Anteprima:

Triumph Speed Triple 2008


Avatar Redazionale , il 28/09/07

14 anni fa - L'inglese si rifà il trucco.

La Speed si fa il lifting e si aggiorna nella ciclistica. Tanti piccoli interventi che la rendono ancora più aggressiva.


PICCOLI PASS
I Mettere mano ad un best seller è cosa difficile, più facile far danno che riuscire effettivamente a migliorarlo. Però Triumph, con la Speed, fino ad ora non ha mai sbagliato un colpo. Dopo quattordici anni di onoratissima carriera, la Speed Triple è diventata una vera icona del mondo naked. Un progetto che verte su tanti punti fermi come il motore tre cilindri e i fari sgranati. Tutto il contorno, però, è sempre stato evoluto e modificato per essere più moderno. Così è anche per questa versione 2008, che non è stata stravolta ma ha ricevuto importanti aggiornamenti.

AGUZZA LA VISTA Non occorre certo essere esperti del "gioco delle differenze" per notare le nuove pinze radiali marchiate Brembo, i cerchi dal design inedito o la forcella con foderi anodizzati neri (sulla precedente erano vistosamente anodizzati in oro). Sono queste le novità che saltano più all'occhio, ma andando in profondità si nota come la Speed sia cambiata anche in altre parti, meno funzionali e più estetiche. Come nella parte posteriore, ad esempio, che ha ricevuto un nuovo telaietto reggisella e fiancatine ridisegnate (non più in un solo pezzo ma divise in due).

CODA (MENO) MOZZA Anche il codino (se così si può chiamare il didietro mozzato della Speed) è migliorato, grazie all'utilizzo del faro della Daytona 675 e al nuovo portatarga la Speed appare più gradevole in questa zona che sulla prima versione non aveva convinto del tutto. Cambiano anche le pedane del passeggero, riposizionate per un maggiore comfort del "secondo" e cambia anche il manubrio, in alluminio anodizzato ora realizzato dalla Magura. Sparisce il lucido dalle fiancatine del radiatore, ora nere e anch'esse ridisegnate.

LA MAPPA DEL TESORO Piccoli ritocchi, invece, per il motore. Il tre cilindri da 1050 cc è accreditato di 132 cv a 9.250 giri e 105 Nm a 7.550 giri ma come al solito è l'elettronica ad aggiornarsi con nuove mappature che avrebbero migliorato ulteriormente l'erogazione, come se ce ne fosse bisogno... Ai classici colori (Jet Black, Fusion White; Roulette Green) si aggiunge il nuovo Blazing Orange, quello rappresentato nelle foto.


Pubblicato da Stefano Cordara, 28/09/2007
Vedi anche
Logo MotorBox