Anteprima:

Yamaha MT-01 SP


Avatar Redazionale , il 14/09/09

12 anni fa - Yamaha spinge sulla sportività della sua mega naked e ne propone un'edizione speciale in serie limitata. Migliora la dotazione ciclistica, invariato il motore V2 da quasi 1700 cc.

Yamaha spinge sulla sportività della sua mega naked e ne propone un'edizione speciale in serie limitata. Migliora la dotazione ciclistica, invariato il motore V2 da quasi 1700 cc.


KODO IS BACK Kodo è la parola che ad Iwata hanno utilizzato per lanciare la MT-01. Non ha una traduzione, esprime un concetto, quello del battito profondo che nel caso della MT-01 è quello di un motore bicilindrico di grande cubatura. Per Yamaha questa moto rappresenta un modo del tutto singolare di intendere la sportività su due ruote. La MT-01 è arrivata sul mercato nel 2004 dopo che per un paio di anni aveva fatto capolino come prototipo. Era, è, un modo molto poco giapponese di concepire una moto.

SENTI IL BATTITO Una moto che "pulsa", si agita, ha un motore che non frulla ma "picchia" e gira a regimi da trattore. Una naked di grande personalità quindi, certo non un prodotto da grandi numeri (anche considerando il prezzo) ma un qualcosa che di sicuro si distingue nel mercato. Un concetto che poi ha dato vita anche ad altri modelli più abbordabili (leggasi MT-03) che continuano ad avere un certo successo nel nostro mercato. Sulla base MT-01 sono nati anche altri prototipi più sportivi (come la MT-0S) che mai hanno visto la luce.

VEDI ANCHE




EDIZIONE SPECIALE Ora però la Yamaha riprende il discorso proponendo la versione SP della sua colossale bicilindrica. Un'edizione speciale in serie limitata (prezzo 16.900 ?) che partendo dalla base della MT-01 che già conosciamo ne propone un upgrade ciclistico più sportivo, sottolineato dalle colorazioni più aggressive con grafica bicolore. Sulla SP, infatti, arrivano sospensioni Ohlins pluriregolabili dedicate e una gommatura più performante (Pirelli Diablo Rosso) che dovrebbe incrementarne la guidabilità.

MOTORE INVARIATO Non cambia, invece, il motore, che resta il V2 raffreddato ad aria da 1.670 cc con distribuzione ad aste e bilancieri capace di 90 cv e 150 Nm di coppia. La moto è già disponibile presso i concessionari Yamaha.


Pubblicato da Stefano Cordara, 14/09/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox