I PREFERITI Gli scooter di media cilindrata sono i preferiti dagli italiani, nello specifico i più apprezzati sono quelli con motore da 300 cc: agili nel traffico, poco assetati e potenti a sufficienza per affrontare senza imbarazzo tangenziali ed autostrade. Insomma, il sogno dei pendolari. Le possibilità di scelta sono numerose, ecco dunque una guida all’acquisto per scegliere lo scooter più adatto alle vostre esigenze.

VI AIUTIAMO NOI Come detto i pretendenti al ruolo di “fedele compagno del casa/lavoro” sono tanti, per fare chiarezza divideremo la guida in base alla dimensione delle ruote degli scooter, con una piccola sorpresa fuori classifica. In ogni categoria ci sarà il migliore, l’antagonista e l’outsider. Prendete nota, si parte!

I RUOTA ALTA Ideali per le città in cui buche, pavé e binari sono più numerosi degli abitanti stessi, gli scooter a ruota alta offrono il giusto compromesso tra agilità e sicurezza. La dimensione maggiorata delle ruote porta però ad un aspetto negativo: la capacità di carico del vano sottosella è spesso ridotta e non sempre la pedana piatta riesce a nascondere questa pecca. Per ovviare spesso molti costruttori offrono, di serie o come optional, bauletti di diverse capienze in tinta con la carrozzeria.

  • TOP Da anni Honda SH domina non solo la categoria dei ruota alta ma il mercato in generale. Da qualche tempo il 300 è il preferito della famiglia, completata dalle cilindrate 125 cc e 150 cc. Il motore da 279 cc, in grado di sviluppare 25 cv a 7.500 giri e 25 Nm a 6.000 giri/min, garantisce prestazioni brillanti in cambio di consumi piuttosto ridotti (nell’ordine dei 25-30 km/l). Le plastiche sono di buona qualità e la dotazione tecnologica è decisamente al passo con i tempi grazie al sistema d’accensione Key Less (che comanda anche il bauletto nella versione full optional Air Force), luci a LED e Traction Control. Prezzo da 5.490 euro.
  • RIVALE A contendere la scena all’SH c’è l’italianissimo Piaggio Beverly 300, disponibile anche in versione 350 cc. Le prestazioni sono leggermente inferiori rispetto al rivale nipponico, la scheda tecnica dice 21 cv a 7.250 giri/min e 22 Nm di coppia a 5.750 giri /min. con un consumo dichiarato nel ciclo WMTC di circa 30 km/l. Sospensioni e vano sottosella sono al vertice della categoria, tre gli allestimenti: standard (4.490 euro), S (4.490 euro) e Police (4.590 euro)
  • OUTSIDER Il ruolo di outsider se lo aggiudica il Kymco People S, recentemente aggiornato a EICMA 2018. La filosofia costruttiva è più in linea con l’SH che non con il Beverly. Le prestazioni offerte dal monocilindrico da 299 cc sono il riferimento della categoria con 27 cv di potenza massima a 8.000 giri e 28 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Come il rivale Honda offre una pedana piatta capiente e il bauletto da 35 litri di serie. Moderna e interattiva la strumentazione con predisposizione per la connessione allo smartphone Noodoe. Prezzo 5.390 euro.

paiggio beverly 300

I RUOTA BASSA I ruota bassa digeriscono peggio le asperità, ma dalla loro parte hanno ottimi vani sottosella e dotazioni quasi da granturismo. Si sta quasi seduti in poltrona, con le gambe semi distese, ben protetti da ampi parabrezza; anche il passeggero è trattato con i guanti con sedute ampie e ben imbottite.

  • TOP A far la voce grossa nei ruota bassa di media cilindrata, ormai da anni, c’è lo Yamaha X-Max 300. Coniuga le linee aggressive del fratellone T-Max con costi di gestioni contenuti e prestazioni brillanti. 28 cv di potenza massima e 29 Nm garantiscono lo spunto necessario per sprintare con la giusta verve al semaforo e macinare chilometri in autostrada. Ottimi i consumi, appena 2,8 l/100 km il dato fatto registrare nella nostra prova. Bene le finiture e la capienza del sottosella (2 caschi integrali), meno l’assorbimento delle buche. Prezzo 5.690 euro;
  • RIVALE A rompere le uova nel paniere di Yamaha ci pensa la cugina Honda con il rinnovato Forza 300. Il motore è meno potente e brioso: 25,2 cv e 27 Nm di coppia massima. Nemmeno alla voce consumi riesce il sorpasso con oltre 3 l/100 km. La rivincita arriva nella cura delle finiture (seppur di poco) e nell’assorbimento di buche e pavé, mentre il confronto sul vano sottosella finisce in pareggio: anche qui due caschi integrali. Prezzo 5.790 euro;
  • OUTSIDER Il Sym Joymax Z 300 si propone come alternativa low cost ai due scooter sopracitati. Recentemente rinnovato nel look (specialmente nel posteriore) il Joymax Z ha caratteristiche da granturismo grazie all’ampio parabrezza e tanto spazio per pilota e passeggero. Il motore è un monocilindrico poco assetato (30 km/l) in grado di erogare 27 cv a 7.750 giri e 27 Nm di coppia massima a 6.500 giri/min. Ampio il vano sottosella (1 integrale e 1 jet) spartane le finiture. Prezzo 4.500 euro.

yamaha x-max 300​​​​​​​

FUORI CLASSIFICA Vespa vuol dire scooter, almeno per molti. Difficile relegarla in una categoria, ecco perché la includiamo senza metterla a confronto con nessun’altro. Con il nuovo motore HPE la Vespa 300 è la più potente di sempre ora accreditata di 24 cv a 8.250 giri/min e 26 Nm di coppia massima a 5.250 giri/min. Il consumo medio è anche qui nell’ordine dei 30 km con un litro di benzina verde come la maggior parte degli scooter presenti nella guida. La pedana dalla forma irregolare non aiuta il trasporto della proverbiale cassa d’acqua minerale ma nel sottosella ci stanno comodamente due caschi jet e c’è spazio anche nel retroscudo. Prezzo da 5.990 euro.


TAGS: scooter scooter 300 cc consigli acquisto scooter guida acquisto scooter 300 scooter 300 prezzi scooter 300 caratteristiche