordi Torres, Bmw; 9) Michael van der Mark, Honda; 10) Lorenzo Savadori, Aprilia; 11) Leon Haslam, Kawasaki; 12) Raffaele De Rosa, Bmw; 13) Alex De Angelis, Aprilia; 14) Roman Ramos, Kawasaki; 15) Joshua Brookes, Bmw; 16) Luca Scassa, Ducati; 17) Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; 18) Leon Camier, Mv Agusta; 19) Dominic Schmitter, Kawasaki; 20) Peter Sebestyen, Bmw; 21) Gianluca Vizziello, Kawasaki. NON CLASSIFICATI: Karel Abraham, Bmw; Davide Giugliano, Ducati; Markus Reiterberger, Bmw; P. Szkopez, Yamaha.


TAGS: nicky hayden chaz davies Sylvain Guintoli alex lowes jonathan rea tom sykes jordi torres lorenzo savadori xavi fores michael van der marc superbike 2016 qatar losail rea campione del mondo 2016 titolo sbk 2016 sbk qatqar gara 1 2016 pole qatar sbk 2016