Indian Motorcycles, nel futuro a breve termine una moto elettrica
Novità moto

Sempre più elettrico, anche Indian annuncia i suoi piani "Green"


Avatar di Danilo Chissalé , il 11/08/22

1 mese fa - Il più antico brand di moto USA annuncia il passaggio all'elettrico

Anche Indian dopo Harley-Davidson pensa all'elettrico per il suo futuro. Lo conferma il direttore vendite del più antico brand di moto USA

Di moto elettriche se ne parla sempre più spesso, tanti nuovi marchi stanno nascendo – anche grazie alla “semplicità” della trazione elettrica, che ha molti meno componenti da sviluppare rispetto ad un motore termico – ma quando ad annunciare la svolta “green” sono marchi storici e con una forte identità tutto ha maggior clamore. Basti pensare ad Harley-Davidson con la Livewire, a Triumph con la sua TE-1 o a Ducati che sta sviluppando le MotoE per il prossimo campionato. L’ultima in ordine di tempo è Indian Motorcycles, il più antico brand di moto Made in USA e, come H-D, legato fortemente al mondo custom.

CONFERMA IMPORTANTE A confermare i piani elettrici di Indian è stato lo stesso Boguslaw Dawiec, Sales Director di Indian Motorcycles in una recente intervista. Dawiec ha prima dichiarato che negli ultimi anni il brand ha effettuato sforzi per cercare di consolidare la sua posizione e cercare di rosicchiare quote di mercato, attraverso una gamma ampiamente rinnovata, per poi aggiungere:” ''L'elettrificazione è uno degli obiettivi più importanti per l'industria motociclistica e anche noi stiamo sviluppando la nostra strategia, ma in questo momento non posso dire di più se non che è un obiettivo a breve termine”.

VEDI ANCHE



La eFTR Jr è pensata per far avvicinare i più giovani al mondo FTR La eFTR Jr è pensata per far avvicinare i più giovani al mondo FTR

PRIMI PASSI In realtà per Indian l’esplorazione del mondo elettrico è già iniziata, contrariamente a quanto fatto da Harley-Davidson, partendo dalla mobilità “leggera” con la mini moto eFTR, pensata per avvicinare i bambini alle moto, e le eMTB Hooligan pensate per i più “grandi”. Una strategia meno aggressiva e più adatta a far “scendere la pillola” ai più integralisti del brand… d’altronde, quando hai un’identità così radicata – e ancora remunerativa – non si può nasconderla in un cassetto di punto in bianco.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 11/08/2022
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox