Anteprima:

KTM RC8 R


Avatar Redazionale , il 04/11/08

12 anni fa - Cala il peso crescono i cavalli

La sportiva KTM riceve una cura ricostituente per allinearsi alla concorrenza più agguerrita. Motore con "cilindrata piena", sospensioni raffinate e cerchi leggeri per vincere la sfida anche in pista.


TUTTA ESPERIENZA
La "prima" di KTM nel segmento delle superbike ha subito dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, che dalle parti di Mattighofen le moto le sanno fare. Leggera e con una ciclistica eccellente, facile da guidare nel misto la RC8 ha però un motore non così potente per poter essere realmente competitiva nelle competizioni. Lo ha capito a sue spese la KTM cimentandosi direttamente nella coppa del mondo stock per fare esperienza sul campo.

ARRIVA LA R Il risultato di questa esperienza lo avete sotto gli occhi. Ad un solo anno di distanza dalla presentazione della prima RC8, dallo stabilimento arancione arriva la versione R, la sorella cattiva della RC8 che, come tutte le R di KTM, porta in dote parecchie cosette interessanti.


GRANDI MODIFICHE
Anzi in questo caso si può dire che si tratti quasi di un'altra moto. Il bicilindrico a V di 75° è stato infatti "upgradato" di cilindrata fino a raggiungere i 1198 cc raggiungendo quindi la Ducati con la quale la RC8 ora condivide la cubatura. La potenza non è dichiarata ma è lecito attendersi almeno una decina di cavalli in più che porterebbero la scuderia della R nella zona dei 165 cavalli, ottenuti anche con l'arrivo di nuove mappature dedicate.

CAMBIO IN MEGLIO Il motore però non è stato semplicemente "allargato", in Austria hanno lavorato sodo sul cambio, vero punto debole della moto che riceve un nuovo desmodromico con rampe modificate per migliorare feeling e precisione negli innesti.

TELAIO RISTRETTO Di pari passo con le modifiche al propulsore sono arrivate le evoluzioni della ciclistica. Il telaio ha una geometria di sterzo modificata per aumentare ulteriormente la maneggevolezza, il leveraggio del monoammortizzatore ha ora una più ampia escursione dell'eccentrico, il mono stesso e la forcella (entrambi WP) sono di categoria superiore e hanno gli steli trattati al nitruro di Titanio per ottimizzarne la scorrevolezza. Ovviamente non potevano mancare i cerchi forgiati che fanno ulteriormente calare il peso, già limitato, della supersportiva austriaca.

DAL PIENO A dare un tocco di esclusività, a parte la grafica R con telaio arancio e sovrastrutture bianco/arancio arriva anche la piastra superiore di sterzo lavorata dal pieno, mentre è confermata l'ampia possibilità di regolazione dell'ergonomia del pilota. La moto dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2009 ad un prezzo che non è ancora stato definito.


Pubblicato da Stefano Cordara, 04/11/2008
Gallery
Logo MotorBox