Pubblicato il 06/02/2020 ore 11:00

SESSANTA ANNI IN PISTA Presenetato il Team Suzuki Ecstar 2020 di Alex Rins e Joan Mir, nell'anno del 60° anniversario dal debutto in gara nel Tourist Trophy della iconica moto giapponese. Per questo motivo al familiare colore azzurro del team azzurro è stato associato il tradizionale argento Suzuki, con cui solo due anni più tardi rispetto al 1960, nel 1962, Ernst Degner vinse la prima gara nella classe 50cc per la Suzuki. Da allora sono arrivati 14 titoli mondiali fino alle recenti vittorie, come quelle di Rins al GP delle Americhe e al GP di Gran Bretagna la scorsa stagione.

ALEX RINS Lo spagnolo Rins, presente assieme al compagno di team alla presentazione, ha dichiarato: ''La scorsa stagione mi ha regalato una delle sensazioni più belle sulla terra, quella di vincere la prima gara in MotoGP. Un sogno che è diventato realtà. Porterò quelle emozioni in pista nel 2020 con la consapevolezza della crescita che ho realizzato e con la livrea speciale per i 60 anni delle corse, che mi rende molto orgoglioso. Qui in Suzuki c'è un'atmosfera familiare, sembra essere nel loro DNA, insieme cercheremo di vincere e fare la differenza, voglio ottenere più podi e più vittorie della passata stagione''.

JOAN MIR Il giovane ex rookie, Joan Mir, non vede l'ora di salire in pista: ''Le mie aspettative per il 2020 sono molto più alte rispetto allo scorso anno, perché non sono più un rooke. Ho concluso in crescita il 2019, con miglioramenti consistenti che mi hanno aiutato a superare le difficoltà derivanti dalla caduta di Brno. Il mio obiettivo è crescere e collocare il mio nome tra quello dei piloti migliori, mi sono allenato molto bene durante l'inverno concentrandomi sulla preparazione fisica, sono davvero impaziente di riaccendere la mia MotoGP''.

DAVIDE BRIVIO Infine ha parlato anche il team principal Davide Brivio, molto positivo circa il futuro del suo team: ''Il 2019 è stata una stagione importante per noi, con progressi costanti per tutto l'anno. Questa è la strada per il successo, Alex ha ottenuto due vittorie e siamo anche molto contenti dei progressi di Joan, Il 2020 sarà sicuramente un anno speciale per noi, ci sentiamo ancora più motivati a far bene per l'azienda e per i fan. I nostri ingegneri in Giappone hanno lavorato tantissimo per migliorare il nostro pacchetto, credo che dobbiamo fissare il nostro obiettivo più in alto e migliorare le prestazioni della squadra con entrambi i piloti''.


TAGS: suzuki motogp Team Suzuki Ecstar Davide Brivio alex rins joan mir MotoGP 2020