Autore:
Matteo Larini

SUPER FABIO Dopo quarantacinque minuti di noia, la terza sessione di prove libere si è accesa nell'ultimo quarto d'ora disponibile, quando i piloti hanno messo la gomma morbida al posteriore per tentare il time-attack: il primo a scendere in pista è stato Fabio Quartararo, che ha subito piazzato due tempi di rilievo, che gli hanno permesso di issarsi in testa realizzando entrambe le volte il record della pista, che già era suo dopo il gran tempo delle FP2 di ieri. Il francese è apparso irraggiungibile per molti minuti, prima che arrivasse una sorpresa "gialla", che ha improvvisamente ribaltato la situazione.

46 VS 20 Il lampo giallo è stato quello di Valentino Rossi, che dopo aver rischiato di dover passare dalla Q1 (era fuori dai primi dieci fino all'ultimo tentativo) è riuscito a realizzare un ottimo giro (forse rovinato dall'aver incontrato Zarco negli ultimi due settori) che lo ha portato in prima posizione con il nuovo record della pista, a circa due minuti dal termine della sessione: il pesarese è apparso davvero in forma ed è tra i possibili candidati alla pole position, al pari del collega di marca Quartararo che gli ha soffiato la prima posizione con un'ultima tornata velocissima, soprattutto grazie ad un quarto settore inarrivabile per tutti. Terza posizione per Marc Marquez, apparso molto solido e veloce con le gomme più dure a disposizione: anche se non ha cercato il tempo, il campione in carica resta inevitabilmente un punto di riferimento per la gara, grazie all'ottimo passo avuto nel corso di tutto il turno.

MALE DOVI Chi, invece, è maggiormente in difficoltà è il vincitore della scorsa gara, l'italiano Andrea Dovizioso, che non è riuscito ad entrare nel novero dei primi dieci e dovrà obbligatoriamente passare dalla Q1. Il forlivese è 14° e paga un distacco piuttosto sensibile sia dalla vetta che dal suo compagno di squadra Petrucci, che è riuscito per il rotto della cuffia a rientrare nella top-5. Buona prestazione anche per Jack Miller con la Ducati Pramac (è 4°), mentre Crutchlow è sesto, Vinales 7° e Morbidelli 8°. Solo ventunesimo un deludente Jorge Lorenzo.

MotoGP Silverstone 2019, FP3: tempi e distacchi

Pos. Pilota Moto Tempo Distacco
1 Fabio QUARTARARO Yamaha 1'58.547  
2 Valentino ROSSI Yamaha 1'58.693 0.146 / 0.146
3 Marc MARQUEZ Honda 1'58.913 0.366 / 0.220
4 Jack MILLER Ducati 1'59.003 0.456 / 0.090
5 Danilo PETRUCCI Ducati 1'59.034 0.487 / 0.031
6 Cal CRUTCHLOW Honda 1'59.184 0.637 / 0.150
7 Maverick VIÑALES Yamaha 1'59.298 0.751 / 0.114
8 Franco MORBIDELLI Yamaha 1'59.421 0.874 / 0.123
9 Takaaki NAKAGAMI Honda 1'59.480 0.933 / 0.059
10 Aleix ESPARGARO Aprilia 1'59.529 0.982 / 0.049
11 Alex RINS Suzuki 1'59.540 0.993 / 0.011
12 Miguel OLIVEIRA KTM 1'59.626 1.079 / 0.086
13 Pol ESPARGARO KTM 1'59.725 1.178 / 0.099
14 Andrea DOVIZIOSO Ducati 1'59.740 1.193 / 0.015
15 Johann ZARCO KTM 1'59.847 1.300 / 0.107
16 Francesco BAGNAIA Ducati 1'59.904 1.357 / 0.057
17 Tito RABAT Ducati 2'00.530 1.983 / 0.626
18 Sylvain GUINTOLI Suzuki 2'00.911 2.364 / 0.381
19 Andrea IANNONE Aprilia 2'00.958 2.411 / 0.047
20 Hafizh SYAHRIN KTM 2'01.168 2.621 / 0.210
21 Jorge LORENZO Honda 2'02.478 3.931 / 1.310
22 Karel ABRAHAM Ducati 2'02.629 4.082 / 0.151

TAGS: motogp valentino rossi andrea dovizioso marc marquez motogp 2019 Fabio Quartararo BritishMotoGP 2019 British GP PL3 MotoGP PL3 MotoGP Gran Bretagna 2019