Autore:
La Redazione

ANCORA IN PISTA Il giorno dopo il GP a Barcellona è caratterizzato dai test della classe regina. È lunedì 17 giugno e tutti i protagonisti della massima serie sono impegnati in una giornata di prove basilari per la chiusura della prima parte di stagione. Importante novità dei test catalani sono 4 nuovi tipi di mescole posteriori che Michelin ha messo a disposizione dei piloti in vista del 2020. A segnare il miglior tempo è Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP): 1:38.967s, mentre a metà giornata è stato Alex Rins (1:39.618s) a primeggiare. Dietro al numero 12 Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) e Marc Marquez (Repsol Honda)

MARQUEZ CADUTO A vincere la gara a Montmeló è stato il campione del mondo Repsol Honda che ora comanda la classifica iridata con 37 punti di vantaggio e nella mattinata ha provato diversi tipi di moto. Per il numero 93 tanto lavoro di sviluppo sui particolari. Marquez prova anche una RC213V ibrido che prende anche parti del team satellite LCR e un nuovo cupolino con diverse appendici aerodinamiche. Il leader della categoria sarà anche vittima di una caduta. Per Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) la prova del deflettore montato sul forcellone. Programma simile anche per il collega di box Jorge Lorenzo. Per lui sono test fruttuosi e utili a mettersi alle spalle il grigio GP caratterizzato da una caduta nella quale sono stati coinvolti alcuni avversari. Lo stesso numero 99 è vittima di una scivolata alla curva 9 ma prova anche un nuovo tipo di serbatoi modificato.

SUPER VINALES A dimostrare competitività nella settima prova dell’anno come oggi, le Yamaha sia quelle ufficiali sia quelle satellite. Per Viñales e Valentino Rossi, questi test sono un buon ‘antipasto’ dei più importanti a Brno ad agosto. Data nella quale si testerà anche la moto 2020. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT), reduce dal suo primo podio di MotoGP™, è spesso nelle prime posizioni e quinto finale. In Ducati si provano nuovi pezzi e delle modifiche a quello che fino ad ora è stato portato in pista. Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati), ha anche provato un nuovo cupolino e le due DesmosediciGP hanno 'vestito' delle modifiche al telaio.

SI RIVEDE PEDROSA Anche la scuderia satellite Pramac Racing lavora su alcune novità, come un nuovo codino e vari test con le nuove Michelin. Nel pomeriggio, Francesco Bagnaia prova a segnare il miglior tempo ma, impegnato nel suo giro rapido, cade alle 13. Sarà comunque con i primi (sesto). Aprila deve far fronte alla defezione di Alex Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini), ieri vittima di un incidente. Una brutta botta al ginocchio e vari danni (non gravi) ai legamenti lo tiengono fermo mentre in pista scendono Andrea Iannone e il collaudatore Bradley Smith. I due provano alcune nuove parti di motore. Per KTM si rivede in pista il collaudatore Dani Pedrosa.

Copyright: MotoGP.com


TAGS: yamaha valentino rossi maverick vinales franco morbidelli Test MotoGP 2019 Test MotoGP Barcellona Test MotoGP Montmelò Test MotoGP Barcellona 2019