Logo MotorBox
MotoGP 2024

Martin alle prese con le troppe cadute: "C'è qualcosa, devo analizzare il motivo"


Avatar di Luca Manacorda , il 10/07/24

1 settimana fa - Lo spagnolo arriva alla pausa estiva dopo l'ennesima caduta

Tutti i dubbi nella testa di Jorge Martin
Lo spagnolo arriva alla pausa estiva dopo l'ennesima caduta che lascia più di un tarlo nella sua testa

La caduta nel penultimo giro del GP Germania ha avuto un peso enorme per Jorge Martin, non solo dal punto di vista della classifica iridata. Se i 25 punti gettati al vento, e la vittoria lasciata al rivale Francesco Bagnaia, gli sono costati la leadership del Mondiale, ancora più pesanti sono i dubbi che tormenteranno lo spagnolo durante tutta la pausa estiva della MotoGP.

ANALIZZARE IL MOMENTO E RIALZARSI Ad ammetterlo è stato lo stesso Martin, che dopo la caduta al Sachsenring ha ricordato gli episodi analoghi accaduti quest'anno: ''Penso che sia un momento davvero importante nella mia carriera perché è tempo di capire cosa mi sta succedendo e imparare da questo. Penso che la caduta di Jerez, quella del Mugello e quella di qui siano completamente la stessa cosa, quindi c'è qualcosa: non so se sia il mio stile, la mia testa, non so cosa. Ma c’è qualcosa che mi fa cadere e che deve essere migliorato. Devo prendermi il mio tempo, analizzare, imparare e rialzarmi''. A Jerez, in particolare, Martin ha gettato al vento la vittoria in maniera del tutto analoga a quanto avvenuto in Germania.

VEDI ANCHE



MotoGP Germania 2024, Sachsenring: Jorge Martin (Ducati) Credits: MotoGP.com MotoGP Germania 2024, Sachsenring: Jorge Martin (Ducati) Credits: MotoGP.com

NESSUNA SCUSA Il pilota della Ducati Pramac è ora scivolato al secondo posto della classifica generale, a 10 punti da Bagnaia. Tutto rimane in gioco e Martin vuole farsi trovare pronto alla ripresa delle ostilità a Silverstone, dove a inizio agosto si disputerà il GP Gran Bretagna: ''Non è il momento delle scuse. Alla fine, se si verifica una caduta, c’è un errore. Basta capirlo, analizzarlo bene. In questo momento potrei dire la stessa cosa di Jerez, ma non sarebbe vero. Quindi preferisco prendermi il tempo per analizzare bene il motivo per cui mi sta succedendo. Fa male, ovviamente, sarà difficile dormire la notte ma ricominceremo a lavorare''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 10/07/2024
Tags
Vedi anche