Primo contatto
Kawasaki Ninja 1000 SX 2020: la prova su strada in Spagna

Kawasaki Ninja 1000SX 2020: ammiraglia da turismo che punta allo sport

La Kawasaki Z 1000SX cambia nome in Ninja ma la sostanza resta uguale. La nostra opinione dopo la prova su strada

22 0

NINJA, MA IN SALSA TOURER Dopo il debutto ufficiale a EICMA 2019, arriva dai concessionari la nuova Kawasaki Ninja 1000SX, il modello da turismo sportivo della Casa giapponese. La prima novità viene dal nome, lo avrete notato, perché oggi la moto si sgancia dalla Serie Z – prima si chiamava Z 1000SX – per abbracciare la famiglia Ninja, pur continuando a strizzare l’occhio al turismo più che allo sport. Ma lo fa in ragione di una serie di variazioni che condensano le migliori peculiarità di una e dell’altra famiglia: in Kawasaki dicono ''The best of both worlds'' (Il meglio di entrambi i mondi). Per esempio, l’inedito stile della sportourer giapponese è definito da alcuni dettagli come, l’impianto d’illuminazione con luci completamente a LED, il cupolino dalla nuova firma stilistica e la carenatura, ma c'è di più.

Kawasaki Ninja 1000SX 2020: la moto giapponese con le valigie laterali

POSIZIONE IN SELLA PIÙ CONFORTEVOLE Anche la posizione di guida è stata modificata. Oggi c'è una postura del corpo leggermente diversa, grazie alla nuova sella per guidatore e passeggero e che mantiene un elevato comfort anche dopo lunghe ore perché adesso c'è un’imbottitura più sostenuta ed efficace. Grazie al plexi regolabile su quattro posizioni (in opzione anche un cupolino più ampio) il riparo dal vento dovrebbe essere migliorato rispetto al passato e di conseguenza anche le doti turistiche della moto, ma mi riservo di dare un giudizio dopo che l’avrò provata.

Kawasaki Ninja 1000SX 2020: la nuova sella più confortevole

USI L’APP PER CONNETTERTI Una grossa novità per la Ninja 1000SX fa bella mostra di sé dietro al trasparente del plexi, dove trovo una nuova strumentazione a colori TFT interamente digitale da 4,3 con connettività per smartphone. Per ulteriore praticità la Ninja 1000SX è dotata di Bluetooth integrato, che consente ai motociclisti di connettersi alla propria moto. Utilizzando l'applicazione per smartphone Rideology di Kawasaki è possibile accedere a numerose funzioni dello strumento, contribuendo a una migliore interazione fra guidatore e motocicletta. Le funzioni includono info sul veicolo come riserva carburante, distanza percorsa e programma di manutenzione. Lo stesso schermo TFT può anche mostrare se lo smartphone ha ricevuto una telefonata o una e-mail.

Kawasaki NInja 1000SX 2020:la strumentazione con display a colori

ELETTRONICA EVOLUTA Ma l’evoluzione della nuova sportourer giapponese non si ferma a stile e sistema multimediale, piuttosto coinvolge anche la gestione della guida su strada grazie alla presenza di un raffinato cruise control, dal traction control settabile su tre livelli e del cambio elettroattuato quickshifter. I sistemi di assistenza, che prima includevano una funzione intelligente della dinamica in curva e il cornering ABS, sono stati implementati da un riding mode con quattro setup di cui tre già impostati (Sport, Road, Rain) e uno personalizzabile (Ride). Il doppio tubo di scarico lascia il posto a un singolo silenziatore sportivo montato sul lato destro. Infine, secondo Kawasaki, la dinamica su strada è migliorata grazie dall'adozione di pneumatici Bridgestone Battlax Hypersport S22.

MECCANICA ROBUSTA E… RODATA Dopo le novità che ho trovato guardando e mettendomi in sella alla “Kawasakona”, passo in rassegna il robusto motore quattro cilindri in linea frontemarcia di 1.043 cc, che eroga una potenza di 142 CV/10.000 giri e una coppia di 111 Nm/8.000 giri, che è rimasto sostanzialmente uguale, ma che oggi adotta valvole a farfalla a comando elettronico, alberi a camme dal profilo modificato e condotti di aspirazione più corti per due dei quattro cilindri. Per accordare queste modifiche senza penalizzare le prestazioni, abbassare le emissioni inquinanti e rientrare nell’omologazione Euro 5 (per adesso è ancora Euro 4) in Kawasaki hanno scelto un impianto di scarico 4 in 1 (prima era 4 in 2) più leggero di 2 kg abbinato a un nuovo catalizzatore e a una mappatura differente della centralina.

Kawasaki Ninja 1000SX 2020: il quattro cilindri in linea di 1.043 cc

TELAIO INVARIATO MA LE SOSPENSIONI… Per quanto riguarda la ciclistica, il telaio a doppio trave in alluminio resta uguale mentre le sospensioni, con forcella USD da 41 mm e monoammortizzatore completamente regolabili, sono state riviste nella taratura per incrementare il comfort di marcia senza penalizzare l’handling.

Kawasaki Ninja 1000SX 2020: la moto svestita delle sovrastrutture mostra il telaio in allumino

OPTIONAL, ARRIVO E PREZZO Per i fan del turismo a… quattro stagioni, non possono mancare le manopole riscaldabili, il set di valigie laterali da 28 litri, vari tipi di selle, parabrezza di maggiori dimensioni ma c’è anche una porta USB sotto il sedile che consente la ricarica di smartphone o powerbank. La nuova Kawasaki Ninja 1000SX è disponibile in tre colori: verde/grigio, bianco/grigio/nero e nero/grigio/fregi verdi. I prezzi di listino sono i seguenti: 13.990 euro per le versioni su base bianca o verde, 14.290 euro quella nera. La Tourer (con borse laterali, parabrezza maggiorato, adesivo proteggiserbatoio, manopole riscaldabili e supporto per il navigatore) costa 15.290 euro con le colorazioni bianca o verde e 15.590 con la vernicitaura nera. Se vi piacciono le “verdone” per fare turismo e divertirvi in mezzo alle curve di una bella strada fuori città, seguitemi ancora, che vi racconto come va l'ammiraglia giapponese appena termino il test drive.

COMFORT APPREZZABILE Durante la conferenza stampa ci hanno confermato che la nuova sella e il cupolino regolabile (ma la Tourer ne monta uno più ampio e protettivo) avrebbero giovato al comfort di marcia. Mi siedo e prima di avviare il motore trovo che la seduta sia effettivamente confortevole. L’imbottitura mi sostiene bene e l’altezza da terra di 835 mm mi consente di appoggiare facilmente a terra i piedi. Riesco a stringere abbastanza bene i fianchi del serbatoio e il manubrio è largo il giusto per una corretta triangolazione braccia/busto/gambe. Appena in marcia, mi sembra che la protezione dall’aria sia buona. Il cupolino di serie non elimina i vortici intorno alla testa, ma li riduce quando è tutto sollevato. Penso che il plexi più ampio offra ben altro riparo.

Kawasaki Ninja 1000SX: sulle strade vicino a Cordoba in Spagna 

INIZIANO LE DANZE Prendo la mano con la Ninja 1000SX e i primi tratti guidati mi lasciano piacevolmente sorpreso. La moto pesa 235 kg, ma la ciclistica la rende complessivamente più agile di quanto mi aspettassi. Non che sia un fuscello: nei cambi di direzione avverto una leggera inerzia, ma l’avantreno rimane piantato a terra e l’appoggio in curva è saldo. Chiaramente non sto forzando il ritmo, ma la grande sportoturer Kawasaki mi lascia ben impressionato. Il nuovo cambio quickshifter snocciola i rapporti in modo rapido – meglio in salita che in scalata – ma tutto sommato non gli chiedo la velocità e la precisione d’innesto di una MotoGP. Anzi, la possibilità di non usare la frizione è un valore aggiunto in termini di comfort.

BELLA SORPRESA DALLE NUOVE GOMME L’asfalto corre sotto le ruote, i Bridgestone Battlax Hypersport S22 di primo equipaggiamento si aggrappano all’asfalto e anche con temperature non proprio estive mi restituiscono una certa sicurezza, anche se forzo un po’ il ritmo. E a proposito, i primi allunghi mi fanno sentire tutta la flessibilità del quattro cilindri, capace di scendere fino al minimo senza sforzo e riprendere con vigore fino al cambio marcia. Sembra un bel “dieselone” tanto è fluido ai bassi e più dei 142 CV di potenza massima, qua sfrutto tutta la coppia a disposizione, che è spalmata per un ampio arco di utilizzo. Le modifiche agli alberi a camme, ai condotti di aspirazione e alla centralina sono utili per ridurre le emissioni, poiché non c'era bisogno di lavorare sull'ergazione.

Kawasaki Ninja 1000 SX: 235 kg, ma moto agile e divertente sulle strade libere

UN FILO DI GAS E PUOI ANDARE OVUNQUE Me ne accorgo se sbaglio una marcia dentro una curva. Non mi serve scalare per uscirne vivo, riprendo in mano il gas e la Ninja 1000SX mi tira fuori quasi come se nulla fosse. Sui tratti meno guidati ho “giocato” un po’ con i riding mode. Road è perfetto – manco a dirsi – per l’equilibrio complessivo. In Sport l'erogazione resta uguale ma il controllo di trazione è meno invasivo. In Rain, la centralina mortifica un po’ la potenza e il sistema antislittamento diventa molto invasivo. Ma l’elettronica non fa altro che il suo dovere per aumentare il grado di sicurezza su fondi sdrucciolevoli. Se scegliete Ride potete incrociare le funzioni delle altre modalità per ritagliarvi il vostro “best setup” e sfruttare il potenziale della moto in maniera personalizzata.

Kawasaki Ninja 1000 SX: si viaggia molto bene da sol, ma anche in due

SOSPENSIONI: NO ELETTRONICA MA OTTIMA TARATURA Niente sospensioni a regolazione elettronica, ma una taratura coerente con le caratteristiche di questa Kawasaki. La forcella è regolabile in compressione, estensione e precarico e la regolazione standard va molto bene per trovare una buona risposta fra guidabilità e comfort. Anche il mono posteriore assicura un ottimo compromesso. Insomma, la Ninja 1000SX mi è parsa ben sostenuta e perfettamente equilibrata sia sui tratti guidati, sia su quelli dove ho potuto sciogliere di più le briglie. Ma ho potuto giudicare positivamente anche modulabilità ed efficacia dell’impianto frenante a doppio disco da 300 mm con pinze monoblocco ad attacco radiale sull’anteriore e disco singolo posteriore da 250 mm con cornering ABS. Come sempre, durante questi test drive, non è immediato ricavare dei dati sul consumo di benzina. Però, un’idea me la sono fatta grazie al computer di bordo, al tipo di strade percorse e all’andatura. Se il computer dice la verità, il valore intorno ai 16-17 km/litro non è niente male per questa sportourer dagli occhi a mandorla.

 

Scheda tecnica Kawasaki Ninja 1000SX

  • Motore:                             4 cilindri in linea
  • Cilindrata:                         1.043 cc
  • Potenza:                            142 CV
  • Coppia:                              111 Nm
  • Peso:                                  235 kg
  • Altezza sella:                     835 mm
  • Prezzo euro :                     13.990/14.290/15.290/15.590

 

Abbigliamento della prova su strada

  • Casco                                Caberg Jackal
  • Giacca                               Ixon Fighter
  • Pantaloni                           Rev’it! Moto
  • Guanti                               Ixon RC Circuit HP
  • Scarpe                                TCX District WP

TAGS: kawasaki kawasaki ninja 1000sx kawasaki ninja 1000sx 2020 nuova kawasaki ninja 1000 sx kawasaki ninja 1000 sx prova

MBE 2020
Kawasaki al Motor Bike Expo

Famiglia Z, Ninja e W800: le novità Kawasaki al Motor Bike Expo 2020

6
Prova video
Kawasaki Z 650 2020: la prova su strada

La prova video della nuova Kawasaki Z 650 2020. Ecco come cambia

1 6
Back To Top