Brixton: prova Crossfire 500 XC, 125 e Cromwell 1200, come vanno
Moto a confronto

Brixton Crossfire 125, 500 XC e Cromwell 1200: lo strano confronto su strada


Avatar di Michele Perrino , il 16/09/22

1 settimana fa - Primo contatto con Brixton Crossfire 125, 500 XC e Cromwell 1200. Prova

Un primo contatto con Brixton Crossfire 125, 500 XC e Cromwell su strada: vi racconto come vanno nella prova, pregi e difetti

3 moto, 3 caratteri differenti. Il confronto organizzato da Brixton mi ha dato la possibilità di provare su strada la piccola cafè racer Crossfire 125, la scrambler Crossfire 500 XC e la modern classic Cromwell 1200: qual è la migliore? Il test ride con... sorpresa.

BRIXTON CROMWELL 1200

La prima su cui salgo è la più grande, la Cromwell 1200. La sensazione in termini di qualità è buona, in particolare una volta in sella – bassa, stretta e un filo dura, poggio entrambe le suole a terra dai miei 180 cm – e mi colpisce la strumentazione digitale: il quadrante tondo ha un sapore retrò ma il display a colori, seppur piccolo, è piacevole da vedere e completo nelle informazioni. La situazione, tuttavia, cambia col sole alle spalle, condizione nella quale il TFT è davvero molto difficile da consultare. Un po' al di sotto delle aspettative i blocchetti e il comando del gas: i primi sono un po' grezzi, coi tastoni in plastica che non si adattano al look modern classic della moto, mentre la manopola dal canto suo non trasmette una sensazione di qualità e ha una prima parte della corsa che va ''a vuoto''. La posizione di guida prevede pedane avanzate – un po' rialzate, quindi i più alti potrebbero avere le gambe un filo rannicchiate – mentre il busto è eretto. Migliorabile il raggio di sterzo, non ridottissimo.

Sulla Brixton Cromwell 1200 Sulla Brixton Cromwell 1200

SI PARTE In movimento, però, le cose si mettono subito per il verso giusto. Il motore 2 cilindri parallello raffreddato a liquido da 1.222 cc della Cromwell è un portento di elasticità: non disdegna di riprendere da 2.000 giri o anche meno e lo fa con grande nonchalance, anche se effetto on-off e vibrazioni si fanno più marcati via via che ci si spinge in alto nel contagiri (in particolare intorno ai 4.000). Trasmette un po' di calore questo bicilindrico, in particolare sul lato destro, ma non appena si ruota la manopola del gas e si guadagna velocità grazie ai 108 Nm di coppia a 3.100 giri/min, si torna a sorridere: insistendo sul comando del gas verso la zona – relativamente – alta del contagiri, a quota 6.550 giri, troviamo tutti gli 83 CV della modern classic e un bel sound. Il cambio a 6 rapporti fa bene il suo lavoro ed è contraddistinto da innesti precisi e contrastati, mentre la frizione è morbida e intuitiva nello stacco. Tra le curve la Cromwell si comporta bene nonostante i 235 kg, dimostrandosi precisa e stabile – non un fulmine – per merito di un assetto bello sostenuto: lo scotto da pagare è che risulta un po' secca su buche e avvallamenti (i KYB dietro però sono regolabili nel precarico). Buona la frenata sia davanti che dietro grazie a 3 dischi, con la coppia anteriore che si affida a pinze Nissin a 2 pistoncini.

BRIXTON CROSSFIRE 500 XC

In sella alla Crossfire 500 XC In sella alla Crossfire 500 XC

Già a colpo d'occhio la 500 XC sembra una moto più adulta. Sarà per merito dell'affascinante colorazione beige Desert Gold, delle finiture di qualità – c'è la regolazione micrometrica delle leve – ma le sensazioni sono subito da ''grandi''. L'impostazione è in pieno stile enduro, con il busto eretto e il manubrio alto, ma le pedane sono meno in basso di quello che mi sarei aspettato e le gambe sono un po' rannicchiate. In compenso la sella – 839 mm – è morbida, così come l'assetto di forcella e mono KYB (regolabili in precarico ed estensione): già dall'impostazione si rivela più confortevole rispetto alla cugina Cromwell 1200. Il bicilindrico in linea raffreddato ad acqua da 486 cc, capace di 48 CV a 8.500 giri/min e 43 Nm a 6.750 giri/min – la moto è guidabile con patente A2 – ha una connessione diretta col comando del gas, è praticamente privo di on-off ed è coinvolgente: risulta elastico e propenso a farsi tirare in alto, senza tanti patemi d'animo, accompagnando l'avanzare con un sound che agli alti fa tanto 300 Supersport. In curva non è una sportiva, col cerchio anteriore da 19'' a raggi che richiede un attimo di assuefazione, soprattutto scendendo dalla più pesante e stradale Cromwell, ma ben presto ripaga con agilità e stabilità. Una bella sorpresa.

BRIXTON CROSSFIRE 125

La Brixton Crossfire 125 LC La Brixton Crossfire 125 LC

In questo confronto in discesa – dalla 1200 alla 500, per finire con la piccola ottavo di litro – è proprio sulla moto da sedicenni che trovo la posizione di guida più selettiva. D'altra parte da giovani – a meno che non si sia molto alti – certi compromessi si possono fare! Da brava cafè racer in miniatura, infatti, la distanza tra sella – 810 mm di altezza – e pedane è limitata e le gambe sono rannicchiate: la Crossfire 125 gioca a fare la sportiva, anche se con un look retrò. Le prestazioni sono imbrigliate nei limiti imposti dalla patente A1 – 13,6 CV a 9.500 giri/min per il monocilindrico 4T – ma per merito di un cambio ben rapportato si mettono dentro marce a più non posso e si avanza con brio. Tenere la scia dei colleghi con XC 500 e Cromwell 1200 è un arduo compito, possibile solo tenendo la lancetta del contagiri sopra i 7.000 e sfruttando ogni kW. Nonostante i 148 kg, sarà per merito della posizione ben caricata sull'anteriore, la Crossfire 125 si guida bene e volta agile, regalando piacere nelle rotonde affrontate con piglio... da gara. Discreta la frenata, anche se dai Nissin all'anteriore mi sarei aspettato qualcosa di più.

VEDI ANCHE



CONCLUSIONI

Dopo questo pomeriggio in sella alle moto della gamma Brixton, qual è la migliore? In questa sfida tutta particolare – vien da sè che le moto non sarebbero propriamente comparabili – ho comunque eletto una mia preferita. Ma andiamo con ordine. La Cromwell 1200 è molto piacevole da guidare e il merito è in larga parte del motore: darebbe gusto anche se fosse montato su una scopa! Sotto certi punti di vista è un po' acerba – penso ai comandi perfettibili e all'effetto on-off – ma quando in concessionaria ti dicono che puoi portartela a casa con 9.999 Euro, probabilmente, cadi dalla sedia.

500 DA GRANDI Le mezze cilindrate – un po' come le stagioni – non esistono più e una moto 500 oggi è praticamente una piccola. Non è la sensazione però che ho provato sulla Crossfire 500 XC. L'ultima nata della gamma 500 ha tutto al posto giusto e non fa rimpiangere nulla: hai una 500 sotto le terga, ma ti senti a posto così. Equilibrata e gustosa nel suo modo di andare a spasso, divertente quando si tira il collo al bicilindrico, sempre piuttosto comoda, tra la morbida sella e l'assetto votato ad assorbire quasi tutto quello che passa sotto. E poi, da brava scrambler, fa pure la sua bella figura se arrivi al bar per l'aperitivo... Il tutto senza costare una fortuna: per acquistarla bastano 6.999 Euro. Io scelgo lei!

La Brixton Crossfire 500 XC La Brixton Crossfire 500 XC

125 DA PICCOLI La più piccola delle Brixton desidera un piccolo centauro disposto a un po' di contorsionismo. In realtà la posizione di guida non è così drammatica, ma certamente è la più costrittiva tra le 3 moto. Alla 125 però non manca nulla: è stilosa quanto basta per fare bella figura davanti al liceo, motore e cambio sono ben accoppiati e le danno il giusto brio, la ciclistica le conferisce agilità e stabilità al punto giusto per provare i rudimenti della guida sportiva. Un piccolo neo? Un po' di mordente in più alla frenata non guasterebbe, tantopiù che c'è l'ABS a vigilare. Con 3.999 Euro di listino, poi, si fanno contenti anche mamma e papà quando si tratta di staccare l'assegno!

SCHEDE TECNICHE

CROSSFIRE 125 LC

MOTORE monocilindrico 4T raffreddato a liquido
CILINDRATA 125 cc
POTENZA 13,5 CV 9.500 giri/min
COPPIA 10,5 Nm a 5.500 giri/min
PESO  148 kg
PREZZO F.C. 3.999 Euro 

CROSSFIRE 500 XC

MOTORE bicilindrico in linea 4T raffreddato a liquido
CILINDRATA 486 cc
POTENZA 48 CV 8.500 giri/min
COPPIA 43 Nm a 6.750 giri/min
PESO  195 kg
PREZZO F.C. 6.999 Euro 

CROMWELL 1200

MOTORE bicilindrico in linea 4T raffreddato a liquido
CILINDRATA 1.222 cc
POTENZA 83 CV 6.550 giri/min
COPPIA 108 Nm a 3.100 giri/min
PESO  235 kg
PREZZO F.C. 9.999 Euro 

Pubblicato da Michele Perrino, 16/09/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox