Pubblicato il 08/06/21

CHI SI RIVEDE! Era l’autunno del 2019 quando allo stand Moto Morini di EICMA è comparsa per la prima volta la X-Cape 650, una moto interessante per diversi aspetti: il ritorno al mondo del fuoristrada dopo l’abbandono della Gran Passo e l’ingresso nel segmento delle crossover medie, uno dei più vivaci del mercato. Da li a pochi mesi, però, è scoppiata la pandemia che ancora oggi ci impone attenzione e divieti, e con lei è andata nel dimenticatoio anche la Morini. Ma il colpo di scena è dietro l’angolo e al Salone di Pechino eccola tornare in bella mostra in versione (si presume) definitiva.

QUALCHE DATO IN PIÙ La buona notizia è che il tempo trascorso in “naftalina” non ha intaccato uno dei punti di forza di questa moto, ovvero l’aspetto estetico. Le linee vengono confermate, e al fianco della livrea rossa e nera vista ad EICMA se ne affiancano anche una bianca e una grigia. Dalla Cina, poi, arrivano maggiori informazioni sulla scheda tecnica rispetto a quelle comunicate alla stampa ormai un anno e mezzo fa. Il motore da 649 cc non sarà un portento di prestazioni, la potenza massima dichiarata è di 61 CV a 8.500 giri/min mentre la coppia massima di 54 Nm a 7.000 giri min. Per quanto riguarda la ciclistica, il telaio a traliccio in acciaio lavora in coppia con delle sospensioni adatte all’utilizzo bivalente. La forcella, a steli rovesciati con diametro di 50 mm completamente regolabile, offre ben 160 mm di escursione; al posteriore invece trova posto un mono ammortizzatore regolabile nel precarico molla e nell’estensione con 135 mm di escursione. Per quanto riguarda l’impianto frenante troviamo pinze J.Juan che mordono dischi da 300 mm all’anteriore, disco da 255 mm al posteriore. L’altezza della sella da terra è di 835 mm.

SEMPLICE MA APPARISCENTE Cattura senza dubbio l’occhio la strumentazione TFT da 7 pollici, la più grande attualmente equipaggiata su una moto di questo segmento. Ma non fatevi ingannare, l’elettronica sulla X-Cape sarà ridotta allo stretto necesssario: ABS (non si sa ancora se disinseribile o meno) e connettività Bluetooth, niente riding mode o mappature strane.

DALLA CINA… ALL’EUROPA La Moto Morini è apparsa sotto i riflettori del Salone di Pechino 2021 per preannunciarne l’arrivo nel mercato asiatico, al momento non si hanno ancora date certe per l’arrivo in Europa, ma dato il “taglio” da mercato europeo c’è da scommettere che non mancherà molto, verosimilmente potremmo vederla a fine 2021, o nel 2022. Al suo fianco era prevista anche una scrambler di pari cilindrata e prestazioni, ma la sua assenza allo stand lascia qualche dubbio in più. 


TAGS: moto morini x-cape Moto Morini X-Cape eicma Moto Morini X-Cape 2022 Moto Morini X-Cape data d'arrivo Moto Morini X-Cape prezzo Moto Morini X-Cape caratteristiche