Quartararo rinnova con la Yamaha fino al 2024, come cambia il mercato piloti
MotoGP 2022

Quartararo-Yamaha, insieme fino al 2024! Come cambia il mercato piloti


Avatar di Simone Valtieri , il 03/06/22

1 mese fa - Fabio Quartararo e la Yamaha annunciano un prolungamento di due anni!

Fabio Quartararo e la Yamaha annunciano l'accordo raggiunto per un prolungamento di due anni del contratto! Vediamo le ricadute sul mercato piloti

RINNOVO BIENNALE Come anticipato qualche settimana fa, è arrivato l'annuncio ufficiale di Fabio Quartararo e della Yamaha, che hanno rinnovato il loro impegno comune fino al 2024, per due altre stagioni dunque, andando oltre le lamentele e i mal di pancia che il pilota francese aveva evidenziato nelle prime gare del mondiale, poi via via rientrate nel corso della stagione. Quartararo è attualmente in testa al campionato ed è stato il più costante dei piloti in pista in questa stagione (assieme ad Aleix Espargarò), triando fuori ogni volta il massimo possibile dal cilindro, anche laddove la sua moto non è sembrata così competitiva.

MotoGP Francia 2022, Le Mans: Fabio Quartararo (Yamaha) MotoGP Francia 2022, Le Mans: Fabio Quartararo (Yamaha)

LE PAROLE DI FABIO ''Sono davvero felice di annunciare che rimarrò in Yamaha per altri due anni - ha spiegato Quartararo - In passato, passare alla MotoGP con questo marchio, e poi al team factory, è stato fantastico. Yamaha ha creduto in me fin dall'inizio, è qualcosa che non sottovaluto affatto. Questo nuovo accordo rappresenta una decisione importante. Sto attraversando un ottimo momento della mia carriera, quindi mi sono preso un po' più di tempo prima di prendere questa decisione, volevo essere sicuro. Credo nel progetto Yamaha MotoGP e sento che Yamaha è davvero motivata. Ora che abbiamo ufficialmente confermato la nostra decisione, possiamo concentrarci completamente sulla stagione in corso. Voglio dire grazie alle persone che mi stanno intorno, che mi aiutano e mi supportano sempre, così come ai fan che fanno il tifo per me. Apprezzo davvero tutto questo supporto''.

YAMAHA DIMEZZATA? Con questo annuncio il campione del mondo potrà concentrarsi su questa stagione e sul bis iridato nel mirino, ma cosa cambia nel mercato piloti con la pedina francese che ha trovato il suo posto nello scacchiere? Intanto, rispetto all'ultima analisi, c'è una novità: l'Aprilia avrà due moto in più in griglia, grazie all'accordo trovato con il team RNF WithU e con Razlan Razali, che dunque lascerà la Yamaha. Non è chiaro, perciò, se Yamaha avrà un team satellite o se subentrerà un nuovo team e una nuova moto per la stagione 2023. Di fatto, dunque, Fabio Quartararo e il suo compagno Franco Morbidelli sono ora entrambi sotto contratto e certi di guidare la M1 anche nella prossima stagione.

VEDI ANCHE


I TEAM UFFICIALI Restando nei team ufficiali, certi della sella per il 2023 sono anche i due dell'Aprilia, Aleix Espargaro e Maverick Vinales, che hanno annunciato il rinnovo proprio al Mugello la scorsa settimana. Negli altri team ufficiali, Honda, Ducati e KTM, un solo posto è già prenotato, rispettivamente: Marc Marquez, Francesco Bagnaia e Brad Binder che sono in cerca di compagno. Per le selle nel box affianco i favoriti sono Joan Mir (attualmente in Suzuki e favorito per la sella di Pol Espargaro), Enea Bastianini (per ora nel team Gresini Racing, Ducati ha annunciato che la decisione sarà presa prima della pausa estiva, l'altro concorrente è Jorge Martin) e Jack Miller, che farà posto a uno dei due appena menzionati e sembra vicino a prendere il posto di Miguel Oliveira in KTM.

MotoGP Portogallo 2022, Jack Miller (Ducati) MotoGP Portogallo 2022, Jack Miller (Ducati)

I TEAM CLIENTI DUCATI Più ingarbugliata la situazione dei team clienti. Con l'addio della Suzuki, ci sono attualmente due posti in meno sulla griglia, e bisognerà attendere eventuali annunci su team e aziende che si prenderanno l'onere di sostituire la casa di Hamamatsu. Al momento iscritti al mondiale sono, dunque, gli altri team. Partendo dai tre team Ducati: in Pramac Racing potrebbero anche confermare in blocco Jorge Martin (se non dovesse essere scelto per il team ufficiale) e Johann Zarco. Gresini Racing, che andrà a perdere Enea Bastianini, non ha ancora confermato Fabio Di Giannantonio, reduce da un'ottima prestazione al Mugello, e potrebbe mettere gli occhi su Miguel Oliveira, in uscita da KTM. Anche il team di Valentino Rossi, il Mooney VR46, che attualmente vede Luca Marini e Marco Bezzecchi in sella (anch'essi molto bravi al Mugello) deve ancora prendere le proprie decisioni, con Celestino Vietti che dalla Moto2 sta spingendo per un posto. 

GLI ALTRI TEAM Il team RNF WithU passerò da Yamaha ad Aprilia, ed è dunque tutto ancora in divenire, con Andrea Dovizioso e Darryn Binder che dovranno difendere la propria sella ma che dovranno anche confrontarsi con la nuova casa, che potrebbe avere altri piani. Nel team LCR Honda sia Alex Marquez che Taka Nakagami sono a rischio, con Alex Rins e Ai Ogura già accostati alle loro selle per il 2023, ma senza alcuna ufficialità. Infine il team KTM Tech3, con i due rookie Remy Gardner e Raul Fernandez che non hanno sin qui impressionato, ma che potrebbero restare in blocco salvo colpi di mano della dirigenza austriaca. 


Pubblicato da Simone Valtieri, 03/06/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox