Autore:
Danilo Chissalè

STREETFIGHTER 2, LA VENDETTA Che strana la carriera della Ducati Streetfighter, aveva tutte le carte in regola per diventare la regina delle naked da sparo: motore di derivazione 1098, che in quegli anni dominava in superbike, componentistica di livello e linee da capogiro. Eppure qualcosa non ha funzionato trasformandola in flop per molti, in oggetto di culto per gli appassionati. Il 2020 sarà l’anno della vendetta, la Streetfighter è in rampa di lancio per il ritorno sul mercato… spinta dal nuovo V4 di Ducati.

PAROLA DI A.D. La nostra non è una visione dovuta al caldo agostano, il ritorno della Streetfighter spinta dal V4 è tutt’altro che fantascienza, la conferma la si può ottenere leggendo le dichiarazioni di Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding, che poche settimane fa ha annunciato l’utilizzo del motore V4 su tutti i modelli di punta del listino Ducati nel futuro prossimo.

4 MEGLIO DI 2 Il V4 in questione sarà stretto parente di quello attualmente montato sulla Panigale V4, punto di riferimento per potenza e coppia erogata, ma rivisto e semplificato per abbassarne i costi di produzione e aumentarne il chilometraggio. Il V4 semplificato andrà a sostituire i V2 di grossa cilindrata, troppo stressati nella ricerca della potenza e più esposti a problemi di affidabilità. La prima ad usufruirne sarà la Multistrada nel 2020, nel tentativo di ricucire il gap con la BMW R1200GS, ma a ruota toccherà alla Streetfighter che tornerà in listino.

IL RITORNO DEL GUERRIERO Con il ritorno sulle scene della Streetfighter, Ducati punterà a riconquistare il titolo di migliore Hypernaked, da troppo tempo lontano dalla bacheca di Borgo Panigale. La nuova Streetfighter V4 avrebbe tutte le carte in regola per rimpiazzare l’obsoleta Monster 1200S nell’inseguimento alle principali rivali come Yamaha MT-10, KTM Super Duke e Aprilia Tuono, anch’essa dotata di motore quattro cilindri a V.

DUE VERSIONI? Del futuro V4 semplificato ancora non si sa nulla di preciso, ma quasi certamente Ducati non si accontenterà dei posti di rincalzo in fatto di specifiche tecniche, il caso Panigale ha fatto scuola. Lecito dunque aspettarsi un motore in grado di erogare circa 180 CV, con una non peregrina versione S, più costosa ed esclusiva, magari spinta dallo stesso motore da 214 cv della Panigale V4S. Il 2020 non è così lontano, aspettiamo con ansia il ritorno del guerriero.


TAGS: ducati ducati streetfighter ducati v4 novità ducati ducati streetfighter v4 ducati street fighter v4 motore ducati streetfighter v4 2020