Prova

HTC One X


Avatar di Mario Cornicchia , il 02/01/13

8 anni fa - Lo smartphone in alluminio

Guscio super-resistente e processore quad core, per avere tutto sotto controllo

Benvenuto nello Speciale DUCATI VS DUCATI, composto da 6 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario DUCATI VS DUCATI qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

NUDI ALLA META La nuova serie One di HTC segue una precisa filosofia: perché avere un oggetto bello e sottile se poi è necessario proteggerlo e gonfiarlo con una cover? Così HTC One S ha una cover in alluminio ceramicizzata grazie a un trattamento a 10.000 Volt e il più grande degli One, l’HTC One X ha un guscio a prova di bomba in policarbonato.  E chi ha avuto prima di me questo One X in prova deve averlo sottoposto a ogni peggiore barbarie a giudicare dai segni che riporta, ma senza avere la meglio.

CONTROL PANEL Con un guscio così e un vetro Gorilla Glass 2 che qualcuno si è divertito a usare come martello (lo trovate su Youtube), l’HTC One X si presta alla funzione di cruscotto montato sul manubrio della bici. Lo uso nella sfida Ducati vs Ducati con Alessandro per tenere la telemetria con GPS Tracker lite e per sapere se è in vantaggio verso il traguardo Ducati con Life360. Il fix del GPS è quasi istantaneo ma lo schermo, tra i migliori per angolo di visione e fedeltà dei colori, non è luminosissimo al sole e faccio un poco fatica a seguire Ale nella sua gara.

VEDI ANCHE



A CONTATTO Il suo contatto solido ma leggero (130 grammi) in mano è uno degli aspetti più piacevoli di One X, con uno schermo grande, super LCD 2 da 4,7 pollici (1280x720 pixel), ma sottile e leggero. Il guscio poi è proprio gradevole al tatto e il vetro arrotondato ai lati o rendono piacevole in mano come appoggiato alla guancia. La consueta qualità e robustezza di HTC.

TECNOLOGIA LEGGERA Di piacevole HTC One X ha anche la tecnologia, con processore quad-core 1,5 hz, memoria 32gb (se non bastano è disponibile One X+, con 64gb e processore da 1,7gh) e Ram 1gb, fotocamera 8mp e video HD 1080p, Beats Audio e batteria da 1800 mAh. Alla fotocamera si accede più rapidamente che con una fotocamera compatta e la nuova interfaccia è molto comoda: due grandi pulsanti, uno per i i video e uno per le foto. Se tengo premuto quello per le foto parte una raffica veloce e se lo premo durante in video, in ripresa o in visione, scatto una foto del video. Tecnologia che si apprezza nell’uso, veloce in ogni funzione, dalla navigazione ai giochi , con una ricezione da record (prende la linea anche dove altri ottimi telefoni si perdono) e durata della batteria (non rimuovibile) a prova della peggiore giornata di lavoro.

SENZA SENSE È già disponibile l’aggiornamento ad Android Jelly Bean 4.1 con tutti i vantaggi di fluidità e di velocità e di funzionalità che ne conseguono. L’interfaccia Sense di HTC, irraggiungibile fino a poco tempo fa per facilità di utilizzo rispetto alle interfacce dei concorrenti, ora inizia un po’ a invecchiare, non tanto nelle funzionalità, quanto nello stile grafico. Chissà che no sia disponibile in futuro un aggiornamento a Jelly Bean 4.2 con la versione 5 di Sense di cui si iniziano a vedere ora i primi screenshot. HTC One X compete con i migliori Android e si trova online a prezzi intorno ai 450 euro, disponibile con il suo caratteristico guscio bianco, oppure in abito scuro.


Pubblicato da M.A. Corniche, 02/01/2013
Gallery
Ducati vs Ducati
Logo MotorBox