Kawasaki Z900RS custom: tre preparatori rivisitano la neo classica jap
Novità moto

Kawasaki Z900RS: è già tempo di custom


Avatar di Danilo Chissalé , il 16/11/17

4 anni fa - Tre progetti, tre stili, tre capolavori d'arte manifatturiera

La casa di Akashi affida a tre guru della preparazione la sua naked neo rétro. Risultato: un capolavoro d'arte meccanica

SCATENATE LA FANTASIA La moda vintage sembra non avere fine e nei listini delle Case sono sempre più numerose le moto dallo stile marcatamente rétro o che si ispirano a modelli del passato. Kawasaki non poteva certo rimanere al palo e ha presentato al Salone di Tokyo la nuova Z900RS, neo rétro che si ispira nelle forme alla Z1 Super Four del '72, la mitica Kawa nove, ma con contenuti tecnici da ventunesimo secolo. Tre esemplari di pre-produzione della Z900RS sono stati affidati alle sapienti mani di tre preparatori giapponesi (Case Custom Bito, Moto Corse e Doremi), con il compito di tirare fuori dal cilindro tre capolavori d'arte meccanica.

TRADIZIONALISTA Da buon giapponese, Jo Bito della Bito R&D di Toyooka ha rispettato in pieno gli stilemi classici di linee e colori che identificano in maniera inequivocabile l'antenata Z1. Molti dettagli studiati da Bito-san sono difficili da individuare a colpo d'occhio, altri invece sono iconici, come i cerchi JB Magtan, vero marchio di fabbrica del preparatore nipponico.

VEDI ANCHE



CARBON LOOK Moto Corse, leader giapponese nella preparazione di moto italiane, ha optato per un percorso differente. L'amore di Shin Kondo di Moto Corse per le Kawasaki Z nasce sull'autostrada giapponese Nishi-Meihan e galeotto sembra sia stato il sound del quattro cilindri. Shin Kondo ha dato un taglio netto con le colorazioni del passato scegliendo il grigio opaco in contrasto con dettagli in nero lucido sul serbatoio. Modificata anche la ciclistica, all'anteriore la special di Moto Corse fa bella mostra di una forcella Ohlins e impianto frenante marchiato Brembo. La sella, trapuntata nella parte destinata al pilota, e il carbonio di alta qualità utilizzato impreziosiscono la creazione firmata da Shin Kondo.

OTTICA RACING La Doremi Collection di Hiroshi Take ha percorso, invece, la via della personalizzazione racing. La loro Z900RS è un omaggio alla Z1 Yoshimura utilizzata da Wes Cooley nel campionato AMA Superbike. Lo scarico torna allo schema originario 4 in 4 della Z1 ma i quattro tubi cromati diventano neri opachi nella realizzazione di Hiroshi Take come per la Z1 di Wes Cooley da cui riprende anche i cerchi in lega dorati. La Z900RS Doremi Collection ripropone altri dettagli dal passato come la cover sul lato destro del motore, cromata e con la scritta DOHC, e le frecce anch'esse cromate, grandi, tonde e arancioni. cromati sono anche i parafanghi per completare l'effetto nostalgia.

PREFERITE? Noi in redazione abbiamo già scelto la nostra preferita, e voi di quale vi siete innamorati?


Pubblicato da Danilo Chissalè, 16/11/2017
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox