Pubblicato il 05/06/20

FUTURO DUCATI  Proprio ieri si era parlato del possibile approdo di Jorge Martin al team Ducati Pramac, e delle porte chiuse che Danilo Petrucci ha trovato nel team con il quale attualmente corre in MotoGP. Il suo manager, Alberto Vergani, intervistato da GPOne, ha parlato del futuro del suo assistito e di cosa potrebbe accadere a Borgo Panigale nel caso in cui non si trovasse l'accordo di rinnovo con Andrea Dovizioso, punta di diamante del team ufficiale nelle ultime stagioni.

Shakedown Test MotoGP 2020, Sepang: Jorge Lorenzo (Yamaha)

LORENZO NON SI È RITIRATO ''Jack Miller è un pupillo di Dall'Igna e da tempo circolava il suo nome, a parte lui c'è anche la possibilità di un ritorno di Lorenzo in Ducati'' - ha esordito il manager italiano - ''Sono dell'idea che il rinnovo con Dovizioso debba essere fatto, poi qualora non trovassero l'accordo possono anche decidere per un ritorno di Jorge, di sicuro Lorenzo non si è ritirato lo scorso anno a Valencia, di questo ne sono certo, non può uscire di scena in quel modo''.

MotoGP Austria 2019, conferenza stampa giovedì, Jack Miller e Andrea Dovizioso (Ducati)

MEGLIO LA MOTOGP Oltre che dell'attuale pilota di riserva della Yamaha, Vergani ha parlato anche di Danilo Petrucci, aggiungendo alcuni interessanti dettagli circa quanto è accaduto e cosa ne sarà del pilota ternano: ''Danilo ha preso malissimo la decisione della Ducati, ma alla fine l'ha accettata. In Ducati ha fatto quello che gli avevano chiesto, ovvero vincere una gara ed essere il compagno di Dovi senza mettergli i bastoni tra le ruote. La Superbike è un'ottima alternativa, anche se Aprilia e KTM sono le uniche soluzioni per rimanere in MotoGP, e l'idea è quella di rimanerci''.

Presentazione Ducati Desmosedici GP20, Danilo Petrucci

IPOTESI SUPERBIKE Infine Vergani ha parlato della possibilità che Danilo approdi in Superbike: ''Al momento non abbiamo offerte da Ducati ma è solo un'ipotesi, tantomeno non abbiamo offerte in MotoGP. Vediamo cosa ci sarà sul tavolo e poi capiremo come muoverci. Ducati non ha mai creduto fino in fondo in Petrucci, è come se gli avessero tirato un pugno, peraltro a causa del virus non è potuto neanche salire in sella e dimostrare il proprio valore''.


TAGS: ducati motogp jorge lorenzo andrea dovizioso danilo petrucci jack miller alberto vergani MotoGP 2020