Autore:
Giulio Scrinzi

UN PASSO INDIETRO... Non sempre ogni passo avanti che si compie nella vita è la scelta giusta: sicuramente questo vale per Sam Lowes, attuale pilota del team Aprilia Gresini che, da inizio stagione, non si è mai trovato a suo agio con quella RS-GP fornita direttamente dal reparto corse di Noale. Dal momento che il suo risultato migliore in questo 2017 è stato un 14esimo posto sul circuito francese di Le Mans, il britannico di Lincoln ha deciso di fare un passo indietro e tornare nella “sua” classe Moto2, in modo da rilanciarsi per un futuro migliore.

PER GUARDARE AVANTI Nella stagione 2018, quindi, rivedremo Sam Lowes nella classe di mezzo del Motomondiale, per la precisione in sella a quella Kalex (che potrebbe essere sostituita da un telaio KTM) lasciata libera da Thomas Luthi nel team Garage Plus/carXpert Interwetten, visto che lo svizzero è stato promosso nella classe regina sulla Honda del team Marc VDS. Quello che lo aspetta sarà il proseguimento di un'avventura iniziata nel biennio 2014-2015 con la Speed Up e proseguita l'anno scorso con la Kalex del team Gresini, il quale sperava che il passaggio in MotoGP del britannico classe 1990 sarebbe stata la carta vincente.

SI TORNA A LOTTARE! Purtroppo non è stato così: il ritorno in Moto2, tuttavia, sarà sicuramente la decisione migliore per Sam Lowes, che potrà tornare a lottare per le posizioni di vertice come ha fatto nelle stagioni passate. A tal proposito, ecco il commento di Fred Corminboeuf, team manager del team che lo ospiterà l'anno prossimo: “Siamo entusiasti di avere con noi Sam per la prossima stagione: per entrambi si tratta di un'ottima opportunità per tornare a lottare per le posizioni che contano veramente. Non vediamo l'ora di iniziare a lavorare assieme!”.


TAGS: motogp sam lowes motogp 2017 motogp 2018 sam lowes 2018 sam lowes 2018 moto2