Ducati, Paolo Ciabatti soddisfatto della coppia Miller-Bagnaia
MotoGP 2021

Ducati, Ciabatti al settimo cielo per la sua coppia Miller-Bagnaia


Avatar di Simone Valtieri , il 05/05/21

4 mesi fa - Il ds della Ducati, Paolo Ciabatti, soddisaftto di Miller-Bagnaia

Il ds della Ducati, Paolo Ciabatti, soddisaftto di come si sta comportando la sua nuova coppia Miller-Bagnaia. Per ora, scommessa vinta

SCOMMESSA VINCENTE Lo scorso anno il team Ducati aveva in squadra un top player come Andrea Dovizioso e un Danilo Petrucci in crisi d'identità. Dopo le prime trattative, il Dovi decise di darci un taglio e annunciò poco prima della seconda prima delle due gare a Spielberg l'addio alla rossa, andando tra l'altro a vincere il GP di quel weekend. Sembrava una situazione difficile per la casa italiana, che aveva comunque già annunciato l'avanzamento di Miller al posto di Petrucci per il 2021, ma prima della fine della stagione Dall'Igna, Ciabatti, Tardozzi e Domenicali, optarono per una giovane speranza, Pecco Bagnaia, decidendo in sostanza di promuovere tutta la squadra B (il team Pramac) in serie A. Dopo quell'annuncio le prestazioni di Bagnaia, che fin lì aveva fatto bene nel mondiale 2020, crollarono, mentre Miller fu protagonista di un forte finale di stagione. Questo riassunto serve a ricordare quanto fu un azzardo la mossa Ducati di puntare su questa comunque già rodata coppia per il team titolare, e per sottolineare quanto - sin qui - si stia dimostrando una scommessa vincente.

MotoGP Spagna 2021, Jerez: Francesco Bagnaia e Jack Miller (Ducati) MotoGP Spagna 2021, Jerez: Francesco Bagnaia e Jack Miller (Ducati)

PIACEVOLE SORPRESA Dopo quattro gare nel mondiale 2021, infatti, Pecco Bagnaia ha portato a casa una pole e mezza (quella di cui fu privato a Portimao), tre podi ed è attualmente il leader della classifica iridata, mentre la ciliegina sulla torta ce l'ha messa Jack Miller, che dopo un avvio complicato e un'operazione per sindrome compartimentale, è andato a vincere domenica la gara di Jerez, realizzando la sesta doppietta della storia Ducati in MotoGP. Il campionato è ancora lungo, ma il clima a Borgo Panigale non poteva essere migliore, e il direttore sportivo Paolo Ciabatti ci ha tenuto a sottolinearlo parlando con i colleghi di GPOne: ''Eravamo convinti di poter fare bene anche a Jerez, ma la doppietta è andata oltre ogni nostra aspettativa'', ha esordito il manager italiano. ''Lo scorso anno Bagnaia era secondo prima del problema al motore, Dovi fece terzo e Miller quarto, ma questo 1-2 è stata una piacevole sorpresa e la conferma che stiamo lavorando bene. Da inizio stagione le nostre moto sono sempre state sul podio'', ha aggiunto, comprendendo anche gli ottimi risultati di Johann Zarco con il team Pramac Racing.

VEDI ANCHE



MotoGP Spagna 2021, Jerez: Francesco Bagnaia (Ducati) MotoGP Spagna 2021, Jerez: Francesco Bagnaia (Ducati)

VITTORIA IMPORTANTE La forza della Ducati, oltre a una moto innovativa, sembra essere proprio la chimica che si è venuta a creare tra questi due ragazzi ancora giovani e che possono dire tanto in MotoGP, restando tra i protagonisti assoluti a lungo.''Jack e Pecco vanno d'accordo, si stimano, e questa vittoria è importante per tanti motivi, non solo perché è la prima a Jerez dopo 15 anni, ma anche perché è la prima per Jack con Ducati (dopo nove podi) che, per sua stessa ammissione, era entrato in una spirale negativa. E anche il podio di Pecco è importante perché ha dimostrato di essere un pilota velocissimo, solido e lucido''. Non bisogna però fare l'errore di rilassarsi, visto che mancano ancora almeno 15 gare alla fine, e soprattutto ora toccherà a Bagnaia trovare la sua prima vittoria nella massima categoria: ''Miller si è tolto un peso con la prima vittoria'' - ha spiegato Ciabatti, ''Bagnaia è sempre lucido e freddo, deve rimanere con i piedi per terra e non pensarci''. Con Le Mans, Mugello e Barcellona ha tre buone opportunità, ma intanto la Ducati guarda avanti ''Il nostro punto di forza attuale, assieme al fatto che la moto 2021 è stata migliorata dai nostri ingegneri, è la freschezza che si respira in squadra: c'è tanta voglia di fare bene insieme e goderci questa freschezza''.

Paolo Ciabatti, responsabile dell'attività in pista Ducati Paolo Ciabatti, responsabile dell'attività in pista Ducati

QUATTRO TEAM? L'ultima importante argomento toccato da Ciabatti riguarda il team satellite. Non ci sarà più il team Esponsorama nel 2022 e le trattative per rimpiazzarlo e confermare un terzo team a quello ufficiale e al Pramac Racing, sono in corso: ''Ci piacerebbe per tanti motivi restare con sei moto, sia per avere sei piloti che per avere più dati. Stiamo parlando sia con Gresini Racing che con VR46 e penso che entro il Mugello arriverà la decisione. La prima è una realtà che ha sempre fatto le cose in modo serio, mentre la VR46 è giovane, è partita con progetti vincenti in Moto3 e Moto2 e quest'anno hanno messo un piede in MotoGP facendo un accordo con Esponsorama. Sono entrambe realtà solide e vedremo come si evolveranno le discussioni'' E perchè non accordarsi con tutte e due e tornare ad avere quattro team e otti moto? ''Lo abbiamo già fatto in passato quando avevamo, oltre a Pramac, anche Avintia e Aspar. Sicuramente è un impegno importante, ma se ci fossero le condizioni giuste, potremmo valutarlo''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 05/05/2021

Vedi anche
Logo MotorBox