Pubblicato il 25/06/20

ACCORDO FIRMATO L'affare tra Danilo Petrucci e la KTM è giunto in porto, a confermarlo è stato in primis il manager del pilota ternano, Alberto Vergani, che ha parlato di accordo raggiunto con la casa austriaca già nel corso della recente visita del pilota nella sede di Mattighofen, dopodiché ci ha pensato direttamente la casa austriaca ad annunciare l'ingaggio di Danilo Petrucci, ma con il team satellite Tech 3 diretto da Hervé Poncharal e non con il Factory Racing team. A mettersi di traverso pare sia stato il sud africano Brad Binder, rookie con un contratto biennale che ha fatto valere di fronte alle possibili richieste dell'azienda.

MOTO IDENTICHE  Il manager Vergani aveva comunque spiegato prima dell'ufficialità a GPOne: ''È vero, abbiamo firmato con KTM per avere una moto ufficiale al 100%, ma è altresì vero che Danilo potrebbe correre con una delle due squadre. Non cambierà nulla, avrà lo stesso materiale al 100%''. Per questo motivo Danilo può stare tranquillo circa la competitività della sua moto, ricevendo un trattamento simile a quello che attende Valentino Rossi quando approderà al team Petronas Yamaha. La KTM ha comunicato così tutta la lineup 2021: al fianco del sud africano nel Factory Racing, al posto di Pol Espargaro (data ormai certa la sua partenza verso Honda o Ducati), sarà promosso Miguel Oliveira, mentre resterà Iker Lecuona a fare da compagno del Petrux.

Red Bull KTM Tech 3 - Miguel Oliveira e Hafizh Syahrin

PIT SODDISFATTO Danilo è così il primo italiano a firmare un contratto per il 2021, visto che Rossi, Bagnaia, Morbidelli, Dovizioso e Iannone (quest'ultimo bloccato dalla squalifica doping) ancora non hanno firmato con nessun team. Il primo a dare il benvenuto a Petrucci nella famiglia arancione è Pit Beirer: ''Abbiamo quattro ragazzi affamati, Brad e Miguel hanno un ottimo rapporto tra loro, e hanno la nostra fiducia, e siamo felici di accogliere Danilo nel team Tech3, la sua esperienza è importante, ma scommettiamo anche su un pilota con il giusto atteggiamento che ha tanto da dimostrare in MotoGP''. Sulla stessa linea Hervé Poncharal, suo futuro team principal: ''Siamo contento del rinnovo di Iker e siamo lieti di dare il benvenuto a Danilo, è un ragazzo che rispettiamo molto: normale, carismatico e con un gran senso dell'umorismo, nonché uomo squadra capace di vincere un GP. I nostri piloti avranno lo stesso appoggio del team ufficiale, in pista ci saranno 4 KTM uguali, cosa di cui siamo molto grati''.


TAGS: ktm motogp danilo petrucci alberto vergani Petrucci KTM Factory Racing MotoGP 2020 Tech3