Autore:
La redazione

MARTELLO Jorge Lorenzo in Catalunya replica il successo del Mugello, chiudendo il GP spagnolo in prima posizione dopo una gara corsa in testa ed in fuga dall'inizio alla fine. Dopo una buona partenza, lo spagnolo in sella alla Ducati numero 99 si è portato primo nel giro di poche curve e li è rimasto per tutta la gara. Un altro successo, quindi, per Lorenzo, che qui a Barcellona aveva già conquistato la pole position ieri. Nulla di fatto, invece, per il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, autore di una caduta mentre era in terza posizione, che adesso finisce in ottava posizione della classifica generale con 66 punti totali a 49 punti dal leader Marc Marquez.

CONSERVA Marc Marquez chiude secondo il GP catalano, autore di una gara più ragionata che all'attacco. Dopo Barcellona, il Campione del Mondo in carica resta in prima posizione della Classifica generale allungando con 115 punti totali, 27 di vantaggio sul secondo posto di Valentino Rossi e con quasi due GP di margine su entrambi i piloti ufficiali della Ducati, che adesso sono entrambi a quota 66 punti iridati. 

SUL PODIO Terzo gradino del podio per Valentino Rossi, che chiude una gara in cui l'italiano ha fatto come al solito una grande differenza. Rispetto alle altre Yamaha in pista, infatti, il numero 46 è riuscito a guidare forte e restare concentrato salendo ancora sul podio e restando in seconda posizione nella Classifica mondiale con 27 punti di ritardo sul leader di Campionato. Gara in salita, invece, per l'altra metà del box ufficiale della Yamaha, con Maverick Vinales solo sesto aad oltre dieci secondi dal vincitore di oggi e più di quattro secondi di ritardo dal numero 46. Lo spagnolo è stato autore di una brutta partenza, senza riuscire a recuperare poi in gara a causa dello scarso feeling con la gomma anteriore, un problema che aveva evidenziato anche Rossi, ma di cui l'italiano ne ha subito meno le conseguenze. 

TRIPLA COPPIA Quarto posto per Cal Crutchlow, seguito dalla Honda ufficiale di Dani Pedrosa, oggi quinto al traguardo con un decimo e mezzo di vantaggio sulla Yamaha di Maverick Vinales. Due Honda, quindi, davanti a due Yamaha, con Johann Zarcò settimo sotto la bandiera a scacchi a 13,432 secondi dal vincitore Lorenzo. Dietro di loro, un'altra coppia di moto, le due Ducati di Danilo Petrucci, oggi ottavo, e Alvaro Bautista, nono ad oltre 22 secondi dal primo. 

IN QUATTORDICI Dopo una partenza velocissima, Andrea Iannone ha chiuso decimo il GP in Catalunya, autore di una gara in cui ha commesso diversi sbagli ed in cui arrivano sotto il traguardo solo quattrodici piloti su ventisei al via, con dodici tornati ai box per cadute o ritiri. Insieme alla Suzuki numero 26 chiudono l'elenco dei piloti che hanno chiuso la gara Pol Espargarò, undicesimo, Scott Redding dodicesimo, Karel Abraham tredicesimo e Franco Morbidelli, quattordicesimo e a punti grazie all'essere riuscito a rientrare dopo una caduta, anche se ritirato prima della fine di questo GP: 

 


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso danilo petrucci marc marquez maverick vinales andrea iannone johann zarco motogp 2018 motogp barcellona 2018 motogp catalunya 2018 podio catalunya motogp podio barcellona motogp 2018