MOTOGP 2017

MotoGP Argentina 2017: Vinales è il più veloce del venerdì davanti a Marquez e Abraham


Avatar Redazionale , il 07/04/17

4 anni fa - Se nelle FP3 di domani dovesse piovere, molti big dovranno passare per la Q1

Nel venerdì argentino lo spagnolo della Yamaha si è imposto davanti a un ritrovato Marquez e alla sorpresa Abraham. Rossi 16esimo, in difficoltà le Ducati ufficiali

Benvenuto nello Speciale MOTOGP ARGENTINA 2017, composto da 7 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP ARGENTINA 2017 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

MARTELLO PNEUMATICO Dopo la prima vittoria con i colori Yamaha sotto il cielo stellato del Qatar, Maverick Vinales sembra prenderci veramente gusto a conquistare la prima posizione in ogni singolo turno in pista. Non sta facendo eccezione nemmeno sull'Autodromo Termas de Rio Hondo argentino, sul quale si è imposto davanti a tutti come un martello pneumatico sia nelle FP1 che nelle successive FP2, grazie ad un ottimo 1'39''477 che lo ha confermato una volta di più come il pilota più veloce di inizio weekend.

ARMATA DUCATI Dietro di lui ma staccato di 301 millesimi troviamo il connazionale Marc Marquez, in ripresa dopo l'11esimo tempo del primo turno di prove libere. Lo hanno seguito ben quattro Ducati, tutte private, capitanate da quella di un Karel Abraham terzo (+0.403) che, come il nostro Danilo Petrucci con la seconda prestazione assoluta nelle FP1, si è rivelato la sorpresa di giornata. Quarto crono per la Desmosedici di Alvaro Bautista (+0.445), che ha preceduto il Petrux (+0.483) e il francese Loris Baz (+0.643).

VEDI ANCHE



DENTRO... Dietro alle Rosse di Borgo Panigale ha firmato il settimo tempo assoluto il britannico Cal Crutchlow (+0.647), seguito dal “rookie” Jonas Folger (+0.680), dall'Aprilia di Aleix Espargarò (+0.698) e dalla Suzuki di Andrea Iannone (+0.773), miglioratosi sensibilmente rispetto alla prima sessione di prove libere peggiorando, tuttavia, la sua posizione finale (nelle FP1 era sesto).

E FUORI LA TOP TEN Come nelle libere del mattino, anche in quelle del pomeriggio diversi top rider non sono riusciti a centrare l'accesso nei primi dieci. Una situazione decisamente delicata: infatti, se domani dovesse piovere intensamente con il risultato di costringere la direzione gara ad annullare le FP3, i loro tempi li obbligherebbero ad affrontare la Q1. Tra questi “sfortunati” troviamo innanzitutto Valentino Rossi, solo 16esimo, ma anche le due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso (retrocesso dalla settima alla 14esima piazza) e Jorge Lorenzo (addirittura 18esimo) assieme alla Honda di Daniel Pedrosa, il migliore della compagnia alla luce del suo 13esimo crono.

DANZA DELLA PIOGGIA Se per loro la possibilità del maltempo in vista delle qualifiche di domani rappresenta sicuramente un inconveniente non di poco conto, per le diverse sorprese di giornata che hanno scalato oggi la classifica dei tempi la pioggia non può che essere invocata a gran voce. In questa circostanza, infatti, Abraham, Petrucci e Baz (solo per citarne alcuni) potrebbero tentare il colpaccio di avere un numero maggiore di gomme morbide per accaparrarsi una posizione migliore in griglia di partenza... tenendo presente che le coperture finora utilizzate sono le stesse già sfruttate nel primo appuntamento del Qatar. In Argentina, infatti, la Michelin ha ben portato la nuova carcassa rigida con l'intenzione di farla diventare il nuovo standard per il proseguo di stagione, ma finchè non spunta il sole ad asciugare l'asfalto... lo sviluppo è irrimediabilmente rimandato a data da destinarsi.

CLASSIFICA DI GIORNATA 1) Maverick Vinales (Yamaha), 1'39''477; 2) Marc Marquez (Honda), 1'39''778; 3) Karel Abraham (Ducati), 1'39''880; 4) Alvaro Bautista (Ducati), 1'39''922; 5) Danilo Petrucci (Ducati), 1'39''960; 6) Loris Baz (Ducati), 1'40''120; 7) Cal Crutchlow (Honda), 1'40''124; 8) Jonas Folger (Yamaha), 1'40''157; 9) Aleix Espargarò (Aprilia), 1'40''175; 10) Andrea Iannone (Suzuki), 1'40''250; 11) Scott Redding (Ducati), 1'40''338; 12) Johann Zarco (Yamaha), 1'40''340; 13) Daniel Pedrosa (Honda), 1'40''345; 14) Andrea Dovizioso (Ducati), 1'40''399; 15) Hector Barbera (Ducati), 1'40''431; 16) Valentino Rossi (Yamaha), 1'40''531; 17) Jack Miller (Honda), 1'40''588; 18) Jorge Lorenzo (Ducati), 1'40''599; 19) Tito Rabat (Honda), 1'40''908; 20) Alex Rins (Suzuki), 1'41''083; 21) Pol Espargarò (KTM), 1'41''632; 22) Bradley Smith (KTM), 1'42''074; 23) Sam Lowes (Aprilia), 1'42''179.


Pubblicato da Giulio Scrinzi, 07/04/2017
motogp argentina 2017
Logo MotorBox