Autore:
Danilo Chissalè

TUTTO PRONTO… Anzi no, le attesissime Royal Enfield Continental e Interceptor 650 sono ancora lontane dal debutto sul mercato internazionale. A confermarlo è il presidente della casa indiana in persona che imputa la causa dello slittamento ad un ritardo di sviluppo. Già, perché queste due nuove moto avrebbero dovuto far fare alla Royal Enfield un discreto passo avanti a livello tecnico e commerciale.

IL RITARDATARIO Il colpevole dovrebbe essere proprio lui, il nuovo motore bicilindrico parallelo 4 tempi da 648cc con singolo albero a camme in testa e raffreddato ad aria in grado di fornire 47 CV e 52 Nm di coppia. I tecnici inglesi dichiarano di aver creato un motore potente, divertente e facile da usare in qualsiasi condizione di utilizzo, oltre che decisamente esaltante da ascoltare grazie al doppio scarico che romba esattamente con il tono giusto… noi aspettiamo fiduciosi, nel frattempo ci crediamo.

INTERCEPTOR INT 650 Questa piattaforma spinge la novità presentata ad Eicma da Royal Enfield: la Interceptor INT 650 è una roadster versatile che ben si giostra tra la città e le gite fuori porta. Grazie al manubrio largo e alla posizione di guida comoda ed ergonomica il pilota è in controllo assoluto della situazione.

CONTINENTAL GT 650 La seconda new entry della gamma 2018 della Royal Enfield è, invece, la Continental GT 650, una cafè racer che condivide con la Interceptor lo stesso motore ma con intenzioni ben differenti. La posizione di guida è più carica sui semi-manubri, posizionati in basso, per un feeling ottimale una volta scesi in piega. A livello di dotazione la Continental è dotata di dischi freno sportivi dotati di ABS sia all'anteriore che al posteriore, mentre il sellino monoposto e il serbatoio (da 12.5L) conferiscono quella sportività necessaria per una cafè racer di questo tipo.


TAGS: royal enfield royal enfield 2018 royal enfield interceptor int 650 royal enfield continental gt 650