Autore:
Matteo Larini

VINCE MARQUEZ Marc Marquez, sulla pista di Aragon, è imbattibile. Lo si sapeva, non è certo una novità: però, il vantaggio con cui ha concluso la corsa rispetto al secondo, il rivale per il titolo Dovizioso (ormai distante 98 punti dallo spagnolo, in odore di titolo) è davvero elevato. Lo spagnolo ha mostrato un passo inarrivabile per gli avversari soprattutto nei primi giri, nei quali ha incamerato il vantaggio che gli ha permesso di controllare il gap nel corso del Gran Premio.

MARQUEZ DOMINA Intervistato al termine del GP, Marquez non ha nascosto la sua felicità per aver vinto su una pista dove è sempre stato veloce: "Ero convinto della mia strategia, già uscendo dai box mi sono sentito molto bene. Convintissimo di quello che dovevo fare, ho spinto sin da subito e mi son tenuto quel vantaggio di 4-5 secondi  senza spingere di più. Poi ho visto che Vinales era veloce e per qualche giro ho spinto un po' di più, la differenza e la distanza c'erano e sono rimaste. Sembra sempre facile ma dietro c'è tanto lavoro, venerdì sono pure caduto, quindi stiamo spingendo. Dovi non rinuncia mai, è stata una bella gara e sono felice di essere qui davanti ai fan e vicino a casa".

DOVI SECONDO Partito decimo per un errore nel corso delle qualifiche che gli ha impedito di ottenere un piazzamento migliore in griglia, Andrea Dovizioso ha ottenuto quello che voleva, ovvero il podio: il forlivese è però stato talmente bravo da riuscire a raggiungere la piazza d'onore con un ritmo davvero buono, che gli ha permesso di recuperare e superare Miller e Vinales, poi rispettivamente terzo e quarto sul traguardo. Andrea alla fine del Gran Premio era davvero contento: "Sapevamo che avremmo potuto lottare per il podio, sono felicissimo per il podio. All'inizio ero molto determinato e mi son sentito subito pronto a spingere. Non sono riuscito a partire bene, la prima curva è stata difficile ma poi sono riuscito ad essere veloce senza rovinare le gomme. Sono riuscito a tenere questo ritmo fino alla fine, avevo bisogno di questo risultato, soprattutto partendo dalla decima posizione, è stato fatto un ottimo lavoro da parte della squadra, siamo stati forti e sono contento: abbiamo fatto il massimo, gli altri hanno anche dovuto calare il ritmo".

MILLER TERZO Partito dalla parte anteriore della griglia, Jack Miller si è confermato in gara riuscendo ad ottenere un ottimo podio alle spalle del vincitore Marquez e del pilota Ducati ufficiale Dovizioso. Miller, che al pari di Dovizioso ha saputo ovviare ai problemi di mancanza di grip della Desmosedici su questa pista, è stato rapido e veloce per tutto il Gran Premio. L'australiano, ai microfoni delle tv, è apparso raggiante: "Ho cercato di tenere il passo, abbiamo fatto tanti tentativi nel corso del weekend, siamo usciti tante volte ed abbiamo lavorato proprio sul ritmo gara, cercando di tenerlo ed essere costante. Ho avuto qualche difficoltà con le gomme negli ultimi giri, ma volevo evitare una battaglia eccessiva che le avrebbe distrutte. Ho tenuto il mio ritmo, Marc era lontanissimo e comunque alla fine ho avuto difficoltà nelle curve, ma sono felicissimo di concludere così la parte europea della stagione. Domani si torna in Australia, sarà una bella sorpresa per mamma".


TAGS: yamaha honda ducati motogp desmosedici dovizioso marquez vinales motogp 2019 ducati pramac Miller MotoGP Aragon 2019 MotoGP Aragon AragonMotoGP 2019