Pubblicato il 29/05/20

ESPERTI DI GOSSIP Ogni volta è sempre la stessa storia… appena dal Giappone arriva la notizia che il nuovo numero di Young Machines è uscito in edicola si scatena il panico sul web. I colleghi nipponici sono i massimi esperti di ciò che bolle in pentola nel Paese del Sol Levante, le loro previsioni spesso sono azzeccate, e cosa c’è in copertina nell’ultimo numero? Una sportiva Honda con il motore V4, la RFV 1000 V4.

CBR AL SICURO Vi starete chiedendo: “che se ne fa Honda di un motore V4 se ha appena rinnovato la sua CBR 1000 RR-R rimanendo fedele al suo 4 in linea, senza neppure dotarlo di fasatura variabile?” Domanda lecita. La risposta, almeno secondo me, è che la Fireblade potrà continuare a dormire sonni tranquilli, quella che potrebbe essere sostituita è la MotoGP con targa e frecce,l’esclusiva RC213V-S, praticamente la moto di qualche anno fa di Marquez omologata per la circolazione stradale.Honda CBR 1000 RR-R Fireblade 2020: in azione a Losail

NON PER TUTTI La RC213V-S non era una moto per tutti, prestazioni ma soprattutto il cartellino da 180.000 euro appeso allo specchietto, e la sua probabile sostituta non sarà certo da meno. Stando a quanto si vocifera, la RFV 1000 V4 si porterà in dote tutto il know how acquisito in MotoGP negli ultimi anni oltre che ai sempre più importanti studi aerodinamici, già in parte adottati dalla “meno estrema” CBR. Al momento, come sempre accade con Honda, si tratta solo di semplici indiscrezioni ma se i colleghi di Young Machine l’anno messa in copertina un piccolo fondo di verità ci sarà… staremo a vedere. Nel frattempo guardate la prova della CBR 1000 RR-R che ho fatto qualche mese fa in Qatar.


TAGS: honda Honda RC213v-s Honda CBR1000RR-R honda motore v4 honda cbr 1000 V4