Anteprima:

BMW S 1000 RR


Avatar Redazionale , il 03/02/09

12 anni fa - Prima foto ufficiale, primi dati tecnici

Dopo tanti rinvii ecco finalmente la prima immagine ufficiale e le prime informazioni tecniche sulla Superbike stradale BMW. Tanta elettronica ad un prezzo molto interessante.


LAGRANDE ATTESA L'abbiamo attesa invano ai saloni invernali, la S1000 RR rappresenta di sicuro il mistero più intricatodell'inverno. Perchè di questa moto, più volte annunciata daBMW e anche mostrata in versione gara a Colonia e Milano, alla finenon si sapeva proprio niente. Quattro cilindri in linea, telaioperimetrale in alluminio e tanta tecnologia. Questo quello chetrapelava, ma francamente era troppo poco. Il motivo di tanti segretiera anche comprensibile. WORKIN PROGRESS La S 1000 RR ufficiale è, infatti, un cantiereaperto, ad ogni test in pista venivano deliberate nuove soluzioni eBMW non poteva permettersi di avere una fiche omologativa conelementi che poi magari sarebbe stato necessario cambiare. Insomma,occorreva aspettare l'esito dei test ufficiali di Xsaus e Corserper capire in quale configurazione la moto andava omologata. Inpratica è la stessa strategia che ha caratterizzato lo sviluppodella Aprilia RSV 4, altra "novizia" del mondiale dellederivate di serie, una definizione che ormai non ha più molto sensoper quel che riguarda la Superbike. DALLAPISTA ALLA STRADA Infatti, sarebbe più corretto definire lemoto stradali in "derivate dalla Superbike" perché ormai latendenza consolidata è quella di fare prima la moto da corsa,trovare le soluzioni più competitive e poi riversarle sul prodottoomologato.

MISURE BLOCCATE
Ecco spiegato il perché ditanta attesa: BMW ha aspettato fino all'ultimo giorno utile(il 31 gennaio era l'ultimo giorno per omologare le moto edimostrare di averne già prodotto il quantitativo minimo - almeno 250 - necessarioper poter partecipare al campionato) per mostrare la versionestradale, perché così ha avuto la possibilità di modificare idettagli della moto fino all'ultimo minuto. Una volta ottenuta lafiche, qualsiasi cambiamento sarebbe stato molto più problematico.OCCHIOAL PREZZO Procedure del genere potrebbero essere molto rischioseper quanto riguarda la lievitazione dei prezzi. Una volta tantoperò, la BMW sorprende: la S 1000 RR sul mercato tedesco costeràinfatti 15.150 € iva compresa. Il prezzo Italiano saràdefinito nei prossimi giorni ma è lecito pensare che non si possaallontanare troppo da questa cifra. Insomma, la BMW è riuscitanell'intento di produrre una quattro cilindri Superbikeproponendola allo stesso prezzo di una giapponese. ELETTRONICATutto, pare, senza rinunciare ad un briciolo della tecnologiapromessa. Non sono stati rilasciati moltissimi dati sulla moto, ma cen'è abbastanza per attizzare l'interesse degli appassionati. La S1000 RR è annunciata per 183 kg a secco, il motore il suoquattro in linea da 999 cc ha una testata di dimensioni ultracompatte(virtualmente le stesse dimensioni di un motore F1), per questamoto sono stati sviluppati un nuovo ABS sportivo con quattro modalitàdi funzionamento e il DTC (ricorda nulla?) ovvero il controllo ditrazione che avrebbe una logica di funzionamento derivatadirettamente dal sistema racing. Dalla foto si notano i freni Brembo (pinze non monoblocco) e i cerchi che sembrano essere fusi e non forgiati. Spunta poi anche il comando del cambio elettronico, scontato, visto che già la HP2 e le nuove K 1300 lo montano.
PRENOTABILEDA ADESSO Per ora non ci sono altre informazioni disponibili senon che la moto arriverà in estate ma, se avete molta fretta, potetegià ordinarla dai concessionari.

SOTTO LA LENTE, GUARDALA IN GRANDE




VEDI ANCHE




Pubblicato da Stefano Cordara, 03/02/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox