Pubblicato il 13/05/21

Mantenendo una media di 31 km/h per una gioranta intera, il giornalista Valerio Boni ha realizzato un Guinness dei primati a bordo di una moto progettata per fare tutt’altro che una prestazione da endurance. La piccola 910 Carena RS Air con ruote da 6,5” ha portato Valerio dritto nei libri dei record: 751 km percorsi in 24 ore a bordo di una minimoto. Ovviamente, come ogni tentativo di questo tipo, l’imprevisto è dietro l’angolo: per almeno due terzi del tempo, la pista del Kartodromo 7 Laghi era bagnata. Una situazione che ha portato a una caduta senza conseguenze. Nonostante le 62 primavere sul groppone, Valerio ha dichiarato di aver accusato solamente un leggero affaticamento al tendine del polso destro e alle ginocchia. Ma non preoccupatevi: ora è già in forma ed è pronto a infrangere un altro record. 

11 PAESI IN 24 ORE Se c’è un impresa che prevede un percorso e un tempo da stabilire, Valerio Boni difficilmente si tira indietro. Quello andato in scena tra l’11 e il 12 maggio insieme a Polini è solo la punta dell’iceberg. Una delle sue prime imprese risale al 1978 quando percorse in 13 giorni ben 4.220 km in sella a un Fantic Issimo: partì da Barzago (LC) e tornò in sede dopo aver visitato Francia, Benelux, Germania e Austria. La prossima, invece, lo vedrà in sella alla rinnovata MV Agusta Turismo Veloce 800: partirà da Malmo, in Svezia, per raggiungere Schiranna in 24 ore, ma solo dopo aver visitato almeno 11 stati (l’attuale record è di 10). 


TAGS: record 24 ore polini minimoto Valerio Boni