Pubblicato il 06/03/21

ULTIMO SHOW Con il lancio del team Suzuki campione del mondo di questa mattina si è chiusa con il botto la sequela di show e presentazioni degli 11 team del motomondiale 2021. Direttamente da Losail, dove ieri sono iniziati i test MotoGP con lo shakedown dedicato a test driver e rookie, e dove oggi dalle 12 saranno in scena tutti i big del mondiale, il team Suzuki Ecstar ha tolto i veli alla GSX-RR con i due piloti Joan Mir e Alex Rins presenti, ma senza più Davide Brivio, passato al team Alpine di Formula 1. La coppia iberica scenderà in pista pomeriggio per portare a battesimo la nuova moto che lo scorso anno è stata la più equilibrata, manovrabile in curva e sufficientemente potente in rettilineo, l'asso nella manica dei due iberici che hanno concluso il campionato in prima e terza posizione. Una cerimonia molto breve direttamente sulla pitlane di Losail che potete vedere qua sotto.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

  • Shinichi Sahara, project leader e team director Team Suzuki Ecstar
  • Joan Mir, pilota ufficiale Team Suzuki Ecstar
  • Alex Rins, pilota ufficiale Team Suzuki Ecstar

Shinichi Sahara

''Quella 2020 è stata una stagione fantastica per noi, visto che abbiamo vinto sia il titolo piloti che team. Questa 2021 sarà una stagione impegnativa perché dovremo cercare di migliorare, ma sono fiducioso che saremo in grado di assumere questo ruolo importante e che sapremo lottare per ottenere grandi risultati. A causa delle restrizioni Covid sarà un'altra stagione molto strana, con i motori congelati abbiamo lavorato su meno aree. Sicuramente stiamo affrontando una nuova era nella nostra squadra, abbiamo riorganizzato tutto e io sarò più presente alle gare, e sarò supportato da tutti i membri del team. La nostra squadra è solida e matura, quindi sono pienamente fiduciosi che insieme troveremo il modo migliore per essere efficienti. Sia Joan che Alex hanno fatto un'ottima preparazione invernale e sono determinati in vista del via della stagione, daremo il 100% per metterli nelle migliori condizioni di lottare per la vittoria''.

Joan Mir

''Questa nuova sarà emozionante, con molti aspiranti al titolo. Nonostante abbia vinto lo scorso anno non mi considero il favorito, perché credo che ci sia ancora molto lavoro da fare e tanti grandi risultati da conquistare. Tuttavia entro nel 2021 come uomo da battere e di sicuro un po' di pressione c'è. Onestamente, però, non mi dispiace, la vedo come una cosa positiva, la pressione mi ha sempre dato una spinta in più. Sarà ancora una volta una stagione strana con questa pandemia di Covid e tutte le restrizioni che ne conseguono, ma spero che le cose andranno via via meglio. Ho lasciato la mia GSX-RR lo scorso anno con ottime sensazioni, sono fiducioso che nonostante i limiti agli aggiornamenti, il nostro team abbia lavorato bene e migliorato alcune aree''.

Alex Rins

''Per tutto l'inverno non vedevo l'ora di tornare in pista. Mi sono allenato molto, soprattutto con la mia moto, ma nulla batte la GSX-RR. Penso che quest'anno potrebbe essere fantastico per noi, abbiamo una squadra forte e una moto forte, siamo più motivati che mai e sappiamo che siamo in grado di vincere, perciò siamo pronti alla battaglia. Il calendario è abbastanza fitto, nonostante tutto, e avremo tanti avversari forti e veloci, quindi la chiave sarà ancora una volta la costanza''.


TAGS: suzuki losail motogp Team Suzuki Ecstar alex rins joan mir MotoGP 2021