Autore:
La redazione

QUALIFICHE 1 Nella prima sessione di qualifiche del Qatar, Cal Crutchlow  e Takaaki Nakagami sono i due piloti che sono riusciti a sfruttare l’ultima  chance per le Q2. Sessione da dimenticare, invece, per Valentino Rossi, autore del quarto miglior crono delle Q1 e costretto domani a partire dalla quattordicesima posizione della griglia di partenza. Il nove volte Campione del Mondo aveva chiuso la terza sessione di prove libere in quarta posizione, in condizioni di forte vento e pista sporca di sabbia, dando l’impressione di aver ritrovato il giusto feeling con la sua Yamaha. Aspetto che non si è poi confermato in qualifica. Quinto tempo di sessione, poi, per Jorge Lorenzo, autore di una caduta che ha costretto il numero 99 al rientro forzato nel box con la conseguente quindicesima casella della griglia di domani. Caduta che, per la Honda numero 99, si aggiunge a quella della FP3, costata al maiorchino il ritiro durante la terza sessione di libere. Tra i piloti che sono scesi in pista durante la prima sessione di prove libere, c’è da sottolineare il terzo miglior crono di Francesco Bagnaia, che non riesce ad entrare in Q2 per soli 41 millesimi di ritardo dalla Honda numero 30. Nono tempo, poi, per Andrea Iannone, che domani partirà in 19esima posizione, ed undicesimo crono per Johann Zarcò a chiudere la settima fila dello schieramento di domani.

OPPOSTI Tutta altra storia, invece, per l’altra Yamaha ufficiale di Maverick Vinales, che qui in Qatar con il tempo di 1.53.546 centra la prima pole position dell’anno davanti alla Ducati di Andrea Dovizioso, oggi secondo a 198 millesimi dal best lap di sessione e davanti alla Honda di Marc Marquez, terzo, per solo un millesimo di secondo. Durante le Q2, la Honda numero 93 ha sfruttato la scia di Danilo Petrucci per cercare di staccare il miglior crono, un’azione talmente plateale che ha fatto infuriare il box Ducati, che ha presentato un reclamo, senza, però, nessuna conseguenza per Marquez.

CHE BOTTA Chi ha fatto vedere di essere molto in forma qui a Losail è stato sicuramente Jack Miller, in sella alla terza Ducati ufficiale in pista questa stagione gestita dal Team Pramac. Il pilota australiano è stato autore di una serie di giri veloci, conclusi però con una caduta alla curva due che lo ha costretto al rientro anticipato nel box mentre si stava giocando la prima fila dello schieramento. Ottime qualifiche anche per il pilota più giovane in pista oggi, il francese Fabio Qartararo in sella alla Yamaha del Team Petronas, che al termine delle Q2 conquista la quinta casella dello schieramento di partenza di domani. Seconda fila anche per il più veloce delle Q1, Cal Crutchlow, che chiude il Sabato a Losail con il sesto miglior tempo delle qualifiche.

INFASTIDITO Per poco più di un decimo Danilo Petrucci non riesce a centrare la seconda fila dello schieramento di partenza, autore del settimo miglior crono di sessione dopo essere stato infastidito da Marquez durante le Q2. Dietro alla Ducati numero nove si è piazzato Franco Morbidelli, ottavo per soli 36 millesimi da Petrucci e davanti a Takaaki Nakagami, nono, per tre millesimi di secondo.

IN COPPIA Quarta fila per entrambe le Suzuki ufficiali di Alex Rins e joan Mir, autori rispettivamente del decimo ed undicesimo tempo di oggi,  separati tra loro di 133 millesimi, con il numero 42 in ritardo di 711 millesimi dalla pole. Chiude la lista dei piloti in pista oggi nella seconda sessione di qualifiche Aleix Espargarò, dodicesimo nelle Q2 con un ritardo di 1,371 secondi dalla Yamaha di Maverick Vinales.

Clicca QUI per tutti gli orari, le info utili e i risultati del weekend del Gran Premio del Qatar MotoGP 2019

 


TAGS: motogp 2019 MotoGP Qatar 2019 qualifiche motogp qatar 2019 qatar pole 2019 fp 3 qatar 2019 q1 qatar q2 qatar