Pubblicato il 19/06/20

BASTONER A un paio di settimane dalle sue ultime esternazioni sul campionissimo Marc Marquez, l'ex pilota di Ducati e Honda, Casey Stoner, è tornato a parlare di attualità e MotoGP, ospite della trasmissione ''2 Wheels'' (due ruote), su FOX Sports Asia. Il due volte iridato ha risposto alle domande sui temi più gettonati del momento, ma ovviamente a fare più notizia sono sempre le sue parole sulle altre leggende viventi delle due ruote, Marc Marquez e Valentino Rossi.

Casey Stoner con un giovanissimo Marc Marquez i tempi della Honda

BATTERE MARQUEZ ''Mi chiedono in tanti cosa sarebbe successo se non mi fossi ritirato, e se penso che avrei potuto battere Marc'' - ha esordito l'ormai 35enne di Southport - ''Se lo hanno fatto Dovizioso, Lorenzo, Valentino e Pedrosa, certamente avrei potuto farlo anche io. Ma se parliamo di campionato, Marc, specialmente nelle ultime stagioni, è diventato estremamente consistente, colmando molte delle sue debolezze, e credo che sarebbe stato molto difficile da battere''.

Valentino Rossi (Yamaha), Qatar MotoGP test 2020

IL TALENTO NON SI PERDE Stoner ha parlato anche di Rossi, che si accorderà probabilmente con il team Petronas per la prossima stagione: ''Credo che se avesse smesso un po' prima avrebbe lasciato un'eredità, cosa che farà in ogni caso'' - ha spiegato Stoner - ''Ora sta dimostrando di essere battibile, è deludente vedere un pilota che chiunque avrebbe voluto nella propria squadra e pagato una fortuna, retrocesso in un team satellite. Penso che Valentino abbia ancora il potenziale per ottenere qualche ottimo risultato, e forse vincere qualche gara in futuro, senza dubbio. Il talento non lo perdi di certo, è solo triste vederlo non essere sempre in grado di lottare per il podio come avveniva un tempo''.


TAGS: motogp valentino rossi casey stoner marc marquez MotoGP 2020