Primo contatto
Nuovo Piaggio Medley: vicicno al porto di Genova con lo scooter a ruote alte

Piaggio Medley 2020: in
sella al nuovo scooter italiano

Il nuovo Piaggio Medley ha uno stile inedito e motori più potenti. Va meglio su strada e sotto la sella ci stanno due caschi integrali

18 0
Pubblicato il 10/02/2020 ore 22:25

COME PRIMA PIÙ DI PRIMA Il Medley, lo scooter Piaggio a ruote alte, si presenta per questo 2020 con tante novità. Le abbiamo viste da vicino a EICMA 2019, ma adesso posso toccarle con mano perché ho la possibilità di provarlo su strada in occasione della sua presentazione dinamica. Restano in gamma sia il 125 sia il 150, ma con diversi cambiamenti stilistici e sottopelle. Partiamo dal look, al quale è stata data una bella rinfrescata grazie all’inedito frontale, dove compare un inedito faro full LED e uno scudo ridisegnato. Ma cambia anche il disegno del manubrio perché ora ospita il display LCD della nuova strumentazione. Le novità non si fermano qui, poiché sul Medley 2020 troviamo anche nuovi cerchi in lega leggera e una sella dal profilo diverso con una ergonomia che ne aumenta il comfort per pilota e passeggero, il quale beneficia anche di nuove pedane con gomma antisdrucciolo. Insomma, lo stile rimane sempre piacevole, ma oggi garantisce una maggiore qualità costruttiva ed è più snello e moderno.

Nuovo Piaggio Medley 2020: la versione sportiva S

DUE CASCHI INTEGRALI SOTTO LA SELLA Sotto il profilo della praticità, il nuovo Medley non teme confronti, infatti sotto la sella si possono sistemare due caschi integrali, ma c’è anche il gancio portaborse e un vano dietro lo scudo, dotato di presa USB, per riporre piccoli oggetti di primo uso come chiavi o telecomando del cancello. Peccato che la pedana non sia piatta, il tunnel centrale ne riduce un po’ la praticità. Il nuovo Medley sfrutta anche il sistema di connettività per smartphone Piaggio MIA (di serie su Medley S e optional a 196 euro sulla versione Classic) per gestire lo scooter da remoto, le telefonate, i comandi vocali e la musica tramite Bluetooth, oppure con il pulsante sul blocchetto elettrico di destra.

Nuovo Piaggio Medley: due caschi integrali nel sotto sella

PIÙ POTENZA E VIVACITÀ Lato motori, con il nuovo scooter debutta l’ultima evoluzione della famiglia Piaggio i-get omologata Euro 4. Il monocilindrico 4 tempi di 124,7 (e 155,2 cc) cc raffreddato a liquido, oggi ha una potenza più elevata, che passa da 12 CV a 15 CV (e da 15 CV a 16,3 CV sul 150 cc) per regalare allo scooter quel pizzico di vivacità e agilità in più nel traffico, mentre a ridurre inquinamento e consumi (Piaggio dichiara 41,5 km/litro per il 125 e 41 km/litro per il 150) ci pensa il sistema start&stop, che Piaggio chiama RISS (Regulator Inverter Start&Stop System).

STESSO TELAIO E FRENATA ABS La ciclistica rimane sostanzialmente invariata con il telaio monoculla in tubi di acciaio supportato da una forcella telescopica e da un doppio ammortizzatore posteriore regolabile nel precarico della molla. Un’altra novità viene dal pneumatico posteriore da 14'' (che si abbina all'anteriore da 16”) più largo (120/70 contro 110/80 di prima) per garantire maggiore tenuta di strada. L’impianto frenante è composto da un disco anteriore da 260 mm e da uno posteriore da 240 mm. L’ABS a due canali è di serie, ma non c’è il controllo della trazione. Però, in tema di sicurezza va sottolineata la presenza del sistema “tilt sensor”, che in caso di caduta disattiva lo start&stop, spegnendo immediatamente il motore.

Nuovo Piaggio Medley 2020: una vista da dietro mostra la linea snella e moderna

PREZZI E DISPONIBILITÀ Il Medley 125 è già nel listino Piaggio in versione base (nei colori bianco, nero e azzurro, con finiture colore bronzo a 3.399 euro) e nella versione S (grigio, nero e bianco a 3.499 euro) e che si riconosce anche per le finiture più sportive rosse e dischi freno con profilo a margherita e pinze color oro. Stesse tinte e dotazioni tecniche per il 150, che costa rispettivamente 3.599 euro e 3.699 euro. Adesso non mi resta che prendere in mano il manubrio del nuovo Medley per la prova su strada. Vi racconto come va appena sceso di sella.

BUON FEELING PIÙ SICUREZZA Prediligo gli scooter a ruote alte perché mi danno un senso di maggiore sicurezza complessivo. Non è che gli altri vadano male, anzi, però con il cerchio da 16 pollici davanti sento più stabilità e non lo trovo così penalizzante per agilità nel traffico. Detto questo, inforco il mio Medley 125 – poi terminerò la prova su strada con il 150 – e mi getto nel traffico di Genova, teatro del test che mi porterà fino a Santa Margherita Ligure per una veloce sgroppata fuori città. La posizione in sella è piacevole e l’altezza da terra di 799 mm mi consente di appoggiare bene i piedi per avere più sicurezza anche a bassissima velocità. Dopo i primi chilometri, mi sembra abbastanza buona anche la protezione dello scudo da aria e pioggia. Però, sento un po' la mancanza del parabrezza che, comunque, fa parte della lista degli optional insieme a bauletto e antifurto.

Nuovo Piaggio Medley: in città senza problemi, è un piacere guidarlo

PAROLA D’ORDINE: ABBASSO LE CODE Mi piace anche la nuova strumentazione digitale per il numero di informazioni distribuite senza confusione e per la gradevole retroilluminazione azzurra. Anche i tasti sui blocchetti sono a portata di pollice, quindi non fatico e non mi distraggo nella gestione dello scooter mentre viaggio. Mi manca il pulsante dell'hazard (le quattro frecce), sempre più utile per farsi vedere in caso di rapido stop a lato strada. La ritengo una piccola sbavatura in un contesto molto positivo. Detto ciò, approfitto di un semaforo verde per sgattaiolare davanti a tutti e il Medley mi asseconda senza fare un plissé. Percepisco abbastanza bene l’aumento di potenza: la spinta è vivace e lo scooter si anima ogni volta che accelero per tirarmi fuori da un impiccio. Buono lo scatto e buono anche l’allungo, che mi consente di mettere un po’ di strada fra me e gli altri, senza timore di essere messo sotto da auto e moto più veloci.

AGILE E REATTIVO AL GAS Prendo confidenza con il Medley, che si lascia guidare facilmente anche fuori dalla città. La statale lungomare mi permette di apprezzarne la stabilità e, perché no, anche l’agilità. I cerchi grandi mi regalano una bella confidenza nelle curve un po’ più veloci, ma se trovo un paio di tornanti faccio voltare lo scooter – che pesa 136 kg – in un attimo. Inutile chiedergli prestazioni più elevate, lo penalizzerei facendolo uscire dalla sua “comfort zone”. Buona, infine, la risposta delle sospensioni, sia in città con asfalto rovinato, sia sulle più lisce strade extraurbane: il Medley mi ha sempre restituito un comfort adeguato, andando un po’ in difficoltà solo su ostacoli affrontati… allegramente.

Nuovo Piaggio Medley: fuori città il 125 si muove abbastanza agile, con il 150 si viaggia più veloci

CON IL 150 HAI UN PO’ PIÙ DI TUTTO Lascio il 125 e prendo il 150 per chiudere il test su strada e, molto semplicemente, confermo tutte le sensazioni provate a bordo del fratellino, fatto salvo per le prestazioni più brillanti fornite dal monocilindrico di 150 cc. Qualche cavallo in più e un pizzico di coppia aggiuntiva assicurano una guida più dinamica e fluida sia nel traffico sia, soprattutto, sulle statali più libere dove posso dosare di più il gas. Infatti, se prima ero sempre un po’ al limite, adesso riesco a tirare meno il collo al Medley 150, che mi ringrazia con un comfort complessivo appena superiore (leggi meno vibrazioni e rumore). Capitolo consumi: difficile fare una valutazione esatta. Lo strumento si è scostato un po’ dal dato dichiarato di circa 40 km/litro, arrivando intorno ai 33-35 km/litro. Ottimo risultato comunque perché – con un serbatoio da 7 litri – l’autonomia arriva fino a circa 250 km per entrambi.

 

Scheda tecnica Piaggio Medley 125 (fra parentesi i dati del Medley 150)

  • Motore:                             monocilindrico 4 tempi 124,7 cc (155,2 cc)
  • Trasmissione:                    automatica con variatore
  • Potenza:                             15 CV/8.250 giri (16,3 Cv/8.750 giri)
  • Coppia:                              12 Nm/6.500 giri (15 Nm/6.500 giri)
  • Telaio:                               monoculla in tubi di acciaio
  • Sospensione ant.                forcella teleidraulica da 33 mm
  • Sospensione post.              doppio ammortizzatore idraulico
  • Pneumatici                         ant. 100/80-16”, post. 120/70-14”
  • Freni                                  ant./post. disco da 260/240 mm. ABS
  • Peso:                                  136 kg
  • Consumo medio:               2,4 litri/100 km
  • Prezzo:                              3.399/3.499 euro (3.599/3.699 euro)      

 

Abbigliamento della prova

  • Casco                Tucano Urbano El Tange
  • Giacca              Tucano Urbano Pel   
  • Guanti              Tucano Urbano Wagner
  • Pantaloni          Rev’it! Moto
  • Scarpe              Dainese Street Biker D-WP

      


TAGS: piaggio piaggio medley piaggio medley 2020 piaggio medley 125 piaggio medley 150 nuovo piaggio medley piaggio medley prova

Eicma 2019
Eicma 2019, le novità allo stand Piaggio

Piaggio Medley e Beverly: Le novità di Pontedera a Eicma 2019

1 4 0
Eicma 2019 | video live
Piaggio Medley 125 e 150 in video da Eicma 2019
Piaggio Medley 125 e 150 in video da Eicma 2019

Piaggio Medley 125 e 150: nuovo look

1 2 0
Back To Top