Incidente mortale per pilota Ducati Carlin Dunne a Pikes Peak
Pikes Peak

Tragedia alla Pikes Peak, morto il pilota Ducati Carlin Dunne


Avatar di Giulia Fermani , il 01/07/19

2 anni fa - Tragedia alla Pikes Peak: Carlin Dunne cade a pochi metri dal traguardo

Tragedia alla Pikes Peak: morto Carlin Dunne. Il pilota alla guida della Ducati Streetfighter V4 è caduto a pochi metri dal traguardo

INCIDENTE MORTALE Tragedia alla Pikes Peak 2019. Carlin Dunne, il pilota della Ducati Team Spider Grips, è morto a pochi metri dal traguardo. A causa di un difetto dell'asfalto il pilota è caduto dal prototipo della Ducati Streetfighter V4 con cui aveva dominato le prime tre sessioni di gara. Si tratta della settima vittima della cronoscalata più famosa del mondo, che si disputa ogni anno negli Stati Uniti, in Colorado, e che è arrivata quest'anno alla 97esima edizione.

PROVE DA RECORD Appena la settimana scorsa, assieme a tutti gli altri magazine di settore raccontavamo con entusiasmo del risultato straordinario ottenuto dal pilota di origini sudafricane Carlin Dunne nelle prove cronometrate della Pikes PeakAlla guida della super naked Ducati Streetfighter V4 Prototype, il 36enne Dunne aveva infatti fissato le lancette del crono su uno strabiliante 2:41.75 nella porzione centrale del tratto cronometrato. 

VEDI ANCHE



LA DINAMICA DELL'INCIDENTE Secondo la ricostruzione del quotidiano locale Colorado Springs Gazette, a causare l'incidente mortale a pochi metri dal traguardo sarebbe stata una piccola gobba sulla strada vicino alla cima. La quale, colpita dalla moto ad alta velocità, avrebbe causato la rotazione della ruota anteriore, facendo perdere al pilota il controllo del mezzo. 

LE PAROLE DEL CEO DUCATI Dunne era un veterano di questo tipo di competizione che aveva già vinto 4 volte, l'ultima nel 2018 a bordo di una Ducati Multistrada 1260. Assieme al cordoglio del Consiglio di Amministrazione della Pikes Peak International Hill Climb, arrivano anche le parole di Jason Chinnock, CEO di Ducati Nord America, che ha commentato così l'accaduto: "Non ci sono parole per descrivere il nostro shock e la nostra tristezza. Carlin faceva parte della nostra famiglia ed era uno degli uomini più genuini e gentili che avessimo mai conosciuto. La sua passione per questo evento e l'amore per il motociclismo saranno ricordati per sempre, e la sua dipartita lascerà un buco nei nostri cuori"


Pubblicato da Giulia Fermani, 01/07/2019
Vedi anche
Logo MotorBox