Autore:
Simone Valtieri
Pubblicato il 20/11/2018 ore 18:00

DAVANTI CI SONO I BIG Il primo assaggio di MotoGP 2019 è andato in scena oggi a Valencia, con la prima giornata di test invernali (dimezzata dalla pioggia) nella quale hanno debuttato moto e piloti che saranno impegnati la prossima stagione. Chi è apparsa in gran spolvero è stata la Yamaha, con Maverick Vinales che ha stabilito il miglior tempo in 1'31"416, a solo un decimo dal tempo che gli aveva consentito di partire in pole position domenica scorsa. Lo spagnolo del team ufficiale Yamaha ha preceduto di 3 decimi Marc Marquez e di 4 decimi il compagno di squadra Valentino Rossi con l'alfiere Ducati, Andrea Dovizioso, quarto ad appena un millesimo dal terzo posto. 

BRAVO MORBIDO! Dietro ai quattro big ha fatto benissimo il tedesco Stefan Bradl, test driver del team Honda LCR che ha concluso la sua giornata a 599 millesimi dal tempo del leader. Sesto Franco Morbidelli, che saliva oggi per la prima volta sulla Yamaha del team Petronas, e che si è fermato a 669 millesimi da Vinales. Dietro al "Morbido" c'è spazio per l'Aprilia di Aleix Espargaro (+0"679), per il ternano Danilo Petrucci, ottavo al debutto sulla Ducati ufficiale (+0"684), per l'altro Espargaro, Pol, su KTM (+0"763) e per il tester Ducati Michele Pirro (+0"804).

I DEBUTTANTI A ridosso della top ten ha concluso Pecco Bagnaia, che dopo la prima corsa sulla Ducati del team Alma Pramac Racing aveva definito "impressionante" la velocità della sua nuova moto. L'11° posto a 980 millesimi da Vinales è un ottimo risultato per il fresco iridato della Moto2, che è stato il migliore dei rookie. 15° Joan Mir, a 1"371 dalla vetta nel suo primo giorno in Suzuki, 23° Fabio Quartararo con la Yamaha, a 2"434 da Vinales (e a 1"8 dal compagno di team Morbidelli), 25° e ultimo Miguel Oliveira, che nel primo giorno di KTM ha chiuso con il tempo di 1'35"118, a 3"702 dal primo.

ESORDI IN SORDINA Ma l'attesa in questa prima giornata di test era tutta per Jorge Lorenzo, al primo giorno in Honda. Il centauro spagnolo ha chiuso la sua giornata in 18° posizione, a 1"543 da Vinales e a 1"2 dal compagno Marquez. Ma era solo il primo giorno e dopo aver guidato una Ducati per due anni, è tutto completamente nuovo per il maiorchino. Subito dietro a lui Andrea Iannone, 19° con l'Aprilia, anch'esso a circa 1"2 dal compagno (Aleix Espargaro), mentre davanti ai due un'altra accoppiata nuova di zecca, quella del francese Johann Zarco con la KTM, 17°.

LA GIUSTA DIREZIONE Più di tutti i riscontri cronometrici di quella che, in fin dei conti, è solo la prima giornata di test, sono però importanti le sensazioni dei piloti. I due della Yamaha, Valentino Rossi e Maverick Vinales, hanno promosso il nuovo motore: "Quello che ci è mancato per tutto il 2018 sembra essere stato trovato con questo nuovo motore" - ha spiegato lo spagnolo - "C'è tanto da lavorare perché questo motore è davvero diverso, cambia parecchio la fase di accelerazione." Le valutazioni di Rossi sono ottimistiche ma più moderate: "Non è male, è un motore che avevamo già provato in stagione, ti permette di degradare meno le gomme, è più pulito e dolce. Ho buone sensazioni, la moto sembra più facile da guidare ma non è ancora abbastanza. Soffriamo il degrado della posteriore e dopo qualche giro iniziamo a scivolare, ma sembra che la direzione presa sia quella giusta."

DUCATI A METÀ In casa Ducati invece Andrea Dovizioso non ha utilizzato la GP19: "Sfortunatamente non abbiamo potuto fare dei paragoni con la nuova moto, abbiamo portato qualche accorgimento su quella di quest'anno per creare una base, poi ha iniziato a piovere e dunque non è stata una giornata importante." Ha spiegato l'italiano, mentre il nuovo compagno di scuderia Petrucci l'ha guidata e si è detto entusiasta della sua giornata: "Mi sentivo come se fosse il primo giorno di scuola, sono orgoglioso di portare questi colori. La giornata è stata veramente positiva, la nuova moto non mostra nulla di negativo, peccato per la pioggia, ma è solo il primo giorno."

I TEMPI DELLA PRIMA GIORNATA DI TEST A VALENCIA

Pos Pilota Moto Tempo Gap Giri
1 Maverick Vinales Yamaha 1’31.416   39
2 Marc Marquez Honda 1’31.718 + 0.302 25
3 Valentino Rossi Yamaha 1’31.845 + 0.429 40
4 Andrea Dovizioso Ducati 1’31.846 + 0.430 38
5 Stefan Bradl Honda 1’32.015 + 0.599 51
6 Franco Morbidelli Yamaha 1’32.085 + 0.669 40
7 Aleix Espargarò Aprilia 1’32.095 + 0.679 37
8 Danilo Petrucci Ducati 1’32.100 + 0.684 43
9 Pol Espargarò KTM 1’32.179 + 0.763 35
10 Michele Pirro Ducati 1’32.220 + 0.804 19
11 Francesco Bagnaia Ducati 1’32.396 + 0.980 38
12 Alex Rins Suzuki 1’32.402 + 0.986 32
13 Takaaki Nakagami Honda 1’32.539 + 1.123 26
14 Jack Miller Ducati 1’32.555 + 1.139 19
15 Joan Mir Suzuki 1’32.787 + 1.371 59
16 Tito Rabat Ducati 1’32.834 + 1.418 36
17 Johann Zarco KTM 1’32.835 + 1.419 36
18 Jorge Lorenzo Honda 1’32.959 + 1.543 30
19 Andrea Iannone Aprilia 1’33.291 + 1.875 15
20 Karel Abraham Ducati 1’33.301 + 1.885 35
21 Bradley Smith Aprilia 1’33.709 + 2.293 17
22 Jonas Folger Yamaha 1’33.810 + 2.394 30
23 Fabio Quartararo Yamaha 1’33.850 + 2.434 38
24 Hafizh Syahrin KTM 1’34.233 + 2.817 20
25 Miguel Oliveira KTM 1'35"118 + 3.702 33

TAGS: rossi dovizioso marquez vinales motogp 2019 Petrucci Test Valencia Morbidelli Lorenzo Honda Test MotoGP 2019 Zarco KTM Petrucci Ducati Iannone Aprilia Bagnaia Ducati Test MotoGP Valencia