Pubblicato il 17/11/20

ARRIVEDERCI AL 2021 La stagione 2020 di Iker Lecuona è dunque finita a ottobre. Il pilota della KTM aveva dovuto saltare il doppio appuntamento di Valencia dopo la positività al Covid-19 riscontrata nel fratello, con il quale condivide l'abitazione ad Andorra. Purtroppo, anche il centauro spagnolo è successivamente risultato positivo nei test effettuati la scorsa settimana e dovrà dunque saltare anche il GP Portogallo, prova conclusiva del campionato in programma sul circuito di Portimao.

VECCHIA CONOSCENZA La KTM ha dunque richiamato per l'appuntamento all'Autodromo Internacional do Algarve il suo uomo per tutte le stagioni, il finlandese Mika Kallio. Il 38enne nelle ultime quattro annate è sempre sceso in pista in alcuni appuntamenti del mondiale, compreso il 2019 quando sostituì Johann Zarco nelle sei gare finali, collezionando un dodicesimo posto come miglior piazzamento. Kallio è nel motomondiale da 20 anni e in tre occasioni ha sfiorato il titolo, arrivando due volte secondo in 125 e una volta in Moto2.

NESSUNA ASPETTATIVA PARTICOLARE Kallio ha commentato così questa nuova opportunità: ''Prima di tutto, non è una situazione facile per la squadra e per Iker. Mi dispiace che dovrà saltare anche questa gara. È sempre un onore correre con una MotoGP e anche stare con Hervé (Poncharal, team principal KTM ndr) e la Red Bull KTM Tech3. Li conosco da molto tempo ed è bello tornare a correre, anche se è solo l'ultima gara della stagione. Il finale è sempre un momento speciale per tutti ed è bello essere lì con le migliori moto e i migliori ragazzi in giro, mi diverto sempre molto. Non ci aspettiamo nulla, faremo il nostro lavoro e vedremo dove andremo a finire. Quando un pilota si mette il casco e si spengono le luci rosse, l'atmosfera della gara è immediatamente presente''.

 


TAGS: motogp Lecuona Kallio