Autore:
Danilo Chissalè

NON SOLO SPORTIVE Un passato glorioso alle spalle poi la crisi, anni bui ed ora il tentativo di tornare a macinare modelli di successo. Questa, in breve, è la storia della Norton, leggenda del motociclismo britannico. Recentemente la casa ha puntato forte sulle sportive, la V4RR è un’opera d’arte motoristica, ma la rinascita passa anche, se non soprattutto, da modelli meno elitari come la Norton Atlas.

INTERCABIABILI La Atlas è stata annunciata lo scorso anno e ora, a quasi 12 mesi di distanza, è pronta a fare il suo debutto in società, l'appuntamento è al Motorcylce Live di Birmingham, precisamente sabato 17. Il motore della Atlas è un inedito bicilindrico parallelo da 650 cc in grado di sviluppare 84 cv a 11.000 giri/min (probabilmente equipaggiato anche da Commando e Dominetor in futuro). La vera particolarità di questo propulsore sono i suoi componenti; teste, valvole, pistoni, aste e altre parti derivino direttamente dal brutale V4 da 1200 cc, non male per una scrambler. E non finisce qui, grazie alla fasatura di 270° il bicilindrico parallelo suonerà e si comporterà come un V-twin... magia della meccanica.

Norton Atlas 2019

STILE NORTON La ciclistica era un incognita in fase progettuale, si sapeva che sarebbe stata di alto livello in linea con filosofia del marchio e così è. Le due versioni, già perchè la Atlas avrà un carattere più stradale in versione Nomad mentre la Ranger promette di affrontare anche del fuoristrada medio, hanno componentistica top di gamma. Freni Brembo ad attacco radiale mordere dischi ben dimensionati, una forcella a steli rovesciati e forcellone in alluminio. Gli pneumatici sono Avon Trekrider per entrambe ma sulla Ranger hanno misure più adatte al fuoristrada. La Ranger inoltre è dotata di altri accessori che la caratterizzano e le danno un aria più "dura": paracoppa, faro protetto da una griglia metallica, manubrio specifico, un piccolo parabrezza, il parafango alto e sospenisioni a corsa lunga (200 mm l'escursione dell'anteriore). La linea non sarà originalissima ma è di sicuro impatto, impreziosita da alcuni dettagli tecnologici come i fari a LED e la sella in alcantara dall'aspetto sartoriale. Rigorosamente old school la strumentazione che prevede due quadranti circolari.

MERCATO AFFOLLATO La versione definitiva arriva tardi. Mi spiego meglio, il fenomeno scrambler ha avuto il suo boom ormai qualche anno fa, la parabola non è ancora discendente ma potrebbe iniziare nel prossimo futuro. Senza contare un mercato decisamente affollato da marchi più atrutturati di Norton come Ducati, BMW e Triumph che da tempo hanno a listino un modello scrambler oltre ad una rete d'assistenza meglio strutturata. A vantaggio dell'inglese gioca un prezzo allineato se non leggermente più basso: 11.400 euro per la versione "stradale", 13.500 per la più fuoristradistica.


TAGS: norton moto norton novità moto norton norton atlas norton atlas caratteristiche norton atlas scheda tecnica