Pubblicato il 22/05/20

BOTTA E RISPOSTA Il quindici volte iridato nel Motomondiale, Giacomo Agostini, ha risposto alle ultime affermazioni di Jorge Lorenzo cercando di stemperare i toni e di chiudere - almeno parzialmente - la polemica innescata dalle sue dichiarazioni dello scorso mese, quando affermò che il campione spagnolo non si fosse espresso al meglio in Ducati, cercando il pretesto del serbatoio per giustificare la scarsa competitività. Lorenzo aveva risposto per le rime, sottolineando peraltro che dopo le modifiche che il team di Borgo Panigale fece per lui, iniziarono ad arrivare vittorie e prestazioni convincenti. Ora l'ultimo - speriamo - capitolo della vicenda, lo ha scritto ancora Ago, che intervistato dal quotidiano spagnolo AS ha provato a chiudere la polemica.

AGO NON RITRATTA''Non voglio polemiche perché apprezzo Lorenzo e continuerò a farlo. Gli manderò un messaggio affinché lo capisca'' - ha esordito la leggenda della MotoGP - ''Però non posso dire che ha vinto se non l'ha fatto. Quando mi chiedono dei suoi anni con Ducati e Honda, non posso dire che ha vinto tutto, occorre essere onesti, altrimenti la gente mi accuserebbe di parlare con il cuore e non con la testa. Mi spiace molto perché speravo che Lorenzo vincesse il mondiale con la Ducati, ma non l'ha fatto, e vincere tre gare non è la stessa cosa che vincere un titolo. Ho solo detto questo, null'altro''.

Jorge Lorenzo (Yamaha) durante i test ufficiali MotoGP di Sepang

EPOCHE DIFFERENTI Jorge è peraltro uno dei piloti più stimati da Agostini, che alle sue dichiarazioni aggiunge: ''Capisco che non sia possibile confrontare la mia e la sua epoca, e sono il primo a non volerlo fare, ma essendo molto dispiaciuto, ho detto solo ciò che tutti sanno. Ho festeggiato con lui le sue vittorie, ma se non vince non si può fare. Ricordo che una volta si era qualificato in ultima fila con la Honda, ed ero andato sullo schieramento per salutarlo, ma devo dire la verità: non ha vinto il titolo né in Honda né in Ducati, e di questo non ho colpe, non posso affermare il contrario''.


TAGS: yamaha honda ducati motogp giacomo agostini jorge lorenzo MotoGP 2020