Pubblicato il 08/06/20

MOTO SPECIAL In passato vi avevamo già mostrato una creatura di WSM (Walt Siegl Motorcycles), la Superbike su base Ducati 1098. Oggi scopriamo le altre special del produttore austriaco (ma che opera negli USA) su base Ducati e MV Agusta, come Adventure e Bol d'Or, ma anche l'elettrica.

ADVENTURE L'ultima Ducati 1100 è la Scrambler Sport Pro, ma sotto alla WSM Adventure ci sono il motore e il telaio di un'altra moto di Borgo Panigale (una Hypermotard 1100). Dalla motardona stradale qui siamo passati ai rally: cerchi a raggi da 21'' all'anteriore e 17'' al posteriore con pneumatici tassellati, cupolino da deserto, paramotore, carrozzeria in kevlar e due serbatoi in alluminio collegati (uno nel telaio) la dicono lunga sulle intenzioni da Parigi-Dakar di questa moto. Il comparto sospensioni è affidato ad una forcella Marzocchi e al mono Öhlins ma, trattandosi di moto personalizzabili, potreste optare per diverse soluzioni. Non poteva mancare, vista l'indole da deserto, il navigatore GPS. Il peso? 158 kg con 24 litri di carburante.

WSM Adventure

BOL D'OR Passiamo per un attimo dalle parti di MV Agusta. Sì perché la WSM Superbike è una F3 800 stile retrò: completamente rinnovate le carene, in fibra, telaietto posteriore in alluminio, così come le pedane. Si è fatto qualcosa anche per le prestazioni della Bol d'Or, intervenendo su scarico, centralina, condotti dell'aria e centralina. Il serbatoio in kevlar, da 20 litri, ha un peso di soli 1,5 kg.

ANCORA DUCATI Altre due creature WSM di provenienza Borgo Panigale sono la già citata Superbike e la Leggero. La prima è una moto pronto pista su base Ducati 1098 (preparato da Bruce Meyers Performance) e il suo nome non potrebbe essere più azzeccato: la ciclistica è da riferimento con la forcella Öhlins FGR da WSBK, il mono Öhlins TTX i cerchi OZ e le pinze Brembo. Completano il quadro il telaietto, i condotti dell'aria e l'airbox in carbonio, insieme con la strumentazione TFT. La Leggero, invece, monta un motore 2 valvole Ducati 900 (anch'esso passato per le mani di Bruce Meyers Performance) a scelta con carburatori Keihin o iniezione elettronica, ma è praticamente realizzata su misura del cliente. Il telaio al cromo molibdeno è prodotto in casa e pesa poco meno di 7 kg. Anche il resto della ciclistica è di prim'ordine, con forcella e mono Öhlins, pinze freno Brembo...

WSM Superbike: di nome e di fatto, vista la dotazione

L'ELETTRICA E dopo tanto lavoro su moto Ducati e MV, visti i tempi che corrono, si è palesata anche la possibilità di costruire qualcosa di nuovo: ''Decisi che la mia successiva sfida sarebbe stata una moto elettrica. Avevo già pensato di costruire qualcosa di più piccolo, qualcosa che rappresentasse il futuro, qualcosa con due ruote alla quale molta gente potesse avere accesso, anche senza una patente'', ha detto Walt Siegle. Pact, l'elettrica di WSM, è una supermoto realizzata in edizione limitata a 8 pezzi su specifiche del cliente. Anche qui siamo in presenza di un vero e proprio pezzo artigianale, tra telaio al cromo molibdeno, carrozzeria in fibra di carbonio e ruote in alluminio, per un peso di 114 kg. La ciclistica, manco a dirlo, è affidata ancora alla svedese Öhlins, sia per quanto riguarda la forcella che il mono. Il motore a batterie da 50 CV e 162 Nm di coppia offre un'autonomia di circa 115 km e si ricarica in 1,5 ore da una presa a 240 V.

WSM Pact: supermoto elettrica

 


TAGS: ducati mv agusta moto special moto wsm Ducati 1100 MV Agusta 800