Autore:
Emanuele Colombo

BENELLI LEONCINO VS LEONCINO TRAIL Da quello che ci dicono siamo i primi ad averla in Italia: parliamo della nuovissima Benelli Leoncino Trail, versione scrambler di un modello che – stando ai vostri like – piace tantissimo. E avete ragione. Che differenze ci sono rispetto alla Benelli Leoncino 500? Le ho messe a confronto.

A COLPO D'OCCHIO A colpo d'occhio non è così facile distinguere la Leoncino Trail dalla Leoncino normale. Questo perché i cambiamenti sono rilevanti dal punto di vista meccanico, ma per l'estetica, la casa pesarese ha preferito non andarci giù pesante, evitando caratterizzazioni troppo evidenti.

MOLTO PIÙ ALTA Da lontano si notano le ruote: ora a raggi con l'anteriore da 19 pollici invece che da 17”. E una volta in sella si capisce che la Trail 500 è proprio diversa. Tra sospensioni a maggiore escursione e sella leggermente risagomata, la posizione di guida si alza di quasi 8 centimetri.

PIÙ CARICA In questo modo il feeling con la moto si trasforma: ora è decisamente più off-road, con una sensazione di dominio sull'anteriore ancora migliorata. Sempre valida la sistemazione per il passeggero, che può contare su ampie maniglie laterali a cui tenersi.

FINITURE MIGLIORATE A livello di finiture la Leoncino Trail rappresenta per Benelli un ulteriore passo in avanti. Il quadro strumenti, in particolare, ha ora i colori invertiti, con scritte nere su fondo grigio, che rendono finalmente ottimale la leggibilità.

IN MANOVRA Metto in moto e già nel parcheggio capisco che la Trail è un po' più faticosa da gestire. Lo sterzo è più pesante che sulla Leoncino normale. Conferme, invece sul fronte comandi: la frizione è ugualmente leggera e facile da gestire nello stacco, mentre il cambio si manovra alla perfezione e la corsa relativamente lunga della leva agevola la ricerca della folle al semaforo.

MOTORE GENEROSO Il noto bicilindrico di 500 cc, con 48 CV e 46 Nm, gira compatto, a dare l'idea di una meccanica curata. La Leoncino Trail che ho in prova ha solo 500 km all'attivo ed è quindi un po' legata, ma il temperamento è generoso e la spinta ben distribuita. Certamente dopo un opportuno rodaggio, ove consentito, sarà possibile superare di slancio i 170 km/h di strumento con un lancio breve: proprio come sulla Leoncino standard.

MENO VIBRAZIONI E se sulla standard qualche vibrazione – poco fastidiosa – si sente al piano sella attorno ai 130 all'ora autostradali, sulla Trail il problema è quasi azzerato. Migliora anche il sound, che sulla Leoncino 500 era apparso fin troppo soffocato, mentre qui suona più metallico e coinvolgente. Consumi medi tra 3,5 e 4 l/100 km, secondo il percorso e lo stile di guida.

MANEGGEVOLEZZA Tra le curve, la capacità di chiudere le traiettorie e l'agilità della Leoncino standard lasciano il posto a una superiore stabilità e auna guida ancora più rotonda e progressiva. Ciò dipende dalla ruota anteriore da 19 pollici, che comunque, in abbinamento con pneumatici per uso misto, fornisce sull'asfalto una precisione di guida degna di una cruiser e maggiore direzionalità sulle strade bianche.

LA FRENATA Ben sostenuto è l'assetto in frenata, anche sotto la spinta dei 207 kg in ordine di marcia e del baricentro più alto. La decelerazione è potente e ben modulabile, grazie ai due dischi anteriori morsi da pinze a doppio pistoncino. Il comando a pedale della Trail, inoltre, ha una risposta perfetta, mentre sull'esemplare della Leoncino standard in prova la precorsa è un po' lunga.

L'IMBARAZZO NON C'È PIÙ Altra differenza, che però verrà probabilmente uniformata con gli esemplari di nuova produzione, è che la Leoncino Trail avvia il motore con la marcia inserita: basta tirare la frizione. Con la Leoncino 500 standard, se spegni il motore, ti tocca rimettere in folle per riaccendere.

COLORI, ACCESSORI E PREZZI Disponibile in tre colorazioni - rosso, argento o nero – la Benelli Leoncino Trail ha prezzi che partono da 5.990 euro (come la Benelli Leoncino standard). Risicata la lista degli accessori, che si limita al cupolino e alle borse laterali per poterne fare un uso turistico, magari in coppia, ampiamente alla sua portata. Per leggere la comparativa con le altre scrambler del momento, clicca qui.

SCHEDA TECNICA

Benelli Leoncino Trail

forcella

Rovesciata da 50 mm con 135 mm di escursione, regolabile in estensione

mono posteriore

138 mm escursione, regolabile in precarico ed estensione

Peso o.d.m.

207 kg

Serbatoio 12,7 litri

altezza sella

835 mm

ruote ant/post

110/19” – 150/17”

MOTORE

2 cilindri, 500 cc

CV

48

Nm

46

FRENI

2 x 320 – pinze 2 pist.
1 x 260 – pist. singolo

PREZZI F.C.

Da 5.990 euro

DOTAZIONI

ABS, strumentazione digitale, fari LED


TAGS: confronto prova prezzi test benelli leoncino 500 scheda tecnica benelli leoncino trail