Pubblicato il 04/08/20

FASCINO ITALIANO Le MV Agusta sono moto estremamente ricercate e affascinanti non solo dal punto di vista meccanico, ma anche – e soprattutto – da quello stilistico: questo è uno dei motivi per cui tanti appassionati si innamorano delle moto “Made in Schiranna”. Tra queste moto che fanno innamorare c’è la Brutale, la cui massima espressione è rappresentata dall’ultima 1000 RR, che sin dal suo esordio ha catturato l’attenzione per le sue linee e per trovate stilistiche all’avanguardia. Tra queste c’è l’inconfondibile fanale anteriore, di cui vi racconteremo la curiosa origine.

Claudio Castiglioni sulla sua Ferrari F40 arriva a Monza per vedere la sua MV Agusta F4 750 in azione tra i cordoli del Circuito

GIOCO DI SGUARDI Nella seconda metà degli anni ’90 Claudio Castiglioni, presidente MV Agusta, era solito fare spola tra Schiranna e San Marino, tra la linea di produzione e il Centro Ricerche Castiglioni (CRC). In quel periodo stava nascendo la Brutale, e faceva spesso visita al CRC per seguire passo dopo passo la nascita della nuova naked. Il compianto Claudio era un grande appassionato di automobili, e una volta mentre stava viaggiando in direzione San Marino, ha visto una Porsche 911 (996) che lo seguiva mentre era a bordo della sua amatissima Ferrari F40. Per diversi chilometri è rimasto a contemplare – dagli specchietti retrovisori – la forma dei fanali anteriori della Carrera, e al suo arrivo nel CRC fece una richiesta particolare: voleva che il fanale anteriore della Brutale avesse una forma simile a quella della Porsche 996 che aveva visto poco prima in autostrada. I suoi uomini lo accontentarono, e da quel momento la forma del faro frontale della Brutale ha scritto un piccolo capitolo nella storia del motociclismo moderno. L’aneddoto è stato raccontato dall'R&D Technical Director di MV Agusta durante la presentazione ufficiale della MV Agusta Brutale 1000 RR.


TAGS: porsche mv agusta curiosita MV Agusta Brutale 1000 RR Porsche 911 Carrera 996 Fanale anteriore