LA STORIA CONTINUA Quella tra Johann Zarco e la MotoGP è una storia ancora non terminata. Dopo la strabiliante stagione passata con la Yamaha e il tribolato avvio di Mondiale 2019 con la KTM è arrivato prima l'annuncio del suo addio, e poi il rescindimento di contratto da parte della casa austriaca, e per il pilota francese si prospettavano scenari lontani dalla pista. Invece c'è oggi l'infortunio alla spalla di Taka Nakagami ad aprire uno spiraglio in cui Zarco potrebbe infilarsi per proiettarsi anche sulla prossima stagione.

TAKA INFORTUNATO Per cominciare Johann sostituirà il pilota giapponese in sella alla Honda del team LCR nel trittico di gare che chiuderanno la stagione tra Australia, Malesia e Valencia, tre appuntamenti che Takaaki Nakagami sarà costretto a saltare per operarsi alla spalla e risolvere un problema del tutto simile a quello che ha affrontato Marc Marquez lo scorso dicembre. Questo passaggio di sella è stato tra l'altro avallato anche dal suo ex boss in KTM, Pit Beirer, che si è sempre detto felice se Zarco avesse trovato un'altra sistemazione in MotoGP.

MARC-JOHANN? Ma l'approdo di Zarco in Honda, seppur provvisorio, ha anche un'altra chiave di lettura. Corteggiato dalla Yamaha per un ruolo di tester nel 2020, Johann potrebbe invece tentare la scalata alla Honda. Se dimostrasse in queste gare di maneggiare la RC213V meglio di quanto non stia facendo Jorge Lorenzo, si potrebbero aprire per lui le porte del Team Repsol in ottica 2020, quando andrebbe a comporre una coppia sicuramente competitiva proprio con il campione in carica Marc Marquez. 


TAGS: honda ktm motogp johann zarco nakagami Zarco Taka Nakagami MotoGP 2020 Honda LCR