Autore:
Danilo Chissalè

ECCOLA! Sì, è tutto vero! La Ducati ha preparato una hypernaked spinta con il motore della super prestazionale Panigale V4. Dopo le dichiarazioni di Claudio Domenicali – A.D. di Ducati Motor Holding – le indiscrezioni e i primi avvistamenti (ultimo in ordine temporale quello in pista a Pergusa) Ducati conferma l’arrivo della Streetfighter V4. I veli cadranno in occasione della leggendaria Pikes Peak, la gara in salita più famosa al mondo, il 30 giugno. In attesa di capire se la nuova Streetfighter V4 riuscirà a stabilire il nuovo record della competizione Ducati ha pubblicato il video dello Shakedown dove il prototipo della supernaked si mostra in tutta la sua cattiveria.

LOTTA PER LA VITTORIA Alla Broadmoor Pikes Peak International Hill Climb (PPIHC), in sella al prototipo che vedete nella nostra fotogallery ci sarà Carlin Dunne, vincitore dell’edizione 2018. Che l'ambizione sia di vincere al debutto? Non scommetterei contro questa ipotesi. Sia come sia, il tracciato della cronoscalata più famosa del mondo è stato ritenuto ideale per saggiare la nuova Ducati Streetfighter V4: quella che Stefano Domenicali, AD di Ducati, ha definito "la Panigale per la guida sui strada" e "lo streetfighter più prestazionale che sia mai stato messo in produzione".

FORME GIÀ DEFINITIVE La Ducati Streetfighter V4 Prototype scenderà in gara con una livrea pixelata, disegnata dal Centro Stile Ducati per non nascondere le forme, ma anzi esaltandole, per lasciar "intendere quello che sarà l’aspetto finale della moto", dice la Casa. Streetfighter V4 deriva direttamente dalla Ducati Panigale V4 spogliata delle carene, con l’aggiunta di un manubrio alto e largo. Profili aerodinamici appositamente studiati contribuiscono a tener a bada le prestazioni del motore Desmosedici Stradale da 1100 cm³.

4 MEGLIO DI 2 Dati precisi sulla potenza non sono ancora stati divulgati ufficialmente, ma il V4 in questione è stretto parente di quello attualmente montato sulla Panigale V4, punto di riferimento per potenza e coppia erogata. Secondo nostre fonti molto vicine all'azienda questo propulsore sarebbe stato anche rivisto e semplificato per abbassarne i costi di produzione e aumentarne il chilometraggio. Il V4 semplificato in futuro andrà a sostituire i V2 di grossa cilindrata, troppo stressati nella ricerca della potenza e più esposti a problemi di affidabilità

IL RITORNO DEL GUERRIERO Con il ritorno sulle scene della Streetfighter, Ducati punterà a riconquistare il titolo di migliore Hypernaked, da troppo tempo lontano dalla bacheca di Borgo Panigale. La nuova Streetfighter V4 avrebbe tutte le carte in regola per lanciarsi nell'inseguimento alle principali rivali come Yamaha MT-10, KTM Super Duke e Aprilia Tuono, anch’essa dotata di motore quattro cilindri a V.

DUE VERSIONI? La nuova Ducati Streetfighter V4 sarà esposta al pubblico in occasione di EICMA 2019 e disponibile nei concessionari Ducati a partire da metà marzo 2020. E se ancora una scheda tecnica non è stata fornita dalla Casa, Ducati non si accontenterà dei posti di rincalzo  nei confronti delle rivali. Il caso Panigale ha fatto scuola e non sembra troppo peregrino aspettarsi una Streetfighter V4 standard, con il motore semplificato di cui sopra a erogare circa 180 CV, e una più pimpante versione S, più costosa ed esclusiva: che potrebbe non accontentarsi di sfoggiare componentistica più pregiata, ma anche lo stesso motore da 214 CV della Panigale V4S. Aspettiamo con ansia di scoprire se queste nostre supposizioni sono esatte.


TAGS: ducati ducati streetfighter ducati v4 novità ducati eicma 2019 ducati streetfighter v4 ducati street fighter v4 motore ducati streetfighter v4 2020