Perché gli automobilisti non vedono i motociclisti: la ricerca
Auto vs moto

Perché gli automobilisti non vedono i motociclisti? La ricerca lo spiega


Avatar di Michele Perrino , il 25/01/22

4 mesi fa - Perché gli automobilisti non vedono i motociclisti? Una ricerca lo spiega

Se gli automobilisti non vedono i motociclisti non è per maleducazione o menefreghismo: una ricerca spiega le ragioni scientifiche

La strada è pericolosa e qualche volta sembra che gli automobilisti neanche ci calcolino a noi motociclisti. Certamente i conducenti di auto sono talvolta distratti – maledetti smartphone – ma non sempre è colpa loro. Almeno così dice una ricerca della Bournemouth University in Inghilterra.

LO STUDIO Come riporta RideApart, la ricercatrice Shel Silva – qui sotto con la sua BMW GS – ha condotto uno studio e, utilizzando la tecnologia eye-track ed eseguendo una serie di interviste ad automobilisti e motociclisti, è arrivata a una conclusione. Per quanto gli uni abbiano una percezione diversa della strada rispetto agli altri, entrambi vedono i veicoli grandi come un pericolo. In pratica autotreni e autoarticolati fanno paura a tutti, automobilisti e motociclisti, ma le moto...

La ricercatrice Shel Silva con la sua BMW GS La ricercatrice Shel Silva con la sua BMW GS

MOTO INVISIBILI La ricerca ha spiegato anche perché le 2 ruote sono più difficilmente visibili. Ciò risiederebbe nel mascheramento saccadico, una sorta di angolo cieco, circostanza nella quale il cervello blocca selettivamente i dati visivi durante i movimenti oculari, il che potrebbe svolgere un ruolo nelle abitudini visive dei conducenti e spiegherebbe perché gli automobilisti facciano fatica a vedere una moto di fianco a loro. ''È fondamentale capire che i motociclisti non hanno bisogno di una formazione su come guidare una moto, ma trarrebbero vantaggio da maggiori abilità su come leggere la strada e gli altri utenti della strada'', afferma Shel. Per quanto non sia d'accordo con la ricercatrice – noi motociclisti abbiamo un gran bisogno di essere formati riguardo la guida della moto – di certo non farebbe male conoscere meglio anche la strada e comprendere i comportamenti degli altri utenti. 

VEDI ANCHE



Moto vs auto: la prudenza è il miglior antidoto Moto vs auto: la prudenza è il miglior antidoto

PRUDENZA PRIMA DI TUTTO La ricerca dà delle risposte, ma non risolve la questione. La moto è instabile per natura ma proprio per questo è compito di noi motociclisti metterci al riparo da possibili guai. Banalmente indossare abbigliamento ad alta visibilità e muoversi con particolare attenzione potrebbero fare la differenza: insomma, il detto tenere gli occhi aperti vale sempre e sulle 2 ruote è fondamentale prestare attenzione anche a cosa fanno gli altri: spesso rappresenta, insieme a un po' di sano c... volevo dire fortuna, quell'ancora di salvezza in più.

AL SICURO IN PISTA Consolatevi, è la pista il posto ideale per guidare in sicurezza – qui qualche consiglio per i neofiti – ma non rilassatevi troppo. Anche lì ci si può far male – qui trovate la compilation delle più brutte cadute del 2021 al Nurburgring – quindi... occhio!


Pubblicato da Michele Perrino, 25/01/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox