Pubblicato il 29/11/2019 ore 16:36

UN CAMPIONE VERO Quindici titoli mondiali, centoventitré Gran Premi vinti, diciotto titoli italiani, dieci Tourist Trophy e un totale di 311 vittorie in gara. Sono gli impressionanti numeri della carriera agonistica di Giacomo Agostini, iniziata negli anni Sessanta e conclusasi nella seconda metà dei Settanta, gran parte trascorsa in sella a una MV Agusta.

LA STORIA A DISPOSIZIONE DI TUTTI La storia agonistica di Agostini sarà ora conservata in un museo, che lo stesso campione ha allestito nella sua casa di Bergamo, aprendolo anche al pubblico, per la gioia dei fan della casa motociclistica e di tutti gli appassionati di corse. Il progetto è dell’architetto Michele Giavarini, e al suo interno raccoglie tutti gli oltre 350 trofei conquistati da Agostini, organizzati in ordine cronologico senza rinunciare a qualche passaggio più “emotivo”.

La leggendaria MV Agusta 500 tre cilindri di Giacomo Agostini

COPPE E MOTO E così, tra coppe e medaglie, all’interno del museo si trovano alcune tra le moto più significative della sua carriera (tra cui la leggendaria MV Agusta 500 tre cilindri), caschi, tute e oggetti personali del campione. Ad accogliere i visitatori, sul pavimento in cemento inox, spicca il leggendario numero “1” in nero su giallo e la scritta “Ago” in rosso. “Sentivo la necessità di avere una sala trofei mia, concepita come la sognavo per poter passare i momenti liberi, ricordando i miei successi”, ha commentato lo stesso Agostini.

COME VISITARLO Il museo Agostini è un allestimento privato, e può essere visitato a gruppi (di minimo otto persone) su prenotazione, da effettuarsi presso Villa Vittoria Charme and Relax Luxury Bed & Breakfast, gestita dalla figlia Vittoria, e che tra i pacchetti in offerta c’è anche quello che propone una cena in compagnia dello stesso campione. Per informazioni: 035 239209, info@villavittoriabergamo.it.


TAGS: mv agusta giacomo agostini museo