Maverick Vinales ammette: "Fu un errore lasciare Suzuki"
MotoGP 2022

Maverick Vinales ammette: "Fu un errore lasciare Suzuki"


Avatar di Simone Valtieri , il 07/01/22

7 mesi fa - Maverick Vinales ha ammesso che il suo passaggio in Yamaha fu un errore

Al termine di una stagione tribolata, Maverick Vinales ha ammesso che il suo passaggio dalla Suzuki alla Yamaha fu un errore. Invece in Aprilia...

ANNO DIFFICILE L'anno 2021 sarà ricordato da Maverick Vinales come uno dei più complicati della sua carriera: per metà stagione il pilota di Figueres ha litigato con la sua Yamaha M1 prima di decidere, a metà del guado, di lasciarla lì, riuscendo a trovare un'ancora di salvezza nell'Aprilia. L'inizio dell'avventura con la moto italiana non è stato dei più facili, ma pian piano lo spagnolo si sta abituando alla RSV4, con la quale ha peraltro fatto vedere già qualche sprazzo del suo innato talento. Nel corso di queste lunghe vacanze invernali, Maverick ha concesso un'intervista al sito The Race, tirando le somme di quella che è stata la sua lunga parentesi in Yamaha, e spiegando come, forse, sia stata una scelta non proprio azzeccata quella di lasciare la Suzuki per approdare nell'altra casa giapponese, al fianco - al tempo - di Valentino Rossi.

Il primo contatto di Maverick Vinales con l'Aprilia RS-GP a Misano Adriatico Il primo contatto di Maverick Vinales con l'Aprilia RS-GP a Misano Adriatico

VEDI ANCHE



SCELTA SBAGLIATA ''Non voglio parlare troppo del passato'' - ha spiegato Vinales - ''Ma è chiaro che avevo fatto un errore. Alla fine avevamo creato una squadra veramente buona e la Yamaha era una moto vincente, per questo motivo ho scelto di percorrere quella strada. Non se se fosse la decisione giusta o quella sbagliata, alla fine ognuno prende le sue decisioni. Ma voglio dire solo cose belle nei confronti della Yamaha, ho sempre detto che la moto era fantastica, ma non abbiamo saputo esattamente come farla funzionare: a volte mi sentivo imbattibile, altre ero l'ultimo in griglia: stavo impazzendo''. È chiaro, dunque, il perché dell'addio alla casa di Iwata - dove Maverick ha patito sia la compagnia di Rossi che quella del sostituto Quartararo - e il successivo passaggio all'Aprilia: ''Volevo sentire una squadra intorno a me, per questo ho cambiato, per riavere quell'atmosfera, quella passione e quella sensazione di quando arrivi in un posto dove tutto sono affamati, e questo mi motiva al massimo''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 07/01/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox